Analisi tecnica settimanale indice NASDAQ 100: ai massimi storici nel giorno di Trump

Non cambia il copione per il Nasdaq 100 che continua a macinare un record dietro l’altro. L’indice che raccoglie le 100 imprese non-finanziarie a maggior capitalizzazione quotate sul mercato tecnologico di Wall Street è riuscito a mettere a segno un nuovo massimo storico poco sopra i 5.085 punti, nonostante una chiusura di ottava leggermente positiva a 5.063 punti, complice l’incertezza legata all’insediamento ufficiale del nuovo Presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, alla Casa Bianca. Il Nasdaq 100 si sta quindi confermando tra i migliori indici azionari al mondo su cui investire, con ancora delle chance di apprezzarsi sia nel breve che nel lungo periodo, o almeno fin quando non ci saranno evidenti segnali tecnici di stop che, fino ad ora, non si intravedono all’orizzonte.

Il sentiment sul Nasdaq 100 ha goduto dei benefici riflessi sull’intero paniere azionario dell’ottima trimestrale, migliore delle attese del titolo Netflix, anch’esso volato oltre i propri massimi storici. La società operante nella distribuzione via internet di film, serie TV e altri contenuti di intrattenimento, ha registrato negli ultimi tre mesi del 2016 un utile netto di 67 milioni di dollari frutto di un fatturato di 2,4 miliardi di dollari, raggiunto soprattutto grazie a ben 7,05 milioni di nuovi abbonati, rispetto alle previsioni che non andavano oltre i 5,2 milioni di nuovi utenti.

Per la prossima settimana l’attenzione degli operatori sul mercato tecnologico statunitense sarà rivolta verso i risultati trimestrali di altre aziende, e verso ‘eco del discorso di insediamento tenuto lo scorso Venerdì 20 Gennaio dal 45° Presidente della storia degli Stati Uniti.

Indice Nasdaq 100 visto sul breve-medio periodo


Com’è possibile notare sul grafico trimestrale con time-frame giornaliero, ogni tentativo di correzione dell’indice Nasqaq 100, nel corso del nuovo anno, è stato fermato dalla tenuta della media mobile a 10 periodi (linea di colore azzurro). Ciò ha consentito di scaricare gli eccessi sui time-frame minori (da 4 ore in giù) consentendo alle quotazioni di mettere a segno una serie di massimi crescenti. Supporto di brevissimo, identificato, quindi su EMA 10 (5.038-5.040punti) persa la quale potrebbe verificarsi una discesa prima sulla media mobile a 25 periodi (linea rossa), transitante a 4985-4990 punti circa, e successivamente verso la media mobile a 50 periodi ( inea verde) passante a circa 4.935-4.940 punti circa. Persa EMA 50 il quadro di breve-medio periodo volge in negativo, con possibili affondi in area 4.850 punti estesi ai 4.750 punti.

Al rialzo, invece, superati i recenti massimi storici attesi possibili allunghi a 5.275 punti circa, con resistenze intermedie a 5.190 punti.

Strategia settimanale di trading sull’indice Nasdaq 100

La strategia Long sull’indice Nasdaq 100 suggerisce l’apertura di posizioni rialziste nel caso in cui si verifichi una chiusura oraria superiore a 5.073 punti e prevede target price a 5.090 punti e 5.109 punti; stop loss in caso di ritorno sotto 5.050 punti in close orario. Mantenere o incrementare le posizioni Long in caso di allungo oltre 5.109 punti in chiusura di candela oraria, per sfruttare eventuali strappi, prima a 5.140 punti ed a 5.160 punti in seconda battuta, stoppare le posizioni in caso di ritorno sotto 5.063 punti in chiusura oraria. Insistere con l’apertura di nuove posizioni rialziste in caso di close orario o giornaliero maggiore di 5.160 punti, con obiettivi fissati a 5.242 e 5.273 punti; stop loss in caso di perdita di quota 5.090 punti in chiusura oraria o giornaliera. Previsti ulteriori spunti Long in caso di flessioni in area 4.880-4875 punti, per puntare ad veloce ritorno in area 4.910 e 4.935 punti; stop loss in caso di crollo sotto 2.844 punti.

La strategia Short, invece, si attiva in caso di flessioni sotto 5.050 punti in chiusura di candela oraria ed identifica i primi due target price a 5.040 e 5.028 punti; stop loss in caso di recupero di quota 5.073 punti in chiusura di candela oraria. Lecito mantenere o sovrappesare lo Short in caso di ulteriori scivoloni sotto quota 5.028 punti in chiusura oraria per cercare di ricoprirsi in area 5.008 punti ed in zona 4.977punti; stoppare le posizioni nel caso in cui si assista ad un ritorno oltre 5.063 punti in close orario. Insistere con l’apertura di nuove posizioni ribassiste in caso di perdita di quota 4.977 punti in chiusura daily, per sfruttare eventuali cali, prima a 4.958 punti e successivamente a 4.937 punti, stop loss previsto in caso di ritorno sopra 5.028 punti in chiusura di candela giornaliera.

Short Multiday nel caso in cui si registri un close giornaliero minore di 4.937 punti, con obiettivi pronosticati a 4.911 e 4.877 punti; stop loss in caso di recupero di quota 5.008 punti in chiusura daily. Short speculativi da attivare in caso di estensioni rialziste a 5.273 punti,in ottica di pull-back a 5.275 e 5.242 punti; stop loss in caso di allunghi oltre 5.325 punti in chiusura di giornata.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di ilcorsivoquotidiano.net, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di ilcorsivoquotidiano.net non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene ilcorsivoquotidiano.net e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da ilcorsivoquotidiano.net