L’effetto della leva finanziaria: come funziona nel trading ?

Molte operazioni finanziarie che generano enormi profitti hanno come al loro interno l’uso di un concetto fi finanza molto interessante che è la leva finanziaria. Grazie al cosiddetto effetto leverage molte banche, invece di fare da prestatori di denaro, speculano sui mercati con grandissimi rischi. Sappiamo che molte di loro hanno a bilancio i derivati ma spesso trascurano la pericolosità di questo strumento. Cerchiamo di capirne di più con qualche numero ed esempio. Prima però le basi.

Il concetto di leverage:

Cos’ è la leva finanziaria ?

Molto spesso chi opera nel forex o nel trading con i Contract for difference (CFD) utilizza un conto e cerca di fare delle operazioni sui mercati per realizzare un profitto. Il capitale che investe può essere medio alto ma piccole somme possono solo “smuovere” operazioni molto limitate. E’ per questo motivo che è stato introdotto il concetto di leva finanziaria. E’ un meccanismo che consente di amplificare la portata delle proprie transazioni con un effetto moltiplicatore. Se ho una leva 1:100 ad esempio ciò significa che con 10 euro posso accedere ad operazioni di 10 x 100 = 1000 euro.

In questo modo il broker copre la parte di capitale che non avete e voi avete accesso ad operazioni più ampie. Ovviamente chi fa trading può guadagnare in base alla somma che investe. Questo implica anche che ci possano essere delle perdite superiori perchè anche il rischio si amplifica. In generale è bene stare alla larga da società che offrono leve finanziarie troppo alte. E’ bene dire però che si possono fare dei profitti molto più alti

Come funziona il leverage ?

Come detto in precedenza, se supponessimo di investire 10 euro non potremmo praticamente fare nulla. Chi vuole speculare e fare trading vuole rischiare. Dunque supponiamo di prendere in prestito la parte di capitale che mi manca. Usando la leva 1:100 dell’esempio prendo in prestito 990 euro. Dunque se le operazioni e le previsioni fatte sono corrette stiamo investendo 1000 euro impegnandone solo 10 del nostro capitale. Supponiamo che il margine sia del 20% ho guadagnato 1200 euro ma devo restituirne 990 quindi ho realizzato un profitto di 210 euro con soli 10 euro.

Capirete che se questo ragionamento viene replicato per tante volte è possibile fare dei profitti altissimi. Che succede però se l’operazione è in perdita? Succede che l’esposizione al rischio è molto più alta e dunque si rischia di perdere molto di più di quanto investito.

Ovviamente ogni attività di investimento ha un rischio di perdita con cui si deve convivere se si vuole fare il mestiere del trader.

La leva finanziaria ha dunque il vantaggio di poter realizzare molti più profitti con una liquidità minore. Se abbiamo deciso ad esempio di investire in titoli azionari di Microsoft e vogliamo comprare nel mercato tradizionale 1000 azioni, supponendo che queste valgano 1 euro dovrei spendere 1000 euro. Se invece utilizzo i derivati supponiamo di investire 100 euro con una leva 1:10.

Se la quotazione di ogni azione di alza ad esempio di 0,20 centesimi possiamo realizzare un profitto di 1200 euro. Poichè 1000 sono quelli investiti abbiamo in pratica realizzato 200 euro di profitti con 10 euro che è pari al 200% di rendimento, non male.

Come è possibile questo ? Sfruttando la marginazione.

Fare trading sfruttando la marginazione

Il capitale che il trader deve investire inizialmente è detto margine o deposito richiesto. Un margine rappresenta una piccola parte dell’investimento che viene espresso in percentuale a copertura. Nell’esempio precedente supponiamo che il requisito di margine sia del 10%. Ciò significa che l’intermediario per aprire la posizione ci chiederebbe 100 euro = 10% x 1 € x 1000 azioni Microsoft.

Grazie alla leva è possibile dunque depositare molto meno e si può realizzare un profitto molto più alto. Si può dire la stessa cosa se si acquistano fisicamente i titoli in borsa?

Vantaggi e svantaggi dell’utilizzo della leva

Gli svantaggi sono dati dal fatto di amplificare le perdite, possiamo però riassumere i vantaggi:

  • è possibile operare con meno capitali mantenendo la propria liquidità
  • è possibile amplificare i guadagni
  • è possibile accedere a operazioni con più esposizione, molto più grandi del capitale a disposizione
  • è possibile fare più operazioni in leva in parallelo

Se volete fare trading online usando la leva finanziaria potete utilizzare vari mercati. I trader effettuano i loro investimenti in leva su tantissimi asset di mercato come le azioni di borsa, il forex e le materie prime. Molti broker offrono leve alte dunque è bene essere consapevoli dei rischi, tuttavia quelli più equi offrono delle piattaforme molto efficaci come eToro e Markets, che da questo punto di vista sono una sicurezza.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di ilcorsivoquotidiano.net, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di ilcorsivoquotidiano.net non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene ilcorsivoquotidiano.net e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da ilcorsivoquotidiano.net