Investire in criptovalute: guida per iniziare [2021]

Investire sulle criptovalute sta diventando una tendenza condivisa da moltissimi trader, molto probabilmente anche per le grandi potenzialità offerte da questo asset.

Ovviamente, come per tutti gli investimenti, anche quelli sulle criptovalute richiedono consapevolezza e attenzione, ma questo non significa che non si possa ottenere un buon profitto.

A questo proposito possiamo dire che se desiderate investire su Bitcoin, o su altre tipologie di criptovalute, in questo articolo cercheremo di capire qual è il modo giusto di iniziare, quali criptovalute possono offrire i rendimenti migliori e se conviene affidarsi a exchange o piattaforme di CFD.

In questo momento le migliori piattaforme di trading consentono il trading con i CFD sul prezzo di Bitcoin e di tantissime altre criptovalute. Ad esempio OBRinvest (clicca qui per visitare il sito ufficiale) permette di negoziare sulle migliori critptovalute in circolazione, non solo su Bitcoin. Per saperne di più su questa piattaforma ti consiglio di visitare il sito ufficiale.

Investire in criptovalute: come iniziare?

Prima di iniziare a investire in criptovalute è bene chiarire quali siano le modalità migliori per negoziare e speculare su questo particolare mercato.

Con l’avvento della Finanza Decentralizzata infatti, le modalità d’investimento sono cambiate. Allo stesso modo sono nati nuovi strumenti finanziari, come appunto le criptovalute. Di conseguenza possiamo dire che, se fino a poco tempo fa per investire bisognava appoggiarsi necessariamente a banche o altri intermediari, oggi non è più così.

Conviene investire in criptovalute?

Ma allora come si può fare trading di criptovalute? La risposta è piuttosto semplice, scegliendo un broker di trading online o affidandosi ad un exchange. Nel primo caso facciamo riferimento ad una delle tante piattaforme di trading online, che permettono di operare con i CFD, ovvero i contratti per differenza.

Si tratta di particolari strumenti finanziari derivati, e come tali replicano l’andamento del sottostante. Questo significa che non si compreranno direttamente le valute digitali, ma si negozierà sul derivato, speculando sulle diverse oscillazioni dell’asset sul quale volete investire o vendendo allo scoperto. Chiaramente per iniziare ad operare su una piattaforma di trading, bisognerà depositare un capitale e, anche se le cifre variano in base al broker, comunque saranno più contenute rispetto a quelle richieste dalle banche.

Un’altra modalità che permette di investire in criptovalute è quella di comprare, o vendere, valute digitali tramite un servizio di exchange. Su queste particolari piattaforme è possibile comprare direttamente le valute digitali, per poi conservarle su un portafoglio virtuale.

Dopodiché potete decidere di conservarle, di venderle o anche si scambiarle con una delle valute FIAT, ovvero Euro e Dollaro. In ogni caso possiamo affermare con certezza che non esiste una modalità migliore per investire in criptovalute. Infatti molto dipende dall’indole dell’investitore e dal tipo di operazioni che desidera eseguire.

È chiaro che, se desiderate compare e scambiare criptovalute, dovrete affidarvi a un exchange. Al contrario se volete guadagnare dalle oscillazioni del valore della cripto, la scelta giusta sono le piattaforme di trading.

Piattaforme per investire in criptovalute

Di seguito vi proponiamo le migliori piattaforme per investire in criptovalute:

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGIISCRIZIONE
Social trading, copy tradingCopy fundsISCRIVITI
Servizio CFDConto demo illimitatoISCRIVITI
Spread bassi, CFDSegnali gratisISCRIVITI
Bonus da 25€Conti Zero spreadISCRIVITI
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.

✅ Cosa significaSpeculare sul prezzo delle criptivalute o investire a lungo termine accumulando (hold)
💻 Dove trovare le migliori piattaformeExchange regolamentati o piattaforme CFD
👍 CommissioniZero con le migliori piattaforme
🥇Migliore piattaforma con conto demoeToro
🥇Miglior broker per criptovaluteCapital.com
🥇Miglior Exchange sicuroBinance

Investire in criptovalute tramite Exchange

Come ormai sappiamo le criptovalute sono tra gli asset d’investimento più volatili e scambiati dai trader di tutto il mondo, anche con l’utilizzo dei Contratti per Differenza. Tuttavia se avete deciso di comprare direttamente una o più criptovalute, allora dovete orientarvi verso una piattaforma di exchange.

Tramite questi servizi è infatti possibile comprare, vendere e scambiare criptovalute con altre valute, ma vediamo di approfondire meglio questo concetto. Possiamo definire un exchange come un luogo dove non solo si possono acquistare e possedere direttamente le criptovalute, ma dove è possibile scambiare questi strumenti con monete FIAT. In particolare facciamo riferimento a quelle monete, reali e legalmente riconosciute, come ad esempio Dollaro ed Euro.

Di conseguenza abbiamo a che fare con un intermediario che permette di portare a termine operazioni di compravendita su specifiche criptovalute. A oggi il settore delle criptovalute continua la sua forte crescite e, di conseguenza, incrementano anche i servizi di exchange disponibili sul mercato.

Tuttavia è fondamentale scegliere piattaforme affidabili e sicure e per farlo bisogna documentarsi, sia rispetto alla criptovalute su cui si vuole investire, sia sulla piattaforma che si intende usare. Il nostro consiglio è quello di utilizzare solo servizi autorizzati e regolamentati, così da essere sicuri, non correre rischi e non cadere vittima di truffe.

In ogni caso tra gli exchange più diffusi e utilizzati, nonché provvisti delle dovute autorizzazioni, possiamo trovare Binance, e

Exchange Binance

Binance è una delle più diffuse piattaforme di exchange. Nato nel 2017, nell’arco di un anno è riuscito ad arrivare tra i cinque migliori servizi di scambio di criptovalute, nonché tra i più utilizzati a livello globale.

Ciò che rende Binance una piattaforma unica sono sicuramente l’ampia offerta di criptovalute disponibili, che può contare anche moltissime altcoin emergenti, e la su interfaccia semplice e intuitiva. Binance permette infatti di comprare Bitcoin o Ethereum utilizzando valuta tradizionale, dopodiché sarà possibile conservare o scambiare le criptovalute ottenute, con tutte le altre presenti sulla piattaforma.

Le commissioni applicate da Binance sono piuttosto contenute e sono appena dello 0,2% su ogni compravendita di criptovalute. Attualmente su Binance si possono scambiare più di 500 criptovalute. C’è da dire che per molte delle quali il volume di scambi generato da questa piattaforma rappresenta la quasi totalità del volume complessivo.

Iscriviti subito su Binance cliccando qui.

Exchange Crypto.com

è uno dei molti servizi di exchange presenti sul mercato e nasce come società di criptovalute con l’obiettivo di trasportare il mondo verso l’utilizzo di questi particolari strumenti finanziari.

Proprio per questo si è sempre impegnata a mantenere aggiornato la sua scelta di criptovalute, così da offrire agli tenti numerose opzioni d’investimento.

Grazie a questa scelta l’exchange è diventato uno della piattaforma più potenti, affidabili e utilizzate. Crypto.com è infatti un vero e proprio punto di riferimento del settore delle criptovalute e qui è possibile comprare, conservare, spendere e scambiare criptovalute. A questo bisogna poi aggiungere la possibilità di sfruttare un cash-back per gli acquisti eseguiti, ma anche sconti e premi.

Investire in criptovalute con piattaforme CFD

Accanto agli exchange sui quali è possibile comprare direttamente le criptovalute, possiamo trovare anche l’alternativa del trading di valute digitali.

In particolare grazie ai broker di trading online oggi è possibile investire in autonomia, senza doversi più affidare a banche o intermediari. In ogni caso su queste piattaforme di trading è possibile negoziare sui CFD, ovvero i contratti per differenza.

Si tratta di particolari strumenti finanziari che replicano l’andamento dell’asset sottostante e di conseguenza non si possiederà fisicamente la criptovaluta, ma si opererà sul derivato. Questo permette anche di ridurre la propria esposizione al rischio.

Quindi se deciderete di scegliere un broker per fare trading di criptovalute potrete evitare di ricordare le password di accesso al wallet e non dovrete temere violazioni alla sicurezza del portafogli o dell’exchange. Un altro grande vantaggio offerto dalle piattaforme di trading è la semplicità di utilizzo rispetto agli exchange, che possono rivelarsi piuttosto complicati da gestire. Senza considerare le diverse funzionalità messe a disposizione.

Normalmente infatti gli exchange possiedono una serie di strumenti piuttosto limitata, mentre le piattaforme di trading online e CFD possiedono funzioni quali stop loss o gli ordini di take profit.

Ma ciò che differenzia exchange e broker online è la presenza di regolamentazioni e licenze che possano tutelare gli investitori. Infatti se per gli exchange non sono previste regolamentazioni, motivo per cui non sono totalmente sicure, lo stesso non si può dire delle piattaforme di trading.

Bisogna tenere presente che ogni broker online, per poter offrire i suoi servizi, deve avere delle precise licenze e attestare la trasparenza e la sicurezza delle piattaforme.

eToro

eToro è uno dei migliori broker online per il trading, ma offre anche la possibilità di comprare criptovalute con modalità diverse.

Infatti questa piattaforma permette ai suoi utenti di acquistare valuta digitale sia in modo diretto, appoggiandosi a eToroX, oppure tramite CFD. In questo caso sarà possibile operare tramite strumenti sottostanti, che replicano l’andamento del titolo da cui derivano, e di conseguenza vendere allo scoperto guadagnando sia che il mercato salga, sia che scenda.

Ciò che ha reso celebre eToro però sono le funzioni di Copy Trading e Social Trading, due strumenti nuovi che permettono anche ai trader inesperti di investire e guadagnare.

Infatti utilizzando il Copy Trading potrete copiare le strategie e le posizioni dei trader più bravi. In questo modo sarà possibile apprendere le meccaniche e i segreti dei migliori investitori e, al tempo stesso, guadagnare. A questo bisogna aggiungere la sezione di eToro dedicata allo scambio di informazioni, il Socia trading.

Si tratta di un vero e proprio forum dove è possibile condividere informazioni, opinioni o consigli sul mercato e sull’andamento dei vari asset.

Iscriviti subito su eToro cliccando qui.
66% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Plus500

Un’altra alternativa per investire in criptovalute, è rappresentata da un broker molto diffuso, ovvero Plus500. Si tratta di una piattaforma molto curata e professionale e per questo largamente utilizzata da professionisti. Proprio per questo motivo moltissime persone la utilizzano ogni giorno, soprattutto se desiderano negoziare con CFD.

Infatti Plus500 offre esclusivamente asset e beni negoziati tramite contratti per differenza. Tra questi troviamo ovviamente diverse tipologie di criptovalute anche perché, fin dall’arrivo di Bitcoin Plus500 ha offerto la possibilità di impiegare CFD su questo asset. In ogni caso su Plus500 sono disponibili anche criptovalute come:

  • Bitcoin
  • Ethereum
  • Litecoin
  • Ripple
  • Polkadot
  • Cardano

Inoltre su questo broker è presente un conte demo, una sorta di simulazione dei mercati grazie alla quale si potrà investire senza rischi e utilizzando denaro virtuale. Potrete così testare la vostra strategia e affinare la tecnica prima di fare sul serio e investire denaro reale.

Iscriviti subito su Plus500 cliccando qui.
72% dei conti al dettaglio CFD perde denaro.

OBRinvest

Un’altra ottima piattaforma per fare trading di criptovalute è sicuramente OBRinvest. Questo broker, oltre ad essere autorizzato e regolamentato da CySEC e a garantire alti standard di sicurezza, offre uno dei miglior servizi di segnali di trading.

OBRinvest ha infatti deciso di aiutare i suoi utenti integrando segnali semi automatici, creati da veri e propri analisti professionisti, in grado di coprire il mercato 24/7 e di indicare con una notifica il memento migliore per operare.

Inoltre i segnali di trading offerti da OBRivest sono semi-automatici, quindi vanno manualmente confermati dal trader e di norma sono a pagamento. Tuttavia questo broker offre il servizio gratuitamente.

Iscriviti subito su OBRinvest cliccando qui.
78,15% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Investire in criptovalute conviene?

Come abbiamo visto sempre più persone si stanno orientando verso gli investimenti su criptovalute e una domanda ora sorge spontanea.

Conviene operare su questo particolare asset? Se dovessimo considerare il solo interesse degli investitori, potremmo notare come ogni mese vengano eseguite oltre settecento mila ricerche legate alle valute digitali.

Di conseguenza possiamo intuire come l’iniziale titubanza di molti investitori e i pregiudizi rispetto alle criptovalute, bollate inizialmente come truffe, stiano lentamente scemando. Anzi possiamo dire, almeno in generale, che cripto monete sono sicure, ma è sempre bene informarsi sullo strumento sul quale si desidera investire.

In ogni caso le criptovalute sono un buon investimento, sia dal punto di vista della diversificazione, sia per le potenzialità di questo asset, perfetto per chi desidera vendere allo scoperto. Ci sono quindi buone opportunità tra i cripto asset, anche se gli asset volatili possono avere grosse oscillazioni di prezzo, perciò è bene considerare l’esposizione al rischio, che può anche essere elevata.

Su quali criptovalute investire?

Ora che abbiamo più chiaro il funzionamento del trading di criptovalute, cerchiamo di capire quali sono le valute digitali che stanno riscuotendo maggiore successo tra gli investitori.

Infatti, soprattutto quando si è alle prime armi, è bene concentrarsi su alcune criptovalute poiché riescono ad adattarsi meglio ai profili degli investitori. In ogni caso però è sempre meglio affidarsi ad una piattaforma di trading che possa offrire un conto demo, così da testare la vostra operatività con denaro virtuale e, solo in un secondo momento, usare denaro reale.

Le criptovalute emergenti del 2021 sono sicuramente Bitcoin ed Ethereum, ma anche Binance Coin, Cardano, Polkadot e Ripple, ma vediamo ci conoscerle meglio.

Investire in Bitcoin

Non si poteva che partire dalla regina di tutte le criptovalute, ovvero Bitcoin, che oltre ad essere la valuta digitale per eccellenza è anche una delle più importanti.

Questo particolare strumento, che ha preso vita nel lontano 2009, oggi può vantare più di un miliardo di dollari in capitalizzazione di mercato e una tecnologia open source ancora all’avanguardia. In particolare Bitcoin si basa su un registro informatico decentralizzato che funziona esattamente come un libro mastro, nel quale vengono registrate tutte le transazioni digitali. Rispetto al token BTC possiamo dire che le monete sono limitate e possiedono una soglia massima di 21 milioni.

Ovviamente però non tutti i token circolano sul mercato e anzi, spetta a trader e miners creare nuovi blocchi e, solo successivamente, riscuotere i token come ricompensa. Possiamo quindi dire che le caratteristiche di Bitcoin sono la blockchain e gli scambi peer-to-peer e questo ha garantito a Bitcoin di differenziarsi dalla altre criptovalute e da valute tradizionali come Euro o Dollari USA.

Infatti nessuna autorità controlla l’emissione di monete e le transazioni, lasciando tutto nelle mani di Bitcoin. Altra caratteristica di Bitcoin è la grande volatilità, comune a buona parte del mercato delle criptovalute. Infatti è del tutto possibile che il valore di Bitcoin salga, raggiungendo picchi da record, per poi scendere vertiginosamente anche in poche ore.

Proprio per questo motivo, buona parte dei trader reputano Bitcoin un bene di rifugio, esattamente come il petrolio o l’oro, ossia in grado di difendere il proprio capitale dall’inflazione sul lungo periodo. A questo proposito ricordiamo che è fondamentale conoscere l’andamento futuro di Bitcoin prima di scegliere il modo in cui operare.

Per approfondimenti: Trading Bitcoin.

Investire in Ethereum

Passiamo adesso a quella che è la seconda criptovaluta per importanza, diffusione e capitalizzazione di mercato, ovvero Ethereum.

Questa particolare valuta digitale può vantare una comunità vasta e solida, sulla quale appoggia una tecnologia sempre all’avanguardia e innovativa. Tutto questo, insieme alla blockchain e agli Smart Contract della piattaforma, ha permesso ad Ethereum di attestarsi tra le migliori criptovalute del mercato.a questo proposito possiamo vedere come i contratti intelligenti di Ethereum, tra le altre cose, permettono agli sviluppatori di creare applicazioni decentralizzate.

Questo permette di allargare la base di utilizzo e soprattutto la fruibilità del sistema, aumentandone la democratizzazione. Inoltre, date le sue caratteristiche, la blockchain Ethereum supporta diverse tipologie di token, oltre ovviamente alla sua moneta nativa, ovvero Ether.

Rispetto alle previsioni e al futuro andamento, possiamo notare come la quotazione attuale si aggiri intorno ai 2.500 UDS per token, ma già a maggio il valore era cresciuto a 4.000.

Per approfondimenti: Trading Ethereum.

Investire in Cardano

Veniamo adesso a Cardano, una valuta digitale partita come emergente e che è riuscita a mantenere ben alto il suo standard, arrivando ad attestarsi tra i grandi nomi del settore.

Questa criptovaluta nasce nel 2015, dall’unione di un gruppo di sviluppatori, con una finalità comune. L’obiettivo fondamentale di Cardano era quello di creare una blockchain che funzionasse meglio rispetto a quelle di prima e seconda generazione. In particolare rispetto ai protocolli utilizzati da Bitcoin ed Ethereum. Inoltre un aspetto fondamentale di questa criptovaluta è il concetto di smart contract, centrale quando si tratta del token di Cardano, ADA.

Infatti a differenza di Bitcoin questa moneta non utilizza un sistema proof-to-work, ma un meccanismo proof-of-stake. Questi significa che alcuni utenti di Cardano, i cosiddetti validatori, sono chiamati a convalidare le transazioni di token ADA, congelando una parte del loro capitale.

In cambio di questo congelamento, i validatori ricevono una moneta per ogni procedura completata con successo. Il questo particolare sistema, denominato Ouroboros, oltre ad essere particolarmente innovativo, permette alla società di avere spese di transazione piuttosto basse.

In ogni caso Cardano ha dimezzato il suo valore nel 2020, scendendo a 0,40 dollari, ma recentemente ha fatto registrare un ambio di passo. Il valore del token è infatti arrivato a superare la cifra di 2,30 dollari, tanto da essere intesa come principale alternativa ad Ethereum.

Investire in Polkadot

Polkadot, oltre ad essere uno dei migliori progetti del 2020, è anche uno dei più innovativi ed avanzati del settore. In particolare possiamo dire che questo protocollo punta a fornire ai suoi utenti una rete peer-to-peer più avanzata, in grado di collegare, e far cominicare, dei sistemi multi-blockchain. In altre parole Polkadot è una piattaforma tramite cui sistemi differenti possono lavorare insieme.

Il progetto di Polkadot nasca dall’idea degli sviluppatori della Web3 Foundation, che attualmente ha sede in Svizzera. Il token di Polkadot, DOT è stato introdotto sui mercati criptovalutari nel 2017, e al suo debutto ha raccolto più di 140 milioni di dollari.

Questa criptovaluta si distingue per la sua prospettiva al ribasso, che potrebbe portare il token lontano dai livelli recenti.

Tuttavia, secondo molti analisti, questa discesa nasconderebbe un’ulteriore risalita, con un prezzo che, nei prossimi cinque anni, potrebbe anche raggiungere e superare le quotazioni fin’ora raggiunte.

Investire in Ripple

Un’altra criptovalute largamente diffusa è Ripple, o XRP. Creata da Ripple Labs, questa moneta virtuale rappresenta una delle maggiori, e più “vecchie”, alternative a Bitcoin. Tra le sue caratteristiche possiamo sicuramente notare l’elevata rapidità, i costi più bassi e la semplicità con la quale si può scalare, soprattutto se paragonata ad altri sistemi.

Ma ciò che ha reso celebre XRP è di certo la sicurezza relativa alla validazione delle transazioni, decisamente più efficacie se paragonata a quella di altre critpovalute.

Inoltre la velocità di scambio rende Ripple una delle criptovalute più utilizzate per effettuare transazioni tra privati. In ogni caso possiamo la moneta è alimentata da algoritmi matematici e segue regole fisse che non possono essere in alcun modo modificate.

Investire in Binance Coin

Binance Coin, nota anche come BNB, è la criptovaluta lanciata dall’omonimo exchange, ma non solo.

Ad oggi infatti Binance è la piattaforma di scambi in criptovalute più diffusa a livello globale. Per sottolineare il grande successo di questo servizio possiamo notare come il valore del token BNB sia progressivamente cresciuto, registrando un’impennata piuttosto significativa all’inizio di quest’anno.

Proprio per questo diversi trader hanno scelto di aggiungere quest valute digitali ai propri wallet digitali, o comunque hanno dimostrato molto interesse verso questo strumento.

Come molte altre criptovalute anche Binance Coin ha un numero massimo di token disponibili, che oggi si aggira intorno ai 170.532.785 BNB e di questi sono in circolazione circa 153.432.897, almeno all’inizio di maggio. Chiaramente visto il successo della cripto le cifre potrebbero cambiare ma, in ogni caso, ricordiamo che il modo più semplice per acquistare questa criptovaluta è affidarsi a un exchange o una delle maggiori piattaforme di trading presenti online.

Investire in criptovalute: opinioni

Se avete deciso di investire in criptovalute molto probabilmente andrete a informarvi online su quale sia la piattaforma migliore o su quale strumento convenga investire.

Fate attenzione però, districarsi tra le diverse e tante opinioni può non essere semplice, senza considerare che potreste imbattervi in qualche profilo fake o in meccanismi che celano truffe.

Per questo l’unico consiglio che un trader esperto potrebbe darvi è quello di scegliere solo piattaforme autorizzate, regolamentate e, più in generale, di informarsi e studiare con attenzione l’asset e lo strumento finanziario su cui desiderate investire.

Questo perché gli enti di controllo regolano l’operatività finanziaria in Italia e in Europa, di conseguenza le piattaforme autorizzate possono garantire meccanismi trasparenti, alti standard di sicurezza e tutele nei confronti degli utenti.

In questa guida abbiamo presentato solo broker di trading ed exchange regolamentati e tra questi possiamo trovare anche eToro, OBRinvest e Plus500.

Queste piattaforme offrono anche altre funzionalità, come il conto demo, che permette di operare in una simulazione utilizzando denaro virtuale. Sarà così possibile prendere dimestichezza con la piattaforma che avete scelto, con le sue meccaniche e con le dinamiche del mercato, il tutto senza rischi.

Sarete voi a decidere quando interrompere la demo e iniziare a investire con capitale reale.

Domande frequenti su investimenti in criptovalute

Conviene investire in criptovalute?

Sì, ma solo se ci si affida a piattaforme regolamentate. Che si tratti di broker di trading online o exchange, ricordate di controllare la presenza delle autorizzazioni necessarie per operare e informatevi sull’asset sul quale desiderate investire.

In che modo posso investire in criptovalute?

Le modalità più diffuse per investire un criptovalute sono sicuramente le piattaforme di trading e gli exchange. I broker online permettono di utilizzare i CFD, mentre sugli exchange è possibile comprare, rivendere e conservare le valute digitali.

Gli exchange sono sicuri?

Esattamente come le piattaforme di trading online, anche gli exchange sono un metodo facile e sicuro per investire in criptovalute.

Gli exchange più popolari, come Binance, sono sicuri. Molto dipende anche dagli accorgimenti che mette in atto l’utente per proteggere il proprio account.

Investire in criptovalute è sicuro?

La risposta è ovviamente sì, ma solo se si sceglieranno piattaforme autorizzate e certificate. I broker e gli exchange a cui facciamo riferimento nella guida possiedono tutti le autorizzazioni necessarie per operare in Italia e in Europa, di conseguenza possono offrire alti standard di sicurezza e tutele verso gli utenti.

Investire in criptovalute

Conclusioni

Le criptovalute rappresentano, ancora oggi, uno degli asset d’investimento più utilizzati e di conseguenza è lecito pensare che possano offrire ottime potenzialità di guadagno. Infatti le valute digitali sono viste sempre di più come un’alternativa alle monete tradizionali, rispetto alle quali possiedono diversi vantaggi e punti a favore.

Uno tra tutti la presenza della blockchain e la caratteristica di non dipendere in alcun modo da un’autorità centrale, come ad esempio un Governo o una banca.

Detto questo possiamo sottolineare come i modo migliori per investire in criptovalute siano le piattaforme di trading e i servizi di exchange che, pur offrendo opzioni diverse, permettono di approfittare delle loro caratteristiche.

A questo possiamo aggiungere il fatto che molte criptovalute vengono prodotte in quantità fissa, il che le rende un ottimo bene di rifugio. Senza considerare che vista la loro volatilità possono essere una buona soluzione per chi vuole diversificare i propri investimenti.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di ilcorsivoquotidiano.net, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di ilcorsivoquotidiano.net non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene ilcorsivoquotidiano.net e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da ilcorsivoquotidiano.net