Trading automatico: guida completa per iniziare [2020]

Cos’è il trading automatico? Una bella domanda, alla quale però molti non danno la giusta risposta. Scambiandolo per una sorta di facile guadagno automatizzato.

Scopo di questa guida completa sul trading automatico è dunque quello di aprire gli occhi su cosa sia davvero questa modalità di trading. Utilizzata da molti purtroppo per fregare il prossimo ed illuderlo che si possa guadagnare senza sforzo e senza dover conoscere più di tanto alcun meccanismo.

In realtà, non è così. Il trading online è una cosa seria, che va studiata per bene e per la quale occorre fare molta pratica tramite un Conto demo.

Una piattaforma che simula in modo realistico un Conto Live, quindi un trading reale. Proprio grazie ad un conto fatto di soldi virtuali, che aiuta a non incassare perdite quando si fa pratica.

Sono gli stessi Broker seri a fornire il materiale per formarsi. Per esempio, eBook da scaricare, Webinar in diretta da seguire, corsi on demand caricati sul sito da poter visualizzare quando si vuole, un Glossario con tutti i termini tecnici afferenti al trading online.

In realtà, in questa guida sul trading automatico, vedremo anche alcune alternative ad esso. Come il Copy trading di eToro o i segnali di trading offerti da ForexTB.

Dunque vediamo meglio cos’è il trading automatico e come funziona. Nonché come riconoscere le truffe.

Trading automatico cos’è

Cos’è il trading automatico? Si tratta di una modalità di trading con la quale il trader si affida ad un sistema che scovi per lui le migliori opportunità di guadagno sui mercati finanziari.

Tuttavia, a differenza di quello che credono in molti, non si tratta di un sistema automatico in tutto e per tutto. Col trader che carica il conto, decide quanto puntare e il sistema fa tutto da solo.

Come vedremo, questa è l’illusione che molte piattaforme truffa infondono a quanti sperano di arricchirsi facilmente. Senza il minimo sforzo.

Il trader ha comunque una sua parte attiva e responsabile. Deve infatti inserire i parametri che ritiene più opportuni ed entro i quali il sistema dovrà muoversi. Sarà poi l’Intelligenza artificiale della piattaforma a fare il resto, lavorando per lui. Trovandogli le migliori opportunità, tra i vari mercati finanziari a livello mondiale, i vari asset disponibili, ecc.

Dunque, il trader deve sapere di cosa sta trattando. Non deve essere un ignorante in materia, arricchito da un robot.

Trading automatico come funziona

Come funziona il trading automatico? Chiamati anche trading bot, sono tecnicamente dei sistemi di trading algoritmico. Per testarli occorrerebbe come prima cosa sfruttare il trading online demo per fare delle prove.

Si tratta cioè di programmi di tipo informatico i quali seguono un preciso algoritmo, codificabile in un linguaggio di programmazione preciso.

La loro bontà o meno nel far guadagnare il trader che si affida a loro, dipende dalla bravura di chi li ha programmati. Non serve quindi solo una importante conoscenza informatica, ma anche importanti conoscenze di trading.

Magari i sistemi di trading automatico migliori nascono da un trittico di elementi:

  • linguaggio di programmazione
  • conoscenza di trading
  • capacità di vendere il prodotto (marketing)

Questi tre fattori devono essere ben bilanciati. Poiché se viene a mancare uno di essi, anche gli altri rischiano di fare cilecca. Occorre quindi creare un prodotto che sappia ben codificare le conoscenze di trading; occorre avere approfondite conoscenze del mercato finanziario da trasmettere poi alla codifica; occorre saper vendere la piattaforma con i giusti slogan, presso i giusti canali, con le giuste immagini.

Purtroppo occorre anche dire che i sistemi di trading automatico fatti meglio, sono anche quelli che costano molto. Sul mercato, ci sono tante piattaforme spacciate per vincenti. Magari sono in buona fede e non sono truffe. Ma non sono così miracolose come dicono di essere. E alla fine, fanno guadagnare solo chi le vende.

Anzi, si può dire che spesso chi crea piattaforme di trading automatico ben fatte, finisce per guadagnarci alla grande…ma per se stesso. Sfruttando al meglio le capacità della sua creatura, puntando sui mercati. Poi, ovviamente, può dividere la sua fortuna con altri. Facendosela però pagare a peso d’oro.

Come guadagnare con il trading automatico?

Cosa occorre fare per fare trading automatico con i robot? Soprattutto imparare a programmare in linguaggio MQL (o linguaggi simili). Ma per fare ciò, come detto, oltre a conoscere di programmazione, occorre anche conoscere affondo come funziona il trading online.

Giacché un robot di trading non è altro che la codifica in un linguaggio formale della conoscenza che si ha sul trading.

Migliori piattaforme con trading automatico

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGIISCRIZIONE
eToro social tradingSocial trading, copy tradingCopy fundsISCRIVITI >>
plus500Servizio CFDConto demo illimitatoISCRIVITI >>
ForexTBSpread bassi, CFDSegnali gratisISCRIVITI >>
Xm.comBonus da 25€Conti Zero spreadISCRIVITI >>
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.

Trading automatico con Metatrader 4

Malgrado sia nata nell’ormai lontano 2005 e che siano nate altre versioni successive, Metatrader 4 (meglio nota anche con l’acronimo MT4) resta una piattaforma ancora molto utilizzata.

Il motivo è presto detto: la piattaforma consente di svolgere tante funzioni e di poter svolgere in piena scioltezza il trading online. Ovviamente, sempre avendo le giuste conoscenze in materia.

Ebbene sì: Metatrader 4 offre anche un vero e proprio linguaggio di programmazione (MQL) per poter creare un robot di trading automatico.

Creare un robot di trading non è però un gioco da ragazzi. Occorre avere, oltre che conoscenze di trading, anche conoscenze in materia di linguaggio di programmazione.

In particolare, il trading automatico di Metatrader 4 può rientrare utile per non essere costretti a trascorrere tutta la giornata davanti al monitor. Sebbene, occorra sempre ogni tanto dare una occhiata. Poiché possono sempre verificarsi quegli imprevisti non messi in conto.

Si pensi alla corrente elettrica che viene meno, una connessione internet non impeccabile, lo stesso sistema che potrebbe incepparsi.

Quindi, non è che lo lasciate da solo tutta la giornata. O almeno, potreste anche farlo ma dovete mettere in conto qualche inconveniente tecnico. Meglio una supervisione con cadenza di 2-3 ore.

Come riconoscere Trading automatico truffa

In tanti ora vi starete chiedendo come riconoscere le piattaforme di trading automatico truffa.

E’ meno difficile di quanto si pensi. Innanzitutto, evitate come la peste quelle piattaforme che non hanno una licenza per operare. Rilasciata da una autorità di vigilanza europea, che sia allineata ai dettami dell’Esma. L’autorità di vigilanza europea sui mercati finanziari.

Non che le altre licenze internazionali non siano affidabili. Ma le esigenze degli altri Stati potrebbero essere diverse e incongruenti con le nostre. Quanto meno, se volete investire con Broker di altri Stati, appuratevi cosa prevedano le leggi in materia dei rispettivi Stati.

Quindi, andrete sul sicuro con licenze come quella CySEC. Vantata da molti Broker rinomati aventi licenza a Cipro, dove viene rilasciata. Questo paese, infatti, fino al 2004 era un Paradiso fiscale. Poi è diventato membro Ue.

Un’altra licenza molto prestigiosa è quella FCA, della Gran Bretagna. Anche perché qui ha sede la altrettanto prestigiosa London Stock Exchange.

La Germania, locomotiva dell’Ue, prevede invece il BaFIN. E così via.

In Italia, a vigilare sui mercati finanziari è la CONSOB. Che con apposita delibera, elenca le piattaforme che non possono operare in Italia e quelle sì.

Altre caratteristiche tipiche di chi vuole truffarvi è lo sbandieramento di sistemi di trading automatico impeccabili, quasi al 100 per cento. Non dicono mai cifra tonda per far apparire il tutto più credibile. Si parla, per esempio, di 99,7. E simili.

Il sistema di trading automatico sarebbe basato su segnali di trading capaci di anticipare di pochi secondi cosa fanno i mercati e quindi di farvi fare la scelta giusta.

Non esistono sistemi del genere. A parte nella fantasia perversa dei truffatori e forse in qualche film di Hollywood. Che peraltro non ci sovviene. Ci sono però servizi di segnali molto affidabili, per fare un esempio citiamo i segnali di ForexTB, un broker veramente affidabile con segnali elaborati da esperti del settore.

Per maggiori informazioni sui segnali di trading di ForexTB visita questa pagina.

Ancora, queste piattaforme di trading automatico truffa usano Vip come testimonials…ma a loro insaputa. Ritraendoli in interviste con doppiaggi fasulli o in immagini alle prese con programmi popolari.

Ancora, le piattaforme di trading automatico truffa sono gestiti da società con sede nei Paradisi fiscali. Quindi sarà anche difficile rientrare in possesso dei vostri capitali.

Un’altra cosa che noterete, il fatto che il team di sviluppatori è praticamente impossibile da risalire. Sono posti dei nomi fasulli, con tanto di immagini prese dal web. Ma non ci sono curriculum con nomi di esperienze pregresse o profili Social. Strano, se sono dei geni come dicono!

Anche il nome del proprietario della piattaforma cambia col cambiare della lingua del sito. Una vera e propria magia.

Infine, queste piattaforme usano banner sfavillanti per attirare la vostra attenzione. I quali ritraggono uomini circondati da belle donne, auto di lusso, posti incantevoli e ville con piscina. Oppure, finti clochard che poi “hanno svoltato”.

La cosa pericolosa è che purtroppo i Social ospitano spesso e volentieri queste pubblicità. Facendo così da un lato la guerra alle Fake news, colpendo i siti più piccoli o chi non la pensa come i media mainstream, ma poi lasciando spazio a questi truffatori dall’altro per mero denaro.

Anche i giornali più importanti, con una storia gloriosa alle spalle, spesso concedono spazio a questi ciarlatani. Dunque, sta a noi non cascarci.

Trading automatico con eToro: il copy trading

Il broker eToro (clicca qui per maggiori informazioni) offre un particolare sistema di trading online: il Copy Trader. La possibilità di copiare cosa fanno i trader più bravi, selezionabili da un elenco dove è possibile visualizzare le loro performance e le loro foto.

Sarà comunque anche possibile personalizzare il trading, interrompendolo quando si ritiene necessario o posizionando dei propri Take profit e stop loss.

Naturalmente, personalizzando la copia del trading, si calcolerà anche in modo diverso il proprio revenue da copiante.

Sul sito, il copy trading viene definito Copy Trader, mentre i trader da copiare sono chiamati Popular trader.

Per aprire un conto gratis su eToro clicca qui.

66% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Trading automatico con ForexTB: i segnali

Il Broker ForexTB (clicca qui per maggiori informazioni) ha come sistema di trading automatico i segnali di trading di Trading Central. Una società fondata a New York nel 1999, con altre 2 sedi a Parigi e Hong Kong. Paesi presso i quali Trading Central ha anche licenza di operare.

I segnali di trading di ForexTB sono dei suggerimenti che gli esperti di Trading Central inviano ai trader iscritti al Broker che ne fanno richiesta. Sono molto attendibili, anche perché questa società ha ricevuto vari riconoscimenti in questi anni per i servizi che offre.

I suggerimenti arrivano via sms, mail o chiamata diretta, in base alla propria scelta. E andrebbero colti quanto prima possibile, per poter beneficiare a pieno del trading.

Per saperne di più sui servizi di trading di ForexTB clicca qui.

Fare trading con Plus500

Il broker Plus500 (clicca qui per maggiori informazioni) permette di creare ordini di “trading automatizzato”, su vari asset come azioni, Forex, materie prime, indici, ETF, criptovalute, ecc. Sui quali è possibile investire tramite CFD.

Plus500 prevede strumenti come lo Stop Loss e il Take Profit, che consentono di fermare il trading non appena si raggiunge il livello di prezzo sul quale li si è impostati.

Se questi 2 sono strumenti che pressapoco hanno tutti i Broker principali, Plus500 prevede altri strumenti come:

  • Stop Operativo: il livello di Stop Loss viene automaticamente aggiornato nel caso in cui il mercato si muova in modo favorevole
  • Stop Garantito: funzione attiva solo per una parte dei suoi asset. Si tratta di una sorta di “assicurazione” per l’utente penalizzato da una variazione di tassi alquanto repentina e consistente. Per poterlo utilizzare, si necessita però di uno spread extra
  • Ordine di acquisto: permette di ordinare alla piattaforma di aprire una posizione di acquisto (rialzo) o vendita (ribasso) solo nel caso in cui la quotazione raggiunga un determinato livello

Per aprire un conto demo con Plus500 clicca qui.

80.5% dei conti al dettaglio CFD perde denaro.

Trading automatico con Trade.com

Il broker Trade.com (clicca qui per maggiori informazioni) prevede i segnali di trading di Trading Central. Proprio come già visto col Broker ForexTB.

Trade.com è un Broker con tante altre qualità. Per esempio, dà la possibilità di scegliere fino a 5 account diversi, partendo da un deposito minimo di 100 euro.

Ancora, Trade.com mette a disposizione 5 pacchetti di asset, contenenti i titoli azionari di società suddivise per altrettante categorie.

Per saperne di più sui servizi del broker Trade visitate questa pagina.

I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. 79.20% di conti di investitori al dettaglio che perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.
Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di ilcorsivoquotidiano.net, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di ilcorsivoquotidiano.net non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene ilcorsivoquotidiano.net e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da ilcorsivoquotidiano.net