Spread trading : caratteristiche e funzionamento

Chi si occupa di trading online avrà sentito sicuramente parlare di spread trading o in alternativa di pair trading. In questo articolo di oggi cerchiamo di capire meglio come funziona e quali sono le caratteristiche insieme ai migliori broker che consentono di affrontare questo tipo di negoziazione.

Cos’ è spread trading : una definizione

Il termine spread in generale indica la differenza tra la domanda e l’offerta di un titolo, non è quello che pensiamo tutti quando sentiamo parlare di titoli di stato. E’ un termine generico conosciuto da tutti gli investitori. Abbiamo già detto come grazie ai cfd l’investitore è in grado di guadagnare in molteplici situazioni di mercato anche quando i titoli azionari sono al ribasso.

Uno spread dunque è in grado di portare un equilibrio combinando una posizione long e una short, una tecnica che viene usata moltissimo da chi si occupa di hedge fund. Se quando di lavora di solito ci si colloca in una delle due fasi con questo tipo di trading ci si mette esattamente al centro. Il motivo è quello che si cerca di attenuare i possibili rischi che possono derivare dal lavorare troppo su una delle sue posizioni. Se ad esempio si va long su una posizione per troppo tempo si potrebbe guadagnare di meno quando il mercato cambia improvvisamente. Per questi motivi i requisiti per operare in marginazione sono di solito più bassi a causa dei rischi.

Come funziona : alcuni consigli

Per dirla in termini semplici questa differenza è inferiore quando si fa una operazione in contemporanea ad esempio si vende un titolo azionario e se ne compra un’altro. Il trucco è quello di scegliere quello dello stesso settore di appartenenza perchè in generale se un settore ha una tendenza è probabile che quei titoli seguano lo stesso andamento. Ad esempio se i titoli tecnologici vanno forte posso fare spread trading su Apple e Google supponendo che entrambe stiano macinando ricavi.

Queste considerazioni si basano sui fondamenti dell’analisi tecnica tuttavia ci potrebbero essere delle situazioni impreviste ad esempio in corrispondenza di eventi societari o annunci di dati economici o di bilancio.

Una tecnica che si può usare facilmente è ad esempio compra un titolo che va bene (ad esempio azione Apple a Natale) e vendere uno che va male (Nokia ? ). Le azioni di società che fanno parte dello stesso settore tenderanno a muoversi nella stessa direzione, ad esempio quando i bancari come Unicredit, Mps vanno giù quasi sempre tutte le banche quel giorno sono in fase negativa.

Per fare spread trading dunque è fondamentale individuare le tendenze e capire come questi titoli si interfacciano in modo da fare l’operazione di compravendita e guadagnare appunto dallo spread. In questo modo il pair trading consentirà di fare profitti dalla differenza di performance dei due asset.

Miglior broker per spread trading

Abbiamo visto brevemente una tecnica di trading che consente di negoziare sul mercato azionario che è molto interessante.

Possiamo riassumere alcuni vantaggi e dare dei consigli utili (qualche trucco non fa mai male):

  • Conviene fare spread intracommodity su due asset dello stesso settore
  • Si può guadagnare in entrambe le direzioni del mercato
  • Fare spread trading abbatte i rischi di perdita in relazione al capitale investitori
  • E’ possibile abbattere il rischio di volatilità

Se volete usare queste tecniche uno dei broker che vi consigliamo è Plus500, è il migliore nel suo settore ed offre un fantastico servizio di negoziazione CFD con un conto demo gratis tutti i clienti.
Per iniziare a fare trading con Plus500 visitate questa pagina facendo click qui.

 

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di ilcorsivoquotidiano.net, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di ilcorsivoquotidiano.net non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene ilcorsivoquotidiano.net e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da ilcorsivoquotidiano.net