Milioni di Criptovalute sequestrate dal governo americano USA

Sebbene l’atteggiamento del governo degli Stati Uniti rispetto alle criptovalute resti tendenzialmente diffidente, con aperture più recenti, in realtà muove milioni di dollari grazie alla ficcante operazione di crypto-sequestri.

Il problema però è che lo fa molto male.

Per esempio, i 500 bitcoin che ha venduto a Riot Blockchain nel 2018 per circa 5 milioni di dollari ora valgono $ 23 milioni. O i 30.000 bitcoin che sono andati al venture capitalist miliardario Tim Draper per 19 milioni di dollari nel 2014 oggi sarebbero più di 1,3 miliardi di dollari.

Il governo ha ottenuto tutto quel bitcoin sequestrandolo, insieme ai soliti beni che ci si aspetterebbe da operazioni criminali di alto profilo. Tutto viene venduto in modo simile.

Uno dei prossimi sequestri sul blocco dell’asta è di $ 56 milioni di criptovalute che le autorità hanno confiscato come parte di un caso dello schema Ponzi che coinvolge il programma di prestito crittografico offshore BitConnect. A differenza di altre aste in cui i proventi vengono ridistribuiti a diverse agenzie governative, il denaro di questa vendita di criptovalute verrà utilizzato per rimborsare le vittime della frode.

L’operazione di sequestro e vendita di criptovalute da parte del governo sta crescendo così rapidamente che ha appena chiesto l’aiuto del settore privato per gestire l’archiviazione e la vendita del suo tesoro di token.à

Questo momento sembra non ideale per investire in criptovalute. Tuttavia è bene ricordare che con le piattaforme CFD si può speculare al ribasso dunque potrebbe essere proprio questo il momento propizio. Se volete investire sulle criptovalute è possibile utilizzare anche la piattaforma di eToro (clicca qui per attivare una demo gratis).

E’ una piattaforma molto popolare anche per la sua popolare funzionalità di Copy Trading, uno strumento che permette di copiare automaticamente le posizioni dei trader più bravi. Per attivare un conto demo bastano soli 50€ per iniziare.

Per operare con le criptovalute su eToro vai qui sul sito ufficiale.
66% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Come funziona sequestro di criptovalute

Per la maggior parte, gli Stati Uniti hanno utilizzato strumenti di lotta legati alla criminality legacy per gestire il monitoraggio e il sequestro di token crittograficamente costruiti, che erano intrinsecamente progettati per eludere le forze dell’ordine.

Il governo è di solito più di qualche passo indietro rispetto ai criminali quando si tratta di innovazione e tecnologia“, ha affermato Jud Welle, un ex procuratore federale per i crimini informatici.

Welle però prevede che in tre o cinque anni “ci saranno manuali modificati e aggiornati. O, almeno, questo questo dovrebbe essere il modo con cui ti avvicini al sequestro delle criptovalute“.

Attualmente ci sono tre principali congiunture nel flusso di Bitcoin e altre criptovalute attraverso il sistema di giustizia penale negli Stati Uniti:

  1. perquisizione e il sequestro
  2. liquidazione delle criptovalute razziate
  3. distribuzione dei proventi di quelle vendite di criptovalute

In pratica, la prima fase è un lavoro di gruppo, secondo Koopman. Ha detto che la sua squadra lavora spesso su indagini congiunte insieme ad altre agenzie governative. Potrebbe trattarsi del Federal Bureau of Investigation, della Homeland Security, dei servizi segreti, dell’Agenzia per l’applicazione della droga o del Bureau of Alcohol, Tobacco, Firearms and Explosives.

Molti casi, specialmente nell’arena cibernetica, diventano… indagini congiunte, perché nessuna agenzia può fare tutto“, ha detto Koopman, che ha lavorato ai casi del governo Silk Road e all’indagine AlphaBay del 2017, culminata nel chiusura di un altro popolare e imponente mercato del dark web.

Sequestri di criptovalute in America: le cifre

Koopman ha affermato che la sua divisione presso l’IRS si occupa in genere del tracciamento delle criptovalute e dell’intelligence open source, che include indagini sull’evasione fiscale, false dichiarazioni dei redditi e riciclaggio di denaro. La sua squadra è composta da agenti delle forze dell’ordine giurati, che portano armi e distintivi ed eseguono mandati di perquisizione, arresto e sequestro.

Altre agenzie che hanno più soldi e risorse si concentrano sulle componenti tecniche.

Poi ci riuniamo tutti quando è il momento di eseguire qualsiasi tipo di azione esecutiva, che si tratti di un arresto, un sequestro o un mandato di perquisizione. E questo potrebbe essere nazionale o globale“, ha affermato.

Durante il sequestro stesso, sono coinvolti più agenti per garantire un’adeguata supervisione. Ciò include i gestori, che stabiliscono i portafogli hardware necessari per proteggere la crittografia sequestrata.

Manteniamo le chiavi private solo nel quartier generale in modo che non possa essere manomesso“, ha detto Koopman.

Negli ultimi anni, il governo ha riportato quantità record di criptovalute.

Nell’anno fiscale 2019, abbiamo avuto circa $ 700.000 di sequestri di criptovalute. Nel 2020 è arrivato a 137 milioni di dollari. E finora nel 2021, siamo a $ 1,2 miliardi“, ha detto Koopman alla CNBC ad agosto. L’anno fiscale si è concluso il 30 settembre.

Con l’aumento del crimine informatico – e con esso il bottino di token digitali – si prevede che le casse crittografiche del governo aumentino ulteriormente.

Una volta che un caso è chiuso, l’U.S. Marshals Service è la principale agenzia responsabile fuori dalle criptovalute del governo. Ad oggi, ha sequestrato e messo all’asta più di 185.000 bitcoin. Quella cache di monete vale attualmente circa $ 8,6 miliardi, sebbene molte siano state vendute in lotti ben al di sotto del prezzo odierno.

È una grande responsabilità da assumere per un’entità governativa, il che fa parte del motivo per cui il Marshals Service non si assume più il compito da solo.

L’Amministrazione dei servizi generali degli Stati Uniti, un’agenzia che in genere mette all’asta beni federali in eccesso, come i trattori, ha aggiunto le criptovalute confiscate al blocco delle aste all’inizio di quest’anno.

A luglio, a seguito di una ricerca durata più di un anno, il Dipartimento di Giustizia ha assunto Anchorage Digital, con sede a San Francisco, come custode della criptovaluta sequestrata o confiscata in procedimenti penali.

Anchorage, la prima banca autorizzata a livello federale per le criptovalute, aiuterà il governo a immagazzinare e liquidare questa proprietà digitale. Il contratto è stato precedentemente assegnato a BitGo.

Il fatto che il Marshals Service stia ottenendo professionisti per aiutarli è un buon segno“, ha detto Sharon Cohen Levin. Che ha lavorato al primo procedimento giudiziario di Silk Road e ha trascorso 20 anni come capo del riciclaggio di denaro e dei beni unità di confisca nell’ufficio del procuratore degli Stati Uniti per il distretto meridionale di New York.

Il Dipartimento di Giustizia ospita Forfeiture.gov, che offre alcune prospettive sulle attuali operazioni di sequestro. Questo documento, ad esempio, delinea un caso di maggio in cui 1.04430259 bitcoin è stato prelevato da un portafoglio hardware appartenente a un individuo in Kansas. Altri 10 sono stati prelevati da un residente in Texas ad aprile. Ma non è chiaro se l’elenco sia una raccolta completa di tutti i casi attivi.

Conclusioni

Resta da chiedersi come sfruttare i possibili ribassi di Bitcoin o di altre criptovalute.

Vi aggiorneremo sulle notizie su Bitcoin. Per chi è agli inizi consigliamo di investire in criptovalute con broker regolamentati come ad esempio eToro.

Ecco le caratteristiche che lo rendono una scelta interessante:

  • commissioni basse
  • spread minimi
  • conto demo gratuito e illimitato
  • possibilità di copiare le operazioni dei migliori investitori
Puoi iniziare a negoziare sulle principali criptovalute con eToro cliccando qui.
66% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here