Trading online con piccole somme: come iniziare [2021]

Si sente spesso parlare di trading online, ossia quella modalità d’investimento che permette di operare sui mercati attraverso il web. Asset come materie prime, azioni, indici, coppie di valute e criptovalute sono solo alcuni degli asset su cui è possibile investire con le piattaforme di trading.

Ma quanto bisogna “spendere ” per fare trading online? In realtà non molto, perché ormai il trading online è alla portata di tutti. Come vedremo in questo articolo, è possibile iniziare ad operare attraverso uno dei maggiori broker online anche con pochi euro e utilizzando modalità demo per imparare senza rischi. Ma iniziamo per gradi.

Se pensate che fare trading online significhi spendere per forza grossi capitali e pagare alte spese di commissione vi sbagliate. Grazie alle piattaforme di trading tutto questo non sarà più necessario. Infatti non farete affidamento ad un intermediario o una banca, ma sarete direttamente voi ad utilizzare la piattaforma, investendo nel modo che ritenete più profittevole.

Potete specula sulle oscillazioni di prezzo con i CFD, o all’andamento di titoli, indici e materie prime, o addirittura comprare e scambiare criptovalute. I

n tutto investendo anche piccole somme, o comunque attraverso piattaforme che non vi obbligano a versare grossi capitali.

Scopriamo quindi qual è il modo migliore di iniziar a fare trading online, utilizzando piccole somme.

La soluzione migliore per fare trading online è ancora oggi quella delle le piattaforme CFD certificate. Ad esempio con eToro (clicca qui per visitare il sito ufficiale) si hanno a disposizione strumenti molto utili come il copy trading per poter copiare le strategie dei migliori investitori o interi asset di mercato. Per saperne di più sul social trading di eToro clicca qui per visitare il sito ufficiale.

66% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Trading online: cos’è

Iniziamo col dire che il trading online è un’attività speculativa, ad alto rendimento, che genera profitti quando i titoli quotati su un mercato finanziario aumentano o diminuiscono di prezzo.

Di conseguenza possiamo dire che, se si apre la posizione giusta e si interpreta correttamente il mercato, è possibile generare profitto dagli andamenti dell’asset d’investimento.

Il modo più semplice è comprare il titolo sul mercato (ad esempio investendo in azioni), mantenerlo per un certo periodo e rivenderlo quando il prezzo è aumentato. Il profitto in questo caso è rappresentato dalla differenza tra il prezzo di vendita e il prezzo di acquisto.

Si può fare trading con piccole somme?

Tuttavia i titoli finanziari non variano molto il loro valore e per ottenere una buona rendita potrebbero volerci anni. Al contrario se il prezzo diminuisce bisognerà sopportare una perdita pari alla differenza di prezzo.

Grazie al trading online però è possibile sfruttare particolari strumenti finanziari, i CFD, che permettono di guadagnare sia dai movimenti rialzisti, che da quelli rialzisti, del mercato. Inoltre, visto che si tratta di strumenti derivati, replicano l’andamento dell’asset di riferimento.

Questo rende più semplice l’investimento perché non sarà più necessario possedere direttamente lo strumento, ma si potrà speculare sull’andamento del derivato.

Broker per fare trading con piccole somme

Di seguito vi presentiamo le migliori piattaforme di trading. Richiedono un deposito minimo per iniziare e tutte offrono un conto demo gratuito:

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGIISCRIZIONE
eToro social tradingSocial trading, copy tradingCopy fundsISCRIVITI
plus500Servizio CFDConto demo illimitatoISCRIVITI
ForexTBSpread bassi, CFDSegnali gratisISCRIVITI
Xm.comBonus da 25€Conti Zero spreadISCRIVITI
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.

Quanti soldi ci vogliono per fare trading?

Torniamo adesso alla questione relativa alle somme per fare trading. Abbiamo già anticipato che non sono necessari capitali molto alti per iniziare, ma come si può partire con così poco?

Bisogna sapere che i maggiori broker online non obbligano gli utenti a depositare somme minime, o comunque si tratta sempre di cifre piuttosto contenute. In generale si può iniziare aprendo un conto e depositando somme come 10, 100 o anche 300 euro.

L’importante è tenere d’occhio gli eventuali costi per operazione e avere sempre credito a sufficienza per coprire i vostri movimenti. Inoltre quasi tutte le piattaforme di trading online mettono a disposizione degli utenti una leva finanziaria, ossia uno strumento che amplifica i risultati delle operazioni eseguite.

Per fare un esempio esistono piattaforme con un effetto leva di 300, per cui con 1 euro posso compaiono 300 euro di controvalore in azioni. Di conseguenza con un deposito iniziale di 10 euro si otterrebbe un controvalore in azioni molto elevato, che offre le stesse potenzialità d’investimento di un conto da 30.000 euro.

Attenzione però perché l’effetto leva moltiplica anche i risultati delle operazioni, siano essi positivi o negativi. Quindi è sempre bene considerare tutti i rischi derivanti da investimenti di questo tipo e ricordare che i mercati non sono costanti e ogni operazione finanziaria ha in sé dei rischi.

Investire online piccole somme

Abbiamo detto come sia possibile fare trading online con piccole somme di denaro utilizzando le piattaforme di trading. Infatti tutti i maggiori broker online, e cioè quelli autorizzati e regolamentati dagli enti di controllo, permettono di aprire conti gratuitamente o lasciando all’utente la scelta di quanto depositare.

Tuttavia bisogna dire che investire piccole somme di denaro nel trading è comunque una buona idea, a prescindere dalla propria disponibilità economica. Il trading online presenta infatti un profilo di rischio piuttosto alto, di conseguenza è meglio dedicare solo una parte del proprio capitale a questo tipo di investimento.

Ma soprattutto ricordiamo che è bene di investire un capitale che non ci si possa permettere di perdere. In ogni caso le migliori piattaforme di trading online offrono delle modalità demo per provare ad investire utilizzando denaro virtuale. In questo modo potrete prendere dimestichezza con la piattaforma, mettere a punto una strategie d’investimento vincente, il tutto senza alcun rischio.

Sarete voi a decidere quando interrompere la simulazione e iniziare ad operare con capitale reale, ovviamente utilizzando le somme di denaro che ritenete opportune, senza alcun obbligo.

Diffidate dalle piattaforme che chiedono versamenti anticipati o fissi, e promettono guadagni facili e costanti senza alcuno sforzo. Nel mondo degli investimenti è fondamentale essere ben informati e avere una buona conoscenza del mercato in cui si intende operare.

Trading online con eToro

Una delle migliori piattaforme per il trading online è sicuramente eToro, conosciuto per i suoi alti standard di sicurezza e la sua piattaforma semplice e intuitiva. Possiamo anche notare come eToro sia un boker autorizzato da enti di controllo come CySEC e CONSOB.

Su questo broker potrete investire in moltissimi asset differenti come indici, materie prime, o criptovalute come Bitcoin, Ethereum, Ripple o Dogecoin. Il tutto senza costi d’iscrizione o di commissione.

eToro è una piattaforma spreads only, il che significa che non ha costi nascosti e applica solo spread, per altro molto competitivi. Ma ciò che rende eToro uno dei broker preferiti dai trader è la funzionalità Copy Trading.

Questo modalità permette agli utenti di copiare le operazioni e le strategie di trader più esperti. In questo modo anche gli investitori meno esperti potranno iniziare a guadagnare e, allo stesso tempo, imparare direttamente dai trader che ottengono i risultati migliori.

Per attivare il Copy Trading basta selezionare i profili dei trader più bravi, cliccare su segui e poi su copia. E il gioco è fatto. Ma eToro offre anche una modalità demo, grazie alla quale si può aprire un conto con denaro virtuale e operare senza rischi.

A questo si può aggiungere anche il Social Trading. Questa funzione è dedicata allo scambio di opinioni e al confronto tra trader. Si tratta di un vero e forum dove gli utenti possono scambiare opinioni, consigli e strategie.

Per iniziare a fare trading con eToro clicca qui.
66% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Trading CFD online con Plus500

Plus500 è un’altra piattaforma di trading molto apprezzata, caratterizzata da un’interfaccia semplice e sicura. Grazie alle sue particolarità e alla sua completezza Plus500 si adatta in modo particolare all’operatività dei trader principianti.

Su questo broker è infatti possibile fare trading su moltissimi mercati. Tra questi troviamo Forex, azioni, ma anche indici e criptovalute. Anche Plus500 è un broker regolamentato da CySEC, Financial Conduct Authority e CONSOB.

Per quanto riguarda le commissioni possiamo dire che Plus500 è tra le piattaforme più competitive e offre gli spread più bassi del settore. Come altri siti Plus500 offre la possibilità di registrarsi gratuitamente e di usufruire di un conto demo gratuito e senza vincoli. In questo modo potrete testare la vostra strategia e prendere dimestichezza con la piattaforma, con denaro virtuale e senza alcun rischio.

Sarete voi a decidere quando interrompere questa modalità e iniziare ad investire con capitale reale.

Per iniziare a fare trading con Plus500 clicca qui.
72% dei conti al dettaglio CFD perde denaro.

Fare trading con Capital.com

Veniamo infine alla piattaforma Capital.com, uno tra i broker più diffusi e autorizzato ad operare a livello europeo da CySEC.

Questa piattaforma offre ai suoi utenti un’interfaccia semplice e intuitiva, declinata anche in una versione per smartphone. Capital.com permette di fare trading su una vasta scelta di asset, tra cui criptovalute, azioni, indici, materie prime o CFD.

Le particolarità di questa piattaforma l’hanno rase molto celebre e apprezzata tra gli utenti più esperti, che si ritrovano nella sua professionalità e precisione, sia dai trader alle prime armi.

Infatti Capital.com, oltre a mettere a disposizione un conto demo per affinare la propria tecnica, offre un vero e proprio corso di formazione dedicato ai principianti. In questo modo sarà possibile acquisire più competenze e operare in maniera più consapevole e sicura.

Per iniziare a fare trading con Capital.com clicca qui.

Usare con cura la leva finanziaria

Fare trading online, utilizzando anche piccole somme, permette di utilizzare il meccanismo della leva finanziaria.

Questo particolare strumento permette di investire una somma superiore a quella disponibile, moltiplicando i risultati dell’investimento. Insomma è possibile amplificare i profitti, o le eventuali perdite, a parità di investimento iniziale.

Tuttavia bisogna considerare che, a causa delle sue caratteristiche e le sue potenzialità, la leva finanziaria è stata regolamentata dall’ESMA, ossia l’Autorità europea di strumenti finanziari e mercati. L’ente di controllo ha posto un limite i applicazione della leva, così da evitare che utenti inesperti la utilizzino in modo sconsiderato, perdendo tutto il capitale in poche operazioni.

Ciononostante è necessario prestare molta attenzione quando si applica la leva finanziaria ai propri investimenti, o quantomeno essere consapevole dei rischi.. come già anticipato infatti, questa particolare funzione può sia amplificare i profitti, ma allo stesso modo moltiplicare le perdite di capitale, perciò fate attenzione.

Scegliere il broker

Uno dei passaggi più importanti quando si inizia a fare trading online è la scelta del broker giusto. Iniziamo col dire che non esiste piattaforma di trading migliore in assoluto e che fondamentalmente la scelta dipende dall’indole dell’investitore.

Infatti non tutti i broker offrono gli stessi asset o gli stessi strumenti d’investimento, senza considerare i costi di commissione e di operatività delle piattaforme. Perciò per fare una scelta consapevole è bene controllare la presenza di alcuni requisiti, vediamo quali. Abbiamo già citato la varietà di asset e i costi di commissione e mantenimento delle posizioni, ma veniamo all’aspetto più importante.

Un broker, per essere una piattaforma di trading degna di questo nome, deve possedere le giuste autorizzazioni per operare. In generale broker più famosi possiedono queste credenziali.

A questo proposito possiamo dire che le piattaforme di trading che abbiamo analizzato in questo articolo sono tutte regolamentate da enti di controllo come CySEC e iscritti alla Consob.

Per fare un esempio scegliendo broker come eToro si ha la certezza di operare con broker sicuri e regolamentati che non applicano alcun costo nascosto.

Commissioni e spread

Uno degli aspetti più vantaggiosi del trading online con piccole somme riguarda sicuramente commissioni e spread.

Utilizzando metodi d’investimento tradizionali infatti, ossia appoggiandosi a banche o altri intermediari, si andrebbero a pagare le spese di commissione sulle operazioni. Di norma le spese vengono addebitate in base alle transazioni eseguite, così che quando si acquista sia o si vende, le commissioni non superino mai pochi centesimi.

Per chi fa trading online con piccole somme è sconsigliabile utilizzare piattaforme che applicano commissione fisse, come appunto le banche, perché viste le cifre, nell’arco di poche operazioni il capitale si esaurirebbe.

Al contrario se avete deciso di fare trading online con piccole somme è opportuno orientarsi verso Broker specializzati, noti per applicare ero commissioni e spread molto bassi e competitivi.

Proprio lo spread è un indicatore da tenere sotto controllo, perché molte piattaforme non illustrano nel modo corretto tutti i costi. Lo spread è in sostanza il differenziale, ovvero la remunerazione del broker. Ricordate di controllare la percentuale di spread applicata dalla piattaforma, così da non rischiare di assottigliare troppo i vostri profitti

Investire online piccole somme in Borsa

Con il trading online è possibile investire su diversi asset e mercati come ad esempio criptovalute, valute materie prime o azioni.

Proprio le piattaforme di trading permettono di investire in modo semplice e sicuro anche sui titoli quotati in borsa, modalità che fino a poco tempo fa era molto più complicata. Il mercato azionario vive da diversi anni un’epoca d’oro ed è recentemente tornato nell’interesse di molti trader.

Inoltre con l’avvento della sharing economy, e con il cambiamento di alcuni paradigmi, investire è fare trading è diventato molto più intuitivo e semplice.

Trading con piccole somme: le FAQ

Che cos’è il Trading Online?

Si tratta di una forma di investimento speculativo che permette di fare profitti sui mercati finanziari. Il trader investe sull’andamento del prezzo negoziando tramite strumenti derivati.

Quanto capitale serve per iniziare a fare trading online?

Per fare trading online non sono necessarie cifre prestabilite. Di norma infatti le piattaforme di trading permettono di aprire conti gratuitamente e con capitali minimi, mentre affidarsi ai metodi d’investimento tradizionali richiederebbe capitali molto più alti.

Dove si può fare trading online?

Il modo più semplice e veloce per fare trading online è quello di collegarsi ad uno dei maggiori broker, aprire un account e un conto. La scelta della piattaforma dipende dal profilo d’investimento del trader, ma consigliamo di scegliere solo broker autorizzate e regolamentati. Tra questi possiamo trovare anche eToro, Plus500 e Capital.com.

Fare trading online è rischioso?

Esattamente come per qualsiasi altro investimento, anche nel trading online ci sono dei rischi, primi tra tutti quelli derivati dall’utilizzo della leva.

Questo strumento, se usato nel modo sbagliato, può amplificare i risultati negativi e moltiplicare le perdite. Detto ciò, su alcune delle migliori piattaforme di trading sono presenti delle sezioni dedicate alla formazione, con video corsi e guide per imparare a muovere i primi passi nel trading. a questo si possono aggiungere le modalità demo offerte da piattaforme come Plus500, Capital.com. o eToro.

Trading online con piccole somme

Conclusioni

In conclusione possiamo dire fare trading online con piccole somme è possibile, ma bisogna sapersi orientare. Infatti le piattaforme che abbiamo presentato in questo articolo, e più in generale tutte quelle regolamentate, non hanno deposito minimo. I

noltre se volete fare trading con piccoli capitali vi ricordiamo di controllare i costi di commissione e di gestione del broker che andrete ad utilizzare. Molto spesso infatti alcune piattaforme nascondono costi di commissione e spread molto elevati, che il più delle volte vanno ad intaccare il profitto.

In ogni caso se la piattaforma è sicura e affidabile, il denaro che sta sul conto della piattaforma è sempre e comunque tuo, e potrai ritirarlo senza alcun problema.

Detto questo, tenete sempre presente che quando andrete ad effettuare un’operazione potrebbero esserci delle conseguenze e, siano esse positive o negative, dovete esserne consapevoli.

Infatti anche se il trading online con piccole somme è alla portata di tutti, bisogna comunque informarsi e fare esperienza.

Sulle migliori piattaforme di trading potrete trovare modalità demo e sezioni dedicate alla formazione che vi aiuteranno a prendere dimestichezza col trading e con le dinamiche di mercato. In questo modo, che si tratti di azioni, CFD, indici, materie prime o criptovalute, potrete fare trading online in modo più sicuro e consapevole.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di ilcorsivoquotidiano.net, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di ilcorsivoquotidiano.net non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene ilcorsivoquotidiano.net e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da ilcorsivoquotidiano.net