Prezzo dell’oro volatile, ma dentro trading-range 1.650-1.750 dollari

Si è appena conclusa una settimana abbastanza volatile per le quotazioni dell’oro, che hanno terminato gli scambi a 1.745,65 dollari l’oncia, facendo registrare una performance a 5 sedute pari a +2,8%. Ampio il trading range dell’intera ottava, con minimo a 1.666,20 dollari e massimo a 1.764,20 dollari. Un’escursione vicina ai 6 punti percentuali che rivela come gli investitori in materie prime, al momento, siano incapaci di prendere una netta direzione. Da circa tre settimane ogni rialzo sopra area 1.750 dollari viene venduto ed ogni discesa sotto 1.680 dollari viene comprata.

Dopo un inizio di ottava blando, il prezzo dell’oro ha recuperato terreno in scia alle pessime notizie macro che sono arrivate da tutto il mondo, messo a dura prova dalla pandemia da coronavirus. Il calo dai massimi segnalati in precedenza è stato causato dal rinnovato vigore degli indici azionari di Wall Street, che hanno ritornato a correre dopo il nuovo provvedimento di aiuti alle imprese statunitensi varato dal governo Trump. La firma al nuovo pacchetto di stimoli fiscali in soccorso delle piccole e medie imprese, per un valore di 484 miliardi di dollari è arrivato prima degli scambi dello scorso Venerdì, trasformando il rosso dei futures sugli indicici a stelle e strisce in un verde brillante. Ben 16 stati dell’unione si stanno preparando ad allentare la morsa del lokdown, una decisione che è piaciuta alle borse.

Un nuovo contributo alle aziende da parte del governo USA si è reso necessario dopo che per la quarta ottava consecutiva, il saldo delle nuove richieste di sussidio di disoccupazione è cresciuto di diversi milioni di unità. I nuovi richiedenti indennizzo sono infatti aumentati di quasi 4,4 milioni di unità, elevando il totale dell’ultimo mese a 26 milioni di unità. In pratica nelle ultime quattro settimane sono stati spazzati tutti i posti di lavoro creati dalla crisi finanziaria del 2008.

Prezzi del metallo giallo che avevano beneficiato anche della lettura peggiore delle attese degli ordinativi di beni durevoli negli USA , che nella stima preliminare hanno evidenziato una contrazione del 14,4% su base mensile. Gli analisti, invece, avevano pronosticato un minor calo, pari a -12%. Un dato che evidenzia un forte crollo rispetto al +1,1% di Febbraio. Migliore delle attese, invece, la rilevazione preliminare del suddetto dato al netto del settore trasporti, in calo dello 0,2% contro una flessione più marcata, nell’ordine del -6,5%, stimata dal consensus. Una lettura che ha sorpreso rispetto anche al -0,7% di Febbraio.

Molti trader ne stanno approfittando utilizzando le piattaforme CFD certificate. Ad esempio con eToro (clicca qui per visitare il sito ufficiale) si hanno a disposizione strumenti molto utili come il copy trading per poter copiare le strategie dei migliori investitori o interi asset di mercato. Per saperne di più sul social trading di eToro clicca qui per visitare il sito ufficiale.

66% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Andamento prezzo oro sul breve-medio periodo

Dopo aver trovato supporto sull’importante sostegno daily rappresentato dalla media mobile a 25 giorni (la linea mediana sul grafico giornaliero, in alto), il prezzo dell’oro non è riuscito a sfondare i massimi di periodo, toccati a metà Aprile quota 1.788 dollari. Le quotazioni del metallo giallo sono state attratte nuovamente dalla media mobile a 10 giorni (la prima linea dall’alto verso il basso sul grafico), che passa in area 1.722.

Sotto il livello appena indicato, quindi, possibile nuovo test di EMA 25, che transita in area 1.690 dollari.

Tuttavia, l’allarme rosso scatterà soltanto con chiusura giornaliera o peggio ancora settimanale, sotto la media mobile a 50 giorni (la prima linea dal basso verso l’alto sul grafico), che passa in area 1.655 dollari. Sotto EMA 50 possibili affondi in area 1.550-1.500 dollari.

Sopra area 1.790 possibili allunghi fino ad area 1.850 dollari con possibili estensioni in area 1.860-1.900 dollari.

Modello di trading sull’oro – valido da 1 a 5 giorni

Il modello di trading Long si attiva con chiusura oraria oltre quota 1.749,25$ e consiglia di prendere i primi profitti a quota 1.755,95 e 1.766,75 dollari; stop loss in caso di discesa sotto quota 1.742,60$.

Mantenere o sovrappesare le operazioni rialziste in caso di break-out orario di quota 1.766,75$, per cercare di approfittare di eventuali allunghi in prima battuta a quota 1.773,50$ e successivamente a quota 1.784,50$; stoppare le operazioni in caso di ritorno sotto 1.745,65$ in chiusura oraria.

Insistere con nuove posizioni Long in caso di estensioni al rialzo sopra quota 1.784,50$ in chiusura di candela oraria, per cercare di sfruttare ulteriori balzi in area 1.812,70 e 1.835 dollari, estesi in area 1.864,80 dollari; stop loss in caso di ritorno sotto 1.764,20$ in close orario.

Suggeriti acquisti sulla debolezza in caso di affondo in area 1.663,80$, per tentare di sfruttare eventuali rimbalzi in prima battuta a 1.680$ ed in secondo luogo a 1.697,65$, estesi a 1.708 15$; stop loss in caso di possibili flessioni sotto quota 1.655$ in chiusura daily.

Il modello di trading Short, invece, prende forma con chiusura oraria minore di quota 1.742,60$ e fissa i primi due obiettivi in area 1.731,85 e 1.725,35 dollari; stop loss in caso di recupero sopra 1.749,25$ in chiusura oraria.

Mantenere o incrementare le posizioni corte in caso di discesa sotto quota 1.725,35$ in chiusura di candela oraria, per tentare di ricoprirsi in primo luogo a quota 1.714,65$ e successivamente a quota 1.708,15$; stoppare le operazioni in caso di ritorno sopra quota 1.742,60$ in close orario.

Si consiglia insistere con nuove posizioni Short in caso di flessione sotto quota 1.708,15$ in chiusura di candela oraria, per sfruttare eventuali cali in area 1.697,65 e 1.680 dollari, estesi in area 1.663,80$; stoppare le operazioni in caso di recupero oltre quota 1.731,85$ in close orario.

Short speculativi in caso di allungo in area 1.864,80$, per approfittare di eventuali correzioni prima a 1.835,65$ e successivamente a 1.827,60$, estese a quota 1.809,35$; stop loss con close daily sopra quota 1.883$.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di ilcorsivoquotidiano.net, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di ilcorsivoquotidiano.net non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene ilcorsivoquotidiano.net e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da ilcorsivoquotidiano.net