Oro sui minimi ad 1 mese si aggrappa a supporto in area 1.320 dollari

Aumenta la propensione al rischio verso i mercati finanziari e come di conseguenza scende la domanda di un bene rifugio come l’oro, che ha mandato in soffitta la scorsa ottava facendo registrare un calo di quasi lo 0,90%, rispetto alla chiusura settimanale precedente.

La performance negativa del metallo giallo è stata alimentata anche dal rimbalzo del biglietto verde, poiché essendo l’oro quotato in dollari, diventa un investimento meno conveniente per i titolari di valuta diversa da quella statunitense, quando questa aumenta di valore.

Oro giù, quindi, con il calo delle tensioni geopolitiche internazionali, che hanno visto sia il raffreddamento dei toni tra USA e Russia, in merito alla questione siriana, ma soprattutto l’avvio del processo di pacificazione tra le due Coree, con lo storico incontro tra il leader nordcoreano Kim Jong-un ed il presidente sudcoreano Moon Jae.

Sotto l’aspetto macro, è stata un’ottava sfavorevole all’oro, poiché costellata da dati economici che impattano positivamente sulla politica della Federal Reserve, in materia di tassi d’interesse. La lettura più attesa era senza dubbio quella relativa al PIL USA del primo trimestre dell’anno, che evidenziando una crescita del 2,3% ha battuto le attese degli analisti, ferme a +2%. Una rivelazione positiva, che tuttavia nasconde anche qualche ombra, poiché il dato ha mostrato una frenata rispetto al +2,9% dell’ultimo trimestre del 2017.

Rallenta anche la crescita dei consumi, che hanno evidenziato un progresso dell’1,1%, ma tuttavia in frenata rispetto al +4% messo in luce negli ultimi tre mesi dello scorso anno.

Andamento quotazioni oro sul breve-medio periodo

Nuova fase di debolezza per il prezzo dell’oro sul breve-medio periodo, dopo la chiusura settimanale al di sotto di tutte le medie mobili di riferimento, a 10-25 e 50 giorni. Le quotazioni del metallo giallo ristagnano pericolosamente vicino all’importante supporto tecnico individuato in area 1.320 dollari, un importante sostegno che in caso di violazione potrebbe far scivolare i prezzi in area 1.300 dollari, in prima battuta, e successivamente verso quota 1.290 dollari, area su cui dovrebbero essere chiuse le posizioni ribassiste, poiché, potrebbero scattare le prime ricoperture oppure gli acquisti speculativi sulla debolezza, pena un ulteriore crollo in area 1.270 dollari.

Anche in caso di epilogo negativo, tuttavia non si escludono eventuali pull-back di prezzo in area 1.328-1.330 dollari, zona su cui si incrociano le medie mobili a 10 e 50 periodi (rispettivamente la prima linea dal basso verso l’alto e la linea mediana sul grafico con time-frame giornaliero, in alto).

Quadro grafico di breve-medio periodo, che invece inverte in positivo soltanto in caso di recupero, in chiusura daily o meglio ancora settimanale, oltre la media mobile a 25 periodi (la prima linea che cade dall’alto verso il basso sul grafico), transitante in area 1.332-1.332,50 dollari.

Superata la resistenza dinamica appena citata, le quotazioni potrebbero dirigersi prima verso area 1.350 dollari e successivamente tentare un attacco ai recenti massimi in area 1.365 dollari.

Pattern di trading sull’oro valido da 1 a 5 giorni

Il pattern di trading Long si attiva in caso di chiusura oraria maggiore di quota 1.325,35$ e consiglia di prendere i primi profitti in area 1.330,40 e 1.335,50 dollari; stop loss in caso di discesa sotto quota 1.315,30$. Mantenere o sovrappesare le operazioni rialziste in caso di break-out orario di quota 1.335,50$, per cercare di approfittare di eventuali allunghi in prima battuta a quota 1.337,25$ e successivamente a quota 1.342,35$; stoppare le operazioni in caso di ritorno sotto quota 1.325,30$ in chiusura oraria.

Lecito insistere con nuove posizioni Long in caso di estensioni al rialzo sopra quota 1.342,35$ in chiusura di candela oraria, per cercare di sfruttare ulteriori balzi in area 1347,45 e 1.351,60 dollari, estesa a quota 1.365$; stop loss in caso di ritorno sotto quota 1.335,50$ in close orario. Suggeriti acquisti sulla debolezza in caso di affondo in area 1.271,35$, per tentare di sfruttare eventuali rimbalzi prima a quota 1.284$ e successivamente a quota 1.293,60$; stop loss in caso di possibili flessioni sotto quota 1.263,50$ in chiusura di candela oraria o daily.

Il pattern di trading Short, invece, prende forma in caso di chiusura oraria minore di quota 1.315,30$ e fissa i primi due obiettivi in area 1.310,30 e 1.305,75 dollari; stop loss in caso di recupero sopra 1.325,35in chiusura oraria. Mantenere o incrementare le posizioni corte in caso di discesa sotto quota 1.305,75$ in chiusura di candela oraria, per tentare di ricoprirsi in un primo momento a quota 1.298,55$ e successivamente a quota 1.293,60$; stoppare le operazioni in caso di ritorno sopra quota 1.315,30$ in close orario.

Si consiglia insistere con nuove posizioni al ribasso in caso di flessione sotto quota 1.293,60$ in chiusura di candela oraria, per sfruttare eventuali cali in area 1.290,55 e 1.284,20 dollari, estesa in area 1.271,35 dollari; stoppare le operazioni in caso di recupero oltre quota 1.305,75$ in close orario. Short speculativi in caso di allungo in area 1.365$, per approfittare di eventuali correzioni in primo luogo a quota 1.351,60$ ed in seconda battuta a quota 1.347,45$; stop loss in caso di ulteriori estensioni rialziste sopra quota 1.373,55$ in chiusura di candela oraria o daily.

 

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di ilcorsivoquotidiano.net, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di ilcorsivoquotidiano.net non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene ilcorsivoquotidiano.net e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da ilcorsivoquotidiano.net