Investire in Borsa: guida completa

Se stai facendo un pensierino sulla possibilità di impiegare i tuoi soldi sui mercati finanziari, in questo articolo ti forniamo una guida completa su come e dove investire in Borsa.

Questa è una attività delicata, che qualcuno ha scambiato per un gioco. Complici gli attuali strumenti elettronici che ci consentono di entrare sui mercati finanziari ovunque ci troviamo fisicamente. E a tutte le ore del giorno, visto che i mercati finanziari sono aperti a tutte le ore, considerando il fuso orario.

Tuttavia, in molti finiscono per credere alle lusinghe di chi gli propone guadagni facili, senza alcuna formazione. Riducendo tutto ad una mera iscrizione ad una piattaforma e ad aspettare che essa faccia piovere denaro.

Non è proprio così e ve lo dimostriamo di seguito, proponendovi anche dei Broker con regolare licenza e seri per investire in Borsa.

Molti trader ne stanno approfittando utilizzando le piattaforme CFD certificate. Ad esempio con eToro (clicca qui per visitare il sito ufficiale) si hanno a disposizione strumenti molto utili come il copy trading per poter essere "copiare" le operazioni dei trader che guadagnano di più. Per saperne di più sui servizi di eToro clicca qui per visitare il sito ufficiale.

Come investire in Borsa da casa

Per investire in Borsa da casa, occorre iscriversi ad una piattaforma di trading. Un Broker praticamente.

Un sito cioè che ci consente di entrare sui mercati finanziari, che offre tanti servizi per agevolarci nel nostro compito.

Scegliere un buon Broker non è assolutamente cosa facile. Tuttavia, bastano già degli accorgimenti iniziali per accorgersi dove sta la truffa.

Ad esempio scegliendo broker seri come OBRinvest (qui il sito ufficiale) o eToro (qui il sito ufficiae) per citare due dei marchi più famosi, si ha la garanzia di operare con piattaforme certificate e sicure.

La prima cosa da valutare è se questo Broker ha regolare licenza per operare e se sì quale. Consigliamo sempre una licenza europea, rilasciata dal paese dove ha sede. Oltre ovviamente al beneplacito della Consob per operare in Italia.

In Europa, quella che va per la maggiore è la licenza CySEC, rilasciata a Cipro. Perché? In quanto molte società finanziarie avevano qui la propria sede in quanto era un paradiso fiscale sul mediterraneo.

Poi dal 2004 Cipro è entrata nell’Unione europea (più precisamente la parte sud, mentre la parte a Nord è ancora contesa con la Grecia). E alcune società hanno comunque preferito rimanere per conservare un certo prestigio e una certa reputazione.

Altra licenza importante è quella rilasciata in Gran Bretagna: la FCA. Importante poiché è l’autorità di vigilanza che controlla le società quotate sulla Borsa di Londra.

Molto importanti anche le licenze FMA e BaFIN, poiché sono accreditate in Francia e Germania. L’asse che guida, nostro malgrado, l’Unione europea.

Mentre in Italia la vigilanza sui mercati finanziari spetta alla Consob.

Le autorità europee si rifanno alle direttive emanate dall’ESMA, l’organismo di controllo istituito nel 2004, quando è stata lanciata anche la prima direttiva MiFID. A cui ha fatto seguito, ben 14 anni dopo, la MiFID II (gennaio 2018)

Nel 2020 avrebbe dovuto arrivare la direttiva MiFID III, ma il Covid-19 ha frenato la sua promulgazione.

Potrete anche testare il Broker prima di iscrivervi, utilizzando il suo Conto demo. Il che vi darà anche la possibilità di fare pratica sul trading online e capire se investire in azioni fa per voi.

Vediamo di cosa si tratta.

Investire in Borsa: le domande frequenti

Prima di approfondire l’argomento cerchiamo di capire quali sono le domande più frequenti per chi si avvicina per la prima volta all’investimento in Borsa:

Investire in Borsa conviene?

Si, oggi investire in Borsa è diventato alla portata di tutti. Per investire sui mercati finanziari bisogna perà scegliere gli asset giusti e usare piattaforme di senza commissioni.

Quanti soldi servono per iniziare a investire in Borsa?

Grazie ai CFD è possibile partire con un capitale estremamente basso. Basti pensare che broker come eToro o OBRinvest richiedono depositi iniziali minimi.

Come si inizia a investire in Borsa?

Per partire occorre formarsi e studiare anche da corsi e libri. Successivamente bisogna aprire un account su una piattaforma di trading e fare il primo deposito. E’ consigliabile iniziare dal conto demo con il quale fare pratica senza spendere soldi.

Investire in Borsa, l’importanza del Conto demo

Il Conto demo è un conto basato su denaro virtuale, che il Broker mette a disposizione per farvi provare la piattaforma ma anche per farvi capire se investire in Borsa fa per voi o meno.

Il Conto demo non va però preso come un gioco, data la virtualità del deposito. Ma va inteso come uno strumento molto utile per fare pratica.

In realtà, può anche servirvi successivamente quando sarete (si spera) dei trader esperti. E vorrete provare strategie nuove senza mettere a rischio il vostro capitale.

Per utilizzare il Conto demo, generalmente il Broker vi chiederà pochi semplici dati. Quelli essenziali, come:

  • Nome e cognome
  • indirizzo email
  • Numero di telefono

Mentre altri dati come codice fiscale, modalità di versamento e prelievo, la prova della vostra identità, arriveranno in un secondo momento. Nel caso in cui abbiate deciso di iscrivervi.

Come formarsi per investire in Borsa

Oltre al Conto demo, vi consigliamo vivamente di leggere dei buoni libri sull’argomento. Su portali come Amazon o eBay ne troverete diversi, valutando magari le recensioni di chi li ha già letti, per capire se sono utili o meno.

Altri strumenti per formarvi, proprio come il Conto demo, ve li mette a disposizione lo stesso Broker. Per esempio:

  • eBook da scaricare
  • Webinar in diretta da seguire
  • Video on demand caricati sulla piattaforma e visualizzabili abbisogna

Alcuni Broker prevedono tra i loro servizi anche un coach personalizzato, che vi darà assistenza sulle vostre scelte.

Ad esempio il broker OBRinvest (trovi qui il sito ufficiale) ha un ottimo centro formativo con tante risorse gratuite da utilizzare.

Piattaforme migliori per investire in Borsa

Quali sono i migliori Broker per investire in Borsa? In questo paragrafo vediamo quali sono le migliori piattaforme per provare col trading online.

eToro

Il Broker eToro (clicca qui per saperne di più) ha ben 3 licenze, quindi questo vi mette già l’animo in pace riguardo la sua serietà ed affidabilità.

Ottime le condizioni economiche offerte in termini di spread e commissioni. Inoltre, ai trader neofiti offre l’opportunità di copiare quanto fanno gli esperti (detti Popular trader) e così iniziare a guadagnare benché siano alle prime armi.

Tra gli altri servizi, abbiamo il Social trading per interagire con gli altri trader e i CopyPortfolios per poter investire su panieri di beni ed essere agevolati sulla diversificazione del proprio portafoglio titoli. Molto consigliato dagli esperti.

Forse adesso avrai capito perché questo Broker conta quasi 7 milioni di trader iscritti ed è operativo in 140 Paesi diversi.

Ha un solo account, con 200 euro di deposito minimo.

Per iniziare ad investire in Borsa con eToro clicca qui.

66% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Plus500

Il broker Plus500 (clicca qui per maggiori informazioni) ti suonerà familiare se mastichi di calcio. Dall’agosto 2020, è infatti sponsor dell’Atalanta. Mentre dal 2015 e almeno fino al 2021, è sponsor dell’Atletico Madrid. Lo è inoltre di altre squadre di calcio europee e di altri sport.

Il Broker Plus500 è anche quotato sulla London Stock Exchange, il che lo pone sotto l’autorevole lente di ingrandimento della FCA.

Il broker si fa preferire sia dai trader neofiti, visto che ha una piattaforma molto intuitiva, sia dai trader più esperti, dato che offre tanti servizi e oltre 2500 asset tra cui scegliere.

Plus500 non manca di avere una assistenza clienti in Live chat ed è tradotto in 32 lingue diverse.

Plus500 mette a disposizione una sezione formativa molto completa e un Conto demo con 100mila euro.

Inoltre, pur non prevedendo i diffusi segnali di trading, mette a disposizione un sistema di alert altrettanto utile.

Prevede un solo account, con deposito minimo di 100 euro.

Per iniziare a fare trading in Borsa con Plus500 clicca qui.

72% dei conti al dettaglio CFD perde denaro.

OBRinvest

Il broker OBRinvest (clicca qui per saperne di più) permette di scegliere tra 4 account diversi. Si va da un deposito minimo di 250 euro a un deposito minimo di 50mila euro.

Come intuibile, più si immette sul conto e più servizi si avranno a disposizione. Così come condizioni di spread più convenienti.

OBRinvest mette a disposizione i segnali di trading di una società considerata leader del settore: Trading Central. Operativa in diversi Paesi e con 3 sedi ufficiali: New York, Parigi e Hong Kong. Dove ha anche la licenza per operare.

Trading central ha ottenuto diversi premi e riconoscimenti per la sua attività, che non si ferma solo ai segnali di trading ma anche a grafici, formazione, coaching, oltre che fornire proprie piattaforme di trading.

Ma cosa sono i segnali di trading? Si tratta di indicazioni che analisti esperti danno ai trader iscritti su quando e come investire in Borsa. Per cogliere le migliori opportunità.

Possono giungere via sms, via e-mail o con la classica telefonata diretta. Dipende cosa prevede il broker e cosa predilige per essere contattato il trader.

Naturalmente, i segnali di trading di OBRinvest vanno colti al volo se si vuole sfruttare del loro potenziale. Fermo restando che non vi è obbligo di eseguire.

OBRinvest prevede anche un Glossario sui termini principali del trading online. Ebook, webinar e corsi on demand, fruibili in base all’account che avete scelto.

Il Conto demo consta di 100mila euro. La licenza è invece quella CySEC.

Per iniziare ad investire in Borsa con OBRinvest clicca qui.

Xm.com

Il broker Xm.com (clicca qui per saperne di più) è una piattaforma di trading online italiana, con licenza CySEC assegnata alla società Trading Point of Financial Instruments Ltd.

La società è stata tra l’altro inclusa nel 2017 nel prestigioso WF100 (World Finance 100).

Mette a disposizione una piattaforma estremamente user-friendly, ben adattata a tutti i browser utilizzati. Ma anche le app per fare trading online su smartphone e Android sono ben fatte e soddisfacenti.

Il Broker Xm.com offre un vantaggioso deposito minimo di 5 euro, una cifra davvero bassa. Certo è che il profitto conseguito sarà proporzionale a quanto investite, quindi è chiaro che con soli 5 euro non andrete molto lontano. Ma può essere utile per iniziare.

Anche gli spread previsti sono molto ridotti, partendo da un minimo di 1 Pip.

Malgrado il deposito minimo davvero bassissimo, prevede anche 3 conti diversi per iscriversi, nonché un Conto demo.

Interessante la formazione offerta, con webinar organizzati ogni settimana e corsi di formazione che si dividono per principianti e professionisti.

Per iniziare ad investire in Borsa con XM clicca qui.

Investire in Borsa conviene

Conviene investire in Borsa? La risposta è sì, ma se si è disposti a volersi formare di continuo, ad aggiornarsi su una materia in costante evoluzione come il trading online, se si decide di voler evitare facili scorciatoie che portano solo irrimediabilmente alla perdita di denaro.

Inoltre, conviene se possiamo permetterci di perdere il capitale che vogliamo investire. Esso deve essere denaro in più (in economia si dice surplus) e non denaro che altrimenti sarebbe destinato ad altre cose più importanti.

Investire in Borsa è una grande occasione per arrotondare il proprio stipendio, avere una entrata ex novo oppure fare la vita che si è sempre sognata.

Ovviamente, in base alle proprie esigenze di partenza, occorre investire un certo tipo di somme e del tempo.

Investire in Borsa: vantaggi dei CFD

Quali sono i vantaggi di investire in Borsa tramite i CFD? Li possiamo elencare così:

  • Possibilità di sfruttare la Leva finanziaria, uno strumento finanziario che moltiplica il proprio profitto. Ricordando però che è un’arma a doppio taglio, quindi moltiplica pure le perdite in caso di previsione errata
  • Consente di investire sia sul ribasso che sul rialzo del prezzo di un asset
  • Possibilità di investire sui più svariati asset (dalle azioni, agli indici azionari, passando per ETF, criptovalute e materie prime)
  • Replica fedelmente il prezzo dell’asset sottostante, infatti rientrano nei contratti derivati
  • Consente di accedere direttamente ai mercati finanziari

Conclusioni

Dunque, speriamo che questa guida completa su come investire in Borsa ti possa risultare utile. Ricordando le indicazioni e le raccomandazioni che vi abbiamo portato. Ricordiamoci sopratutto di usare broker certificati, come ad esempio eToro o Plus500.

Investire in Borsa può essere una grande occasione, ma è intrisa di rischi. Quindi, è una scelta molto delicata.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di ilcorsivoquotidiano.net, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di ilcorsivoquotidiano.net non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene ilcorsivoquotidiano.net e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da ilcorsivoquotidiano.net