Indice DAX 30 vola sui massimi: brusca frenata indice Zew tedesco di Aprile

Forte balzo in avanti per l’indice DAX 30, che toccando un massimo intraday a quota 12.614,25 punti si è riportato sui massimi degli ultimi 2 mesi e mezzo. La seduta di Martedì 17 Aprile ha evidenziato un progresso dell’1,57%, a 12.585,57 punti, con gli acquisti ben supportati dall’ottima intonazione di Wall Street che da due giorni festeggia gli ottimi risultati trimestrali messi a segno da società molto influenti sui listini americani, una su tutte Netflix che ha chiuso i primi tre mesi dell’anno con ricavi in crescita del 40% ed un utile in aumento del 63%.

La borsa di Francoforte sta inoltre beneficiando del calo della volatilità, venuta meno con il raffreddarsi della contesa commerciale tra USA e Cina sui dazi, nonché dall’allentamento delle tensioni geopolitiche tra gli stessi Stati Uniti e la Russia, dopo le dure critiche di Mosca contro l’attacco ordinato da Trump, con l’appoggio di Francia e Gran Bretagna ai danni della Siria.

Del tutto snobbato l’inatteso e drastico calo fatto registrare dall’indice che misura la fiducia dei consumatori tedeschi. Il cosiddetto indice ZEW, nel mese di Aprile, è infatti crollato a -8,2 punti, dai +5,2 punti della lettura di Marzo. Nettamente deluse le aspettative degli analisti, che invece non indicavano un calo superiore a -1 punto. Giù anche la rilevazione del sotto-indice della situazione corrente, in calo a 87,9 punti, dai 90,7 punti della precedente stima mensile.

Il consensus degli analisti era per un calo lievemente inferiore, a 88 punti. L’indice, elaborato dallo Zentrum für Europäische Wirtschaftsforschung, dalle cui iniziali prende il nome, viene redatto mensilmente, attraverso un’indagine condotta sintetizzando le opinioni di 350 esperti ed analisti, sul futuro della prima economia dell’Eurozona, ovvero quella tedesca, coprendo un periodo di sei mesi successivi.

Andamento indice Dax 30 sul breve-medio periodo

Sentiment di breve-medio periodo che volge nuovamente in positivo per l’indice dei 30 titoli a maggiore capitalizzazione della borsa tedesca, che in seguito al deciso rialzo giornaliero si è riportato oltre le tre medie mobili di riferimento, a 10-25 e 50 giorni. Le quotazioni del DAX 30, inoltre, dal punto di vista tecnico hanno beneficiato dell’incrocio tra le medie mobili a 10 e 25 giorni, che ha visto l’EMA a 10 periodi (la linea mediana sul grafico) tagliare dal basso verso l’alto l’EMA a 25 periodi (la prima linea dal basso sul grafico), dando un forte segnale rialzista.

Nelle sedute seguenti, il movimento il cosiddetto “up di breve“ ha trovato un valido supporto sulla media mobile a 50 giorni (la prima linea dall’alto verso il basso sul grafico). In caso di break-out dell’ostacolo dinamico posto in area 12.625 punti, le quotazioni potrebbero essere dirette verso area 12.750 punti in prima battuta, con possibili estensioni in area 12.900 punti. La mancata rottura della resistenza appena indicata, invece, potrebbe spingere i prezzi nuovamente verso la media mobile a 50 giorni, che transita in area 12.285 punti circa.

Pattern di trading sull’indice DAX 30 valido da 1 a 5 giorni

Il pattern di trading rialzista si attiva in caso di chiusura oraria maggiore di 12.590 punti e pronostica i primi due target price in area 12.664 e 12.740 punti; stop loss in caso di discesa sotto 12.510 punti in close orario. Mantenere o incrementare le operazioni Long in caso di chiusura oraria oltre 12.740 punti, per cercare di prendere profitto in primo luogo a 12.788 punti e successivamente a 12.867 punti; stop loss in caso di ritorno sotto 12.614 punti in close orario.

Si consiglia di attivare nuove posizioni Long in caso di break-out orario o daily di 12.867 punti, per sfruttare eventuali allunghi in area 12.916 e 12.966 punti, estesi a 13.046 punti; stop loss in caso di ritorno sotto 12.740 punti in chiusura oraria o daily.Long speculativi in caso di affondo in area 12.060 punti, per approfittare di eventuali veloci rimbalzi prima a 12.257 punti ed in un secondo momento a 12.334 punti, estesi a 12.385 punti; stop loss in caso di ulteriori cali sotto 11.940 punti in chiusura oraria o di giornata.

Il pattern di trading ribassista, invece, si concretizza in caso di discesa sotto 12.510 punti in chiusura di candela oraria e fissa i primi due obiettivi in area 12.461 e 12.431 punti; stop loss in caso di close orario maggiore di 12.590 punti. Mantenere o aumentare l’esposizione Short in caso di rottura del supporto orario 12.431 punti, per cercare di prendere profitto in prima battuta a 12.385 punti e successivamente a 12.334 punti; stop loss in caso di recupero oltre 12.510 punti in chiusura oraria.

Insistere con nuove posizioni corte nel caso in cui la pressione delle vendite si spinga sotto 12.334 punti in chiusura di candela oraria o daily, per tentare di ricoprirsi in area 12.257 e 12.134 punti, estesa a 12.060 punti; stoppare le operazioni in caso di recupero di 12.457 punti in chiusura oraria o giornaliera. Short speculativi in caso di ulteriori allunghi in area 13.046 punti, per sfruttare possibili correzioni in primo luogo a 12.966 punti ed in un secondo momento a 12.867 punti, estese a 12.788 punti; stop loss con close daily oltre i 13.176 punti.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di ilcorsivoquotidiano.net, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di ilcorsivoquotidiano.net non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene ilcorsivoquotidiano.net e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da ilcorsivoquotidiano.net