Comprare azioni Apple (AAPL): come investire, previsioni e prezzo [2022]

In questa guida parliamo di come comprare azioni Apple, uno dei titoli più interessanti per chi vuole investire in Borsa.

Apple è un colosso informatico, nato a metà anni ‘70, capace fin da allora di innovare il settore. Lo slancio definitivo si avrà comunque dalla fine degli anni ‘90, quando uno dei co-fondatori, Steve Jobs, ritornerà nella società, diventandone Ceo.

Con Jobs, Apple ha lanciato vari dispositivi rivoluzionari. Su tutti, l’iPhone nel 2007, che ha cambiato radicalmente l’idea di telefonia mobile.

Con la dipartita prematura di Steve Jobs nell’ottobre 2011, la società è finita nelle mani di Tim Cook. Il quale, metaforicamente, ha venduto l’anima della società al mercato. Anteponendo l’importanza del fatturato a quella dell’innovazione.

Apple è tra i pochi titoli tecnologici che distribuisce dividendi agli azionisti. Ma, in questa sede, a noi interessa il trading CFD sulle azioni Apple (AAPL).

Molti trader ne stanno approfittando utilizzando le piattaforme CFD certificate. Ad esempio con eToro (clicca qui per visitare il sito ufficiale) si hanno a disposizione strumenti molto utili come il copy trading per poter essere "copiare" le operazioni dei trader che guadagnano di più. Per saperne di più sui servizi di eToro clicca qui per visitare il sito ufficiale.

Apple: chi è

Chi è Apple? Apple Inc. – prima ancora Apple Computer – è come detto una multinazionale americana tecnologica. Dedita alla produzione e vendita di sistemi operativi, smartphone, computer e dispositivi multimediali.

La sede è a Cupertino, nello stato della California. Fa parte delle cosiddette Big Tech, chiamate anche Fab Five. Vale a dire, i colossi informatici con maggiore capitalizzazione di mercato: Amazon, Google, Microsoft e Facebook.

La società fu fondata nel 1976 da Steve Jobs, Steve Wozniak e Ronald Wayne, sempre a Cupertino. Lo scopo era quello di vendere un personal computer chiamato Apple I ideato Wozniak, mentre Wayne vendette le sue quote a 12 giorni dalla fondazione. Fu incorporata come Apple Computer, Inc. a gennaio 1977 e le vendite dei suoi computer, tra cui l’Apple II, crebbero rapidamente.

Apple è stata quotata in Borsa nel 1980 e nel corso del decennio ha realizzato altri prodotti importanti, che però per i limiti tecnici o i costi elevati, non trovarono grandi sbocchi commerciali. Sempre interessanti, invece, le sue pubblicità.

Nel 1985 fu la volta di Wozniak a lasciare, mentre Jobs e altri si dimisero per fondare NeXT.

Negli anni ’90 entra in concorrenza con Microsoft, soprattutto per i sistemi operativi.

Nel 1997, Apple rilevo NeXT, il che riportò Jobs in azienda. Che divenne Ceo nel 2000, ruolo che ebbe fino alla prematura scomparsa nell’ottobre 2011.

Sotto la gestione di Steve Jobs, Apple acquisì altre società e decise di aprire gli Apple store, per vendere direttamente i suoi prodotti in specifici negozi fisici.

Nel 2007 arrivano due importanti eventi: il nome divenne Apple Inc., quello oggi in uso, e fu lanciato il primo iPhone.

Nell’agosto 2011, Jobs si dimise da AD a causa di complicazioni di salute e fu susseguito da Tim Cook.

Sotto la gestione Cook, come detto nell’incipit, Apple vide crescere il suo fatturato in modo straordinario. Tanto che oggi Apple è la più grande azienda tecnologica per fatturato e una delle aziende più preziose al mondo.

Il 12 agosto 2012 è divenuta la maggior società privata di sempre per capitalizzazione di mercato, superando il precedente record della Microsoft risalente al 1999, pur restando indietro ad altre realtà come Huawei. Pesantemente colpita però dalla scelta di Google di non concedere più in licenza il suo sistema operativo Android, nell’ambito della guerra commerciale Usa-Cina voluta da Trump.

Ad agosto 2018, Apple è diventata la prima società statunitense quotata in borsa ad essere valutata a oltre $ 1 trilione (890 miliardi di euro).

Oltre ai dispositivi fisici (Iphone, Max), gestisce la piattaforma iTunes, che è il più grande rivenditore di musica al mondo. A gennaio 2020, più di 1,5 miliardi di prodotti Apple sono attivamente utilizzati in tutto il mondo.

Non mancano però critiche riguardo le pratiche di lavoro dei suoi appaltatori, le sue pratiche ambientali e le pratiche commerciali non etiche.

Inoltre, come detto, se è vero che con Tim Cook i fatturati macinano record su record, è anche vero che la società secondo molti sta peccando dal punto di vista dell’innovazione.

Nell’ultimo periodo Apple però ha prodotto il proprio processore M1 basato su architettura ARM sostituendo i chip sui propri computer. A Novembre 2021 il lancio di Macbook Pro con M1 Pro e M1 Max sono stati un successo di vendite.

Chi èApple Inc. è come detto una multinazionale americana tecnologica. Dedita alla produzione e vendita di sistemi operativi, smartphone, computer e dispositivi multimediali.
🖥 SettoreTechnology
👍 SedeCupertino negli Stati Uniti
💻 QuotazioneBorsa di New York, indice NASDAQ
👍 TickerAAPL
🥇Migliore piattaforma per investire in BorsaeToro
🥇Miglior broker con formazioneCapital.com

Piattaforme per investire in azioni Coa Cola

Se vi interessa l’investimento in azioni potete utilizzare una di queste piattaforme regolamentate:

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGIISCRIZIONE
Copy trading su azioniCommissioni basseISCRIVITI
Servizio CFDConto demo illimitatoISCRIVITI
Spread bassi, CFDSegnali di tradingISCRIVITI
Numerose azioniConti Zero spreadISCRIVITI
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.

si tratta dei broker migliori, registrati in Consob e con licenza dunque sicuri.

Apple: dati societari

Vediamo i principali dati societari di Apple.

Settore

Si occupa di vendere una gamma di software, servizi, accessori, soluzioni di networking collegati e contenuti digitali di terze parti e applicazioni.

I suoi prodotti e servizi includono iPhone, iPad, Mac, iPod, Apple Watch, Apple TV, un portafoglio di applicazioni software per la clientela privata e professionale, iPhone OS (iOS), OS X e sistemi operativi watchOS, iCloud, Apple Pay e una gamma di offerte di accessori, servizi e supporto.

Management

  • Arthur D. Levinson, età 71, dal 2000 Independent Non-Executive Chairman of the Board
  • Timothy D. Cook, età 60, dal 2002 CEO & Director
  • Andrea Jung, età 63, dal 2008 Independent Director
  • Ronald D. Sugar, età 72, dal 2010 Independent Director
  • James A. Bell, età 72, dal 2015 Independent Director
  • Monica C. Lozano, età 64, dal 2021 Independent Director
  • Albert Arnold Gore, età 73, dal 2003 Independent Director
  • Susan Lynne Wagner, età 60, dal 2014 Independent Director

Contatti

  • Indirizzo: Cupertino, CA 95014-0642, United States
  • Telefono: +1-408-9961010
  • Sito ufficiale: www.apple.com

Utili e bilancio

Apple ha registrato, nel terzo trimestre dell’esercizio fiscale terminato il 26 giugno, utili quasi raddoppiati che hanno raggiunto i 21,7 miliardi di dollari, oltre le aspettative degli analisti.

Complici le vendite di iPhone migliori del previsto, che hanno visto i ricavi cresciuti del 36% a 81,43 miliardi di dollari. I guadagni sono stati di 1,30 dollari per azione, al di sopra delle stime di 1,01 per azione. La spinta alla crescita è venuta in particolare dalle vendite in Cina, aumentate del 58% a 14,76 miliardi di dollari.

Per i prossimi trimestri, però, potrebbero pesare i semiconduttori e i colli di bottiglia delle forniture.

Tuttavia, il direttore finanziario Luca Maestri, si aspetta ancora una crescita sostenuta e a doppia cifra per il Q3 2021. Ma inferiore rispetto a quella segnata nel periodo chiuso a giugno.

In generale a gonfie vele sono andate tutte le Big Tech per motivi diversi. Se Apple per la vendita del nuovo iPhone, Google per la ripartenza sostenuta della pubblicità. Mentre Microsoft ha visto incrementare i suoi utili soprattutto grazie al servizio Cloud.

Broker per fare trading sul titolo Apple

Vediamo ora quali sono i migliori Broker per investire sulle azioni Apple con il trading CFD.

eToro

Il broker eToro è la prima scelta che vi suggeriamo per le sue licenze possedute, le commissioni e lo spread basso, il deposito minimo richiesto quando avrete deciso di operare con un conto reale e per il conto demo molto generoso.

Tra i servizi principali, troviamo la possibilità di copiare i trader più bravi con il servizio copy trading. Ma anche di interagire con gli altri trader con il social trading.

Iscriviti ora su eToro cliccando qui.
66% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Capital.com

Il broker Capital.com pure si distingue per il deposito minimo molto basso che richiede, i suoi servizi sempre aggiornati per i quali riceve dei premi, spread e commissioni difficilmente trovabili altrove.

Anche qui parliamo di un broker con regolari licenze per operare e con una particolare attenzione per i grafici e per le piattaforme incluse di intelligenza artificiale. Il conto demo è più ridotto ma in compenso potrai utilizzare una app specifica.

Apri il tuo conto demo su Capital.com qui.

FP Markets

Il broker FP Markets viene dall’Australia ma ha acquisito diverse licenze per operare in Europa. Anche qui ottime notizie riguardo deposito minimo, spread e commissioni.

Il broker FP Markets offre tanti servizi, tra cui il trading automatico, l’autochart, una assistenza clienti molto efficiente e anche le piattaforme Metatrader 4 e 5.

Per iscriverti su FP Markets clicca qui.
71.2% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Modello di Business di Apple

Nel 2007, il fondatore di Apple Steve Jobs ha presentato l’iPhone alla convention Macworld 2007 come un dispositivo rivoluzionario che “avrebbe cambiato tutto”.

Il suo prezzo di vendita iniziale era di $ 499, ma 270 mila unità sono state vendute il suo primo fine settimana e 6 milioni di unità nel suo primo anno di produzione.

L’iPhone di Apple ha inaugurato l’era degli smartphone, il mondo della connessione mobile first e costante, aprendo la strada alla tecnologia mobile per dominare e riformare l’esistenza quotidiana.

L’iPhone di Apple è stato costantemente più costoso dei dispositivi concorrenti. Tuttavia, Apple inserisce continuamente nuove funzionalità e tecnologie nel suo iPhone per evitare che i suoi prodotti sembrino una merce.

Nonostante i prezzi elevati, Apple mantiene un alto grado di controllo sui costi di produzione nella sua catena di approvvigionamento. Questa combinazione di costi controllati, posizionamento di fascia alta e continua innovazione tecnologica ha portato a margini lordi dal 60 al 70% negli ultimi 10 anni.

Apple posiziona l’iPhone nella fascia alta dello spettro, sapendo che il prezzo lo metterà fuori portata per la maggior parte del mercato. Il telefono combina una sensazione di aspirazione con design, tecnologia e semplicità e sfrutta il marchio del marchio d’amore.

Apple non produce l’iPhone, ma mantiene bassi i costi di produzione controllando la sua catena di approvvigionamento. A causa della popolarità del dispositivo, Apple costringe i suoi fornitori a mantenere bassi i costi e a mantenere la privacy e la segretezza sui propri dispositivi.

I margini di profitto dell’iPhone sono rimasti tra il 60 e il 70% negli ultimi 10 anni. Al suo apice, Apple ha catturato il 94% dei profitti del settore degli smartphone, nonostante rappresentasse solo il 14,5% delle vendite.

Dal 2007, Apple ha rilasciato 12 generazioni di iPhone. Sebbene Apple non sia sempre la prima a sviluppare molte delle innovazioni tecnologiche dell’iPhone, spesso offre il meglio: schermo multi-touch, doppia fotocamera, Apple Pay, Siri, iMessage, FaceTime, riconoscimento facciale.

L’iPhone è stato inizialmente lanciato senza l’App Store, aperto nel 2008 con 500 applicazioni. A partire dal 2019, il negozio presentava oltre 1,8 milioni di app. Le applicazioni disponibili e il numero di sviluppatori forniscono ad Apple un ulteriore vantaggio competitivo come descritto nella Resource Castle Platform.

Ma oltre alle strategie legate all’iPhone, altri prodotti di punta di Apple sono:

Hardware:

  • Macintosh
  • iPod
  • iPad
  • Apple Watch
  • Apple TV
  • HomePod

Software:

  • Sistemi operativi per i propri dispositivi: macOS per i pc Mac, iOS per gli smartphone e tablet iPhone, iPad e iPod Touch,watchOS per i smartwatch Apple Watche tvOS per il lettore multimediale digitale Apple TV
  • Servizi Cloud: per l’archiviazione e sincronizzazione online di un’ampia gamma di dati utente
  • Apple Music: servizio di streaming di musica e video

Veicoli elettrici

Apple vuole puntare anche al lancio di veicoli elettrici, settore del futuro per l’auto. Per tale scopo, starebbe reclutando ingegneri per lo sviluppo di batterie e altri ingegneri di automobili elettriche da società come A123 Systems, LG Chem, Samsung Electronics, Panasonic, Toshiba, Johnson Controls e Tesla Motors.

Pubblicità

Apple ha sempre dato importanza alle pubblicità per il lancio dei prodotti, ottenendo ottime recensioni dai critici.

Grafico azioni Apple in tempo reale

Ecco il grafico in tempo reale delle azioni Apple:

Competitors di Apple

Dato che Apple si occupa di diversi settori, deve vedersela con diversi competitors. Ecco i principali concorrenti di Apple:

  • Twitter
  • HP
  • IBM
  • Toshiba
  • Acer
  • Hewlett Packard Enterprise
  • Lenovo
  • Huawei
  • Microsoft
  • Samsung Electronics
  • Dell Technologies
  • Sony
  • Google
  • Asus
  • Xiaomi
  • Oppo

Previsioni azioni Apple 2021-2025

Le azioni Apple sono pressoché triplicate da quando è iniziata la Pandemia. Passando da 57 dollari americani del 20 febbraio 2020, giorno del crollo delle borse, a quasi 150 dollari al momento della scrittura. Toccando ad inizio settembre il massimo storico di 157 dollari per azione.

Tutto lascia presagire che nuovi assalti ai 160 dollari di prezzo saranno eseguiti verso fine 2021. E che la crescita potrebbe proseguire nel 2022, soprattutto se Apple renderà concreto il lancio di una auto elettrica a cui sta lavorando.

Target price

Ecco il target price azioni Apple (AAPL) per i prossimi anni:

  • 2021: Previsione pessimistica: 142.25 / Ottimista: 151,76
  • 2022: Previsione pessimistica: 147.26 / Ottimista: 160,85
  • 2023: Previsione pessimistica: 181.23 / Ottimista: 202,90
  • 2024: Previsione pessimistica: 179,33 / Ottimista: 203,46
  • 2025: Previsione pessimistica: 184.64 / Ottimista: 207.31

Azioni Apple: le FAQ

Chi è Apple Inc.?

E’ una multinazionale americana fondata nel 1976, che negli anni ha lanciato sempre prodotti innovativi. La svolta definitiva arriva con Steve Jobs nel ruolo di Ceo nel 2000 e il lancio di iPhone nel 2007.
dal 2011, sotto la gestione di Tim Cook, ha aumentato incredibilmente il suo fatturato.

Conviene investire nelle azioni Apple (AAPL)?

Il titolo continua a crescere in Borsa, in linea con altri titoli informatici. Occorrerà vedere se la crescita sarà sostenuta anche quando si tornerà alla normalità, avendo ottenuto grandi benefici dalla Pandemia.
Una nuova spinta potrebbe arrivare dall’ingresso nelle auto elettriche.

Quali sono i migliori broker per investire nelle azioni Apple (AAPL)?

Puoi provare con eToro e Capital.com.

Comprare azioni Apple - Riepilogo

Conclusioni

Chi non conosce Apple? I suoi prodotti hanno cambiato il nostro modo di vivere.

Essendo quotata in Borsa dal 1980, è sicuramente anche un interessante titolo per il trading CFD.

Per iniziare potete partire dai broker che offrono il conto demo in modo da capire come funzionano le varie piattforme.

Ad esempio è fondamentale iniziare dalle piattaforme che offrono demo gratuite. Vi segnaiamo i link ufficiali mediati dal nostro server in modo da garantirvi iscrizione e accesso sicuri:

Sono le piattaforme più usate in Italia, con conti gratuiti demo senza alcuna limitazione.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here