Azioni Atlantia si confermano tra i migliori titoli del Ftse Mib: +20% in poche sedute.

Continuano gli acquisti sul titolo Atlantia che in una manciata di sedute di scambi ha guadagnato oltre 20 punti percentuali, dal minimo della seduta del 29 Gennaio, toccato a quota 12,885 euro, al massimo intraday a 15,65 euro della sessione del 3 Febbraio.

Il titolo della Holding delle infrastrutture stradali ha rimbalzato con veemenza dal forte supporto tecnico in area 13 euro, con il denaro sostenuto dalle ultime news riguardanti la vicenda ASPI.

I prezzi sono schizzati verso l’alto dopo che la cordata guidata dalla Cassa Depositi e Prestiti, di cui fanno parte Blackstone Infrastructure Advisors e Macquarie Infrastructure and Real Assets, ha chiesto ai vertici di Atlantia, attraverso una missiva, una nuova proroga fino alla fine di Febbraio per poter presentare una migliore offerta per rilevare l’88% di Autostrade per l’Italia.

I soggetti con a capo la CDP, sono pertanto disposti ad alzare l’asticella del prezzo della loro proposta. Non si è mai conosciuto l’ammontare della prima offerta presentata lo scorso 22 Dicembre, ma che è stata rimandata al mittente dai vertici di Atlantia. La Holding della famiglia Benetton, da parte sua, si era soltanto limitata a far sapere che l’ultimo prezzo della proposta era stato inferiore a quello delle precedenti offerte.

Rumors di stampa, secondo quanto appreso da fonti vicine ad Atlantia, indicavano che l’ammontare della proposta di acquisto della cordata CDP era pari a 8 miliardi di euro, quindi meno della forchetta di prezzo 8,5-9,5 miliardi di euro, entro i quali sarebbe potuto concludere l’affare.

Il CDA del gruppo delle infrastrutture, tuttavia, si è riservato di accettare o respingere la suddetta proroga fino alla fine del prossimo mese, nel corso della prossima riunione che si terrà il 5 Febbraio.

Un ulteriore slancio alle quotazioni del titolo è arrivato con le dichiarazioni di Jonathan Amouyal, partner di TCI, che a sua volta possiede una quota di quasi il 10% del capitale di Atlantia.

Amouyal ha ribadito che l’offerta per ASPI, proposta da CDP, Macquarie e Blackstone, non sia equa ed ha inoltre auspicato un processo di valorizzazione “trasparente e guidato da intermediari finanziari affidabili ed esperti”.

Amouyal, inoltre, stima che ASPI valga almeno tra gli 11-12 miliardi di euro. Una valutazione, non casuale, secondo il partner di TCI, ma coerente con le operazioni del 2017, quando Atlantia aveva ceduto una quota pari al 12%di ASPI per un ammontare di 15 miliardi di euro.

Molti trader ne stanno approfittando utilizzando le piattaforme CFD certificate. Ad esempio con eToro (clicca qui per visitare il sito ufficiale) si hanno a disposizione strumenti molto utili come il copy trading per poter essere "copiare" le operazioni dei trader che guadagnano di più. Per saperne di più sui servizi di eToro clicca qui per visitare il sito ufficiale.

Andamento azioni Atlantia sul breve-medio periodo

Grafico azioni Atlantia - 04 Febbraio 2021

Come in evidenza dal grafico con time-frame giornaliero, in alto, le quotazioni del titolo Atlantia si sono riportate con forza al di sopra della media mobili a 10-25 e 50 giorni.

In appena 5 sedute i prezzi hanno recuperato tutto il terreno perso nelle tre settimane precedenti. La velocità del recupero, pertanto, potrebbe causare delle prese di beneficio da ipercomprato di brevissimo.

Tutta l’area che va da 14,20 a 14 euro rappresenta il supporto da non perdere per il proseguo del rialzo. Sulla zona di sostegno appena indicata, infatti, si concentrano le tre EMA di riferimento, sotto le quali aumenterebbero i rischi di rivedere i recenti minimi in area 13 euro.

La conferma delle quotazioni sopra la fascia 15-15,50 euro, invece, potrebbe favorire ulteriori allunghi con primo target in area 16-16,50 euro ed obiettivo successivo verso area 16,50-17,50 euro, dove si concentrano anche gran parte dei target price degli analisti.

Per approfondimenti: Come iniziare a investire in azioni.

Pattern di trading sul titolo Atlantia (ATL.MI) valido da 1 a 5 giorni

Il pattern di trading Long si attiva in caso di recupero oltre 15,47€ in chiusura oraria e pronostica i primi due target price in area 15,615 e 15,715 euro; stop loss in caso di discesa sotto 15,215€ in close oraria.

Mantenere o aumentare l’esposizione Long nel caso in cui gli acquisti si spingano oltre 15,715€ in chiusura oraria, per cercare di prendere profitto in un primo momento a 15,81€ e successivamente 15,965€; stop loss in caso di ritorno sotto 15,47€ in close oraria o giornaliera.

Lecito aprire nuove posizioni lunghe in caso di close oraria o daily maggiore di 15,965€, per cercare di sfruttare ulteriori slanci in area 16,125 e 16,225 euro, estesi a 16,39€; stop loss in caso di ritorno sotto 15,715€ in close oraria o giornaliera.

Long sulla debolezza in caso di affondo a quota 14,345€, in ottica di rimbalzo in prima battuta a 14,49€ ed in secondo luogo a 14,73€, esteso a 14,82€; stop loss in caso di ulteriori flessioni sotto 14,10€ in chiusura daily.

Il pattern di trading Short, invece, prende forma nel caso in cui si registri un close orario minore 15,215€ e consiglia di prendere i primi profitti in area 15,12 e 14,97 euro; stop loss in caso di ritorno oltre 15,47€ in chiusura oraria.

Mantenere o aumentare le operazioni Short in caso discesa sotto 14,97€ in chiusura di candela oraria, per cercare di sfruttare ulteriori cali in un primo momento a 14,82€ e successivamente a 14,73€; stop loss in caso di ritorno sopra 15,215€ in close oraria.

Analisi tecnica Azioni Atlantia - 04 Febbraio 2021

Lecito aprire nuove posizioni corte in caso di flessione sotto 14,73€ in close oraria o giornaliera, con l’intento di ricoprirsi in area 14,58 e 14,49 euro, estesa a 14,345 euro; stoppare le operazioni in caso di recupero oltre 14,97€ in close oraria o daily.

Short speculativi in caso di estensioni rialziste in area 16,39€, per sfruttare eventuali correzioni in primo luogo a 16,225€ e successivamente a 16,125€, estese a 15,81€; stop loss in caso di ulteriori allunghi sopra 16,60€ in chiusura giornaliera.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di ilcorsivoquotidiano.net, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di ilcorsivoquotidiano.net non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene ilcorsivoquotidiano.net e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da ilcorsivoquotidiano.net