Binance e mercato azionario, per i regolatori l’exchange non ha rispettato le regole sui titoli

Binance uno dei maggiori exchange di criptovalute del mondo, ha recentemente fatto il suo ingresso nel mercato azionario, introducendo il trading di token azionari.

Questa nuova modalità, presentata per la prima volta poche settimane fa, permetterebbe agli utenti di scambiare token azionari, che rappresentano la quota di una società, con criptovalute. La novità che coinvolge Binance e mercato azionario ha attirato verso la piattaforma moltissimi utenti.

Di conseguenza è stato registrato uno dei picchi di attività più significativi per una piattaforma di cripto, anche se leader in un mercato regolamentato e specializzato.

Nonostante il grande interesse proveniente dagli utenti, secondo alcuni regolatori, Binance potrebbe non aver rispettato alcune delle regole del mercato azionario.

In particolare a preoccupare sarebbe la conformità dei token azionari rispetto alle norme di trasparenza e informazione, aspetti che restano ancora da approfondire. A questo proposito cerchiamo di capire quali sono le problematiche riscontrate e quali conseguenze potrebbe avere sulle dinamiche e sul futuro nel mercato azionario di Binance.

In questo momento le migliori piattaforme di trading consentono il trading con i CFD sul prezzo di Bitcoin e di tantissime altre criptovalute. Ad esempio Capital.com (clicca qui per visitare il sito ufficiale) permette di negoziare sulle migliori critptovalute in circolazione, non solo su Bitcoin.

 Per saperne di più su questa piattaforma ti consiglio di visitare il sito ufficiale.

Regolatori e i token azionari di Binance

Se da una parte l’obiettivo di Binance, come conferma lo stesso Changpeng Zhao, è quello di democratizzare il trasferimento di valore di un titolo, non sono della stessa idea i regolatori.

Infatti sembra i token azionari di Binance non rispettino i termini di trasparenza e specifiche aziendali, come invece impone la normativa. Proprio per questo motivo società di controllo come Financial Conduct Authority, hanno intrapreso dei percorsi con l’exchange di criptovalute.

In questo modo i regolatori vogliono comprendere più a fondo le particolarità dei token, quali regolamenti si possono applicare e come vengono commercializzati. Al contrario regolatori come BaFin, pur non esponendosi pubblicamente per ragioni di riservatezza, hanno portato avanti la loro inchiesta.

Secondo questo ente, se i token sono trasferibili, possono essere scambiati in una borsa crittografica e possiedono diritti economici, esattamente come dividendi e pagamenti in contanti. Questo significa che i token rappresentano titoli e sono soggetti all’obbligo di pubblicazione di un prospetto.

Puoi creare il tuo account Binance gratuito cliccando qui.

Le dichiarazioni di Binance

Visto il grande polverone che si è alzato dopo l’ingresso dei token di Binance sul mercato azionario, l’exchange ha rilasciato alcune dichiarazioni. In particolare Changpeng Zhao ha chiarito che i token di Binance sono in prodotto CM-Equity, del tutto conforme alle normative e alle regole dei mercati Mifid dell’Unione Europea.

A rafforzare questa posizione c’è poi il fatto che CM-Equity è un gruppo d’investimento regolamentato, situato a Monaco e in grado di elaborare le operazioni eseguite sui token. Se sommiamo questo, al fatto che gli utenti comprano e vendono token solo da e per CM-Equity, allora non sarebbe necessaria la presenza di un prospetto.

Questo sarebbe possibile perché i token che Binance ha lanciato sul mercato azionario sono stati progettati per tracciare l’andamento delle azioni delle società che rappresentano. Tuttavia costano soltanto una frazione del prezzo del titolo. Inoltre Binance sostiene che gli utenti che possiedono azioni, o token azionari, hanno diritto a dei ritorni economici, e ai potenziali dividendi, che derivano proprio dal possesso di quei titoli.

Vi aggiorneremo sulle notizie su Binance. Per chi è agli inizi consigliamo di investire in criptovalute con broker regolamentati come ad esempio eToro. Ecco le caratteristiche che lo rendono una scelta interessante:

  • commissioni basse
  • spread minimi
  • conto demo gratuito e illimitato
  • possibilità di copiare le operazioni dei migliori investitori
Puoi iniziare a negoziare sulle principali criptovalute con eToro cliccando qui.
66% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here