Vivere di rendita:è possibile? Quanto serve e come riuscirci [2021]

Uno degli obiettivi più diffusi, soprattutto dopo questo periodo di crisi, è sicuramente quello di vivere di rendita.

Lasciare il proprio lavoro, ottenere un profitto che non derivi dall’impiego e magari trasferirsi in qualche isola tropicale è il sogni di moltissime persone. Ma è davvero possibile? Online si possono trovare numerose guide e video corsi, tenuti da sedicenti guru dell’investimento, che promettono di svelare tecniche e procedure per vivere di rendita.

Tuttavia raggiungere questo obiettivo non è così facile, e soprattutto è bene diffidare da chi chiede denaro per insegnarvi a vivere di rendita. Molto probabilmente se ha bisogno dei vostri soldi, il suo metodo non è così efficacie.

Tuttavia vivere di rendita è possibile e in questo articolo cercheremo di individuare gli step fondamentali per iniziare questo percorso. Inoltre vedremo le diverse modalità per vivere di rendita e quali sono le piattaforme più sicure per investire e ottenere un profitto in grado di mantenervi.

La soluzione migliore per fare trading online è ancora oggi quella delle le piattaforme CFD certificate. Ad esempio con eToro (clicca qui per visitare il sito ufficiale) si hanno a disposizione strumenti molto utili come il copy trading per poter copiare le strategie dei migliori investitori o interi asset di mercato. Per saperne di più sul social trading di eToro clicca qui per visitare il sito ufficiale.

66% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Vivere di rendita: che vuol dire

Prima di capire quali sono le modalità per vivere di rendita è bene considerare cosa significhi esattamente questa scelta. Vivere di rendita infatti, significa soddisfare tutte le necessità che si possono avere, ottenendo una quota costante di denaro.

In particolare possiamo notare come questo flusso costante non derivi da un lavoro o un impiego, ma piuttosto da tre diverse tipologie di rendita. Questa infatti può essere finanziaria, se deriva da azioni, obbligazioni, depositi o dividendi, immobiliare se è prodotta da affitti, oppure da royalties e diritti d’autore.

Di norma chi sceglie di vivere di rendita finanziaria si dedica a comprare azioni, incassando quindi i dividendi delle società, o sottoscrivo obbligazioni da cui ottiene interessi. Al contrario, chi ha la possibilità economica, può anche decidere di acquistare degli immobili, ad uso abitativo o commerciale, da cui riscuotere gli affitti.

❓ Che significa ?Soddisfare tutte le necessità che si possono avere, ottenendo una quota costante di denaro.
👍 Si può vivere di rendita col trading?Si, Sfruttando le oscillazioni di mercato
💰 Quanti soldi servono?Si può partire con capitali bassi
🧐Su quali asset di può investireForex, Commodities, Azioni, Indici, Criptovalute
💰 Qual è il miglior sistema?Investire sui mercati finanziari
🥇Migliore piattaforma per investireeToro / Plus500

Quanto serve per vivere di rendita?

Se avete deciso di vivere di rendita una delle cose da considerare è il capitale da impiegare in questa “impresa”.

Bisogna dire che non esiste una cifra fissa da cui iniziare e molto dipende dal proprio tenore di vita. Per esempio, se vivete in un paese dove il coste della vita è basso, sicuramente potrete racimolare più in fretta il capitale. Potrebbero quindi bastare anche 10.000 euro.

Tuttavia per decidere quanti soldi ti servono per vivere di rendita è importante capire con quanti soldi sareste felici. Ora che avete in mente una cifra, raddoppiatela. Vi starete chiedendo perché. La risposta piuttosto semplice, la vita è piena di imprevisti, perciò è bene pensare che salute non dura per sempre o possono presentarsi altri inconvenienti o problemi.

Ora che avete chiara la somma che vi serve per vivere in un anno, concludete il calcolo moltiplicando tutto per 50. Ecco la cifra che potrebbe aiutarvi a cambiare vita.

Metodi per vivere di rendita

Come abbiamo anticipato i modi più diffusi per vivere di rendita sono gli investimenti redditizi e il trading, il profitto immobiliare o royalties e diritti d’autore.

Quest’ultima modalità è sicuramente la meno comune, visto che è tipica di autori letterari, o di altri tipo, o di invenzioni e brevetti. Tuttavia ottenere profitto in questo modo è davvero complicato, perciò ci concentreremo sulle altre due modalità che, anche se sono le più comuni, richiedono una gestione del patrimonio intelligente.

Infatti per vivere di rendita immobiliare dovrete acquistare degli edifici, scelti in base a diversi criteri come posizione e vicinanza ai servizi. Dopodiché sarà necessario trovare degli affittuari e sottoscrivere un contratto di locazione, sia esso ad uso abitativo o commerciale.

Se invece desiderate vivere di rendita grazie al trading o alla finanza allora dovrete concentrare i vostri sforzi sulla scelta dei giusti investimenti o strumenti finanziari. Oggi come oggi è possibile vivere di rendita grazie al trading, ma per farlo bisogna avere un’ottima preparazione e una grande esperienza e conoscenza dell’asset d’investimento.

In ogni caso però ci sono tre step fondamentali e comuni ad ogni modalità per vivere di rendita, ovvero risparmiare, guadagnare e investire. Vediamo di capire meglio di cosa si tratta.

Risparmiare denaro

Per partire col piede giusto quando si decide di vivere di rendita è importantissimo risparmiare. Infatti guadagnare non basta, bisogna anche risparmiare e non spendere tutto quanto il reddito guadagnato.

Se per esempio guadagnate 10.000 euro al mese, spenderne 11.000 vi allontanerà dal vostro traguardo. Ma quale cifra è meglio mettere da parte?

Semplice, se l’obiettivo è quello di vivere di rendita allora dovrete essere pronti a fare dei sacrifici. Considerate infatti che più risparmierete, più sarete vicini al vostro obiettivo.

Guadagnare soldi

Per risparmiare però è vitale guadagnare e il modo migliore per farlo è sicuramente lavorando. Che sia da dipendente o da autonomo, o magari da imprenditore, questo è il modo più semplici per avere del denaro da mettere da parte e poi investire. È chiaro infatti che per rendere più semplice il risparmio, oltre a dover fare dei sacrifici, può essere utile dare vita ad un’entrata secondaria.

Ad esempio il network marketing, o anche il trading, possono essere buone alternative per accumulare più velocemente il capitale. Rispetto al network marketing però dobbiamo fare una precisazione. Si tratta infatti di un’attività complicata e per la quale bisogna avere una spiccata attitudine commerciale.

Tra l’altro l’unico modo che permette di attirare clienti è internet, di conseguenza è meglio avere una buona formazione in digital marketing.

Sistemi meno ortodossi come investire in immobili senza soldi possono anche funzionare, tuttavia richiedono ancora più conoscenze ed esperienza.

Perciò non sono assolutamente consigliati a principianti.

Investire denaro

L’ultimo passo per riuscire a vivere di rendita è ovviamente quello dell’investimento. Che si tratti di acquisto di immobili, o di operazioni finanziarie, i soldi risparmiati devono essere investiti, almeno se volete generare una rendita fissa.

Come abbiamo anticipato le modalità più diffuse per investire sono relative ad azioni, obbligazioni, immobili. In particolare gli investimenti finanziari possono essere fatti anche tramite ETF o fondi di investimento.

Va detto però, che quando si parla di investimenti, si fa sempre riferimento ad operazioni di lungo periodo, mentre quando si tratta di trading l’operatività è invece breve. Tuttavia per investire sono necessarie esperienza e studio, soprattutto se si tratta di immobili, in quanto vanno considerate molte più variabili.

Per questo è bene prepararsi a dovere prima di iniziare ad investire o fare trading, magari seguendo qualche corso e leggendo libri e ebook. Sono infatti moltissime le piattaforme d’investimento che offrono formazione, anche gratuita, per preparare e rendere più consapevoli gli investitori.

Se invece volete seguire un corso di trading, o delegare l’operatività ad un esperto di gestione patrimoniale, ricordate di prestare molta attenzione. Sono infatti sempre di più i sedicenti guru che promettono facili guadagni, dietro il versamento di una quota di iscrizione al corso. Il più delle volte si tratta di truffe, anche perché se si ha a che fare con esperti che vivono di rendita, perché dovrebbero aver bisogno dei vostri soldi?

Ad esempio un ottimo corso è quello del broker OBRinvest che offre eBook gratuiti per negoziare sui principali mercati.

Clicca qui per accedere al corso di OBRinvest

Come imparare a investire online

Come abbiamo detto il punto cardine del vivere di rendita è l’investimento, sia esso finanziario o immobiliare.

Ma come si può imparare ad investire? Se pensate che investire significhi solo compare azioni quando il prezzo è basso, e rivenderle quando salgono, vi sbagliate di grosso. Certo questa è una delle tante modalità di investimento, ma non è sicuramente l’unica. Magari si può investire partendo da piccole somme.

Infatti oggi come oggi, è possibile operare su moltissimi strumenti finanziari, in modo semplice e veloce. Stiamo parlando delle piattaforme di trading, o broker online, che offrono agli utenti diversi vantaggi.

Tra questi troviamo sicuramente la possibilità di operare su CFD, particolari strumenti derivati adatti al trading, un modalità demo per imparare ad operare, e appunto corsi di formazione e materiale per imparare a muoversi i questo ambiente.

Piattaforme per investire online

Come abbiamo visto fare trading al giorno d’oggi, grazie ai tanti broker online, è piuttosto semplice.

Infatti per poter iniziare ad operare e negoziare sarà necessario aprire un conto di trading, proprio su una delle piattaforme di trading di cui abbiamo parlato. È quindi molto importante scegliere il broker più adatto alle vostre esigenze, cos’ da ottenere il servizio migliore e più vicino alla vostra indole d’investitore.

In ogni caso esistono degli aspetti che vanno considerati quando si sceglie il broker per fare trading di criptovalute, primo tra tutti la presenza di regolamentazioni e autorizzazioni. Infatti per evitare di cadere vittima di truffe, o meccanismi poco trasparenti, è bene controllare se le piattaforme possono effettivamente operare. Come è ovvio i broker di cui parleremo in questa guida possono garantire alti standard di sicurezza e hanno tutte le carte in regola per operare.

eToro

eToro è uno dei migliori broker online per il trading, ma offre anche la possibilità di comprare criptovalute con modalità diverse.

Infatti questa piattaforma permette ai suoi utenti di acquistare valuta digitale sia in modo diretto, appoggiandosi a eToroX, oppure tramite CFD. In questo caso sarà possibile operare tramite strumenti sottostanti, che replicano l’andamento del titolo da cui derivano, e di conseguenza vendere allo scoperto guadagnando sia che il mercato salga, sia che scenda.

Ciò che ha reso celebre eToro però sono le funzioni di Copy Trading e Social Trading, due strumenti nuovi che permettono anche ai trader inesperti di investire e guadagnare.

Infatti utilizzando il Copy Trading potrete copiare le strategie e le posizioni dei trader più bravi. In questo modo sarà possibile apprendere le meccaniche e i segreti dei migliori investitori e, al tempo stesso, guadagnare. A questo bisogna aggiungere la sezione di eToro dedicata allo scambio di informazioni, il Socia trading. Si tratta di un vero e proprio forum dove è possibile condividere informazioni, opinioni o consigli sul mercato e sull’andamento dei vari asset.

Iscriviti ora su eToro cliccando qui.
66% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

OBRinvest

Un’altra ottima piattaforma per fare trading è sicuramente OBRinvest. Questo broker, oltre ad essere autorizzato e regolamentato da CySEC e a garantire alti standard di sicurezza, offre uno dei miglior servizi di segnali di trading.

OBRinvest ha infatti deciso di aiutare i suoi utenti integrando segnali semi automatici, creati da veri e propri analisti professionisti, in grado di coprire il mercato 24/7 e di indicare con una notifica il memento migliore per operare.

Inoltre i segnali di trading offerti da OBRivest sono semi-automatici, quindi vanno manualmente confermati dal trader e di norma sono a pagamento. Tuttavia questo broker offre il servizio gratuitamente.

Iscriviti ora su OBRinvest cliccando qui.
78,15% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Plus500

Un’altra alternativa per investire, è rappresentata da un broker molto diffuso, ovvero Plus500.

Si tratta di una piattaforma molto curata e professionale e per questo largamente utilizzata da professionisti. Proprio per questo motivo moltissime persone la utilizzano ogni giorno, soprattutto se desiderano negoziare con CFD.

Infatti Plus500 offre esclusivamente asset e beni negoziati tramite contratti per differenza. Tra questi troviamo ovviamente diverse tipologie di criptovalute anche perché, fin dall’arrivo di Bitcoin Plus500 ha offerto la possibilità di impiegare CFD su questo asset. In ogni caso su Plus500 sono disponibili anche criptovalute come Bitcoin, Ethereum, Litecoin, Ripple, Polkadot o Cardano.

Inoltre su questo broker è presente un conto demo, una sorta di simulazione dei mercati grazie alla quale si potrà investire senza rischi e utilizzando denaro virtuale. Potrete così testare la vostra strategia e affinare la tecnica prima di fare sul serio e investire denaro reale.

Iscriviti ora su Plus500 cliccando qui.
72% dei conti al dettaglio CFD perde denaro.

Vivere di trading

Il più delle volte si tende a confondere vivere di rendita e vivere di trading.

Se il primo è un’obiettivo per il quale sono necessari sforzi e costanza, oltre ad una buona dose di impegno, il secondo è uno dei tanti modi grazie ai quali si può investire. Il trading è infatti una particolare forma di investimento speculativo, che si adatta a chi vuole accumulare in poco tempo dei capitali, necessari a vivere di rendita.

Tuttavia ci sono molte persone che riescono a vivere grazie al trading, ma per farlo è necessario seguire ogni giorni i mercati e sviluppare una conoscenza tale, da poter interpretare gli andamenti di mercato.

Solo in questo modo infatti è possibile vivere di trading. Ovviamente anche in questo caso è possibile imparare, e molti broker di trading offrono, sulle loro piattaforme, anche formazione.

Certo ci si può avvalere di particolari funzioni, come iil copy trading di eToro, o i segnali di OBRinvest, ma saranno comunque necessari tempo ed un impegno costante.

Corsi per vivere di trading: servono?

Negli ultimi tempi sono spuntati moltissimi individui che, autodefinendosi guru esperti di finanza, offrono video corsi in abbonamento per imparare a vivere di rendita.

In realtà queste persone puntano a vendere dei orsi, con i quali molto probabilmente non imparerete nulla, ma riempirete le loro tasche. Può capitare che utenti alle prime armi si imbattano in questo tipo di servizi e, visto cosa nascondono, consigliamo di non fidarsi. Ma ora la domanda sorge spontanea, esistono video o corsi che insegnano a fare trading o a vivere di rendita? In realtà la risposta è sì.

Anzi, come abbiamo già detto, esistono piattaforme che offrono anche gratuitamente corsi e materiale di apprendimento relativo al trading, come ad esempio OBRinvest.

Vivere di rendita: le domande frequenti

Si può vivere di rendita partendo da zero?

Sì, ma bisogna mettere in conto che per raggiungere l’obiettivo ci vogliono sforzi e sacrifici.

Come si vive di rendita?

Per prima cosa, bisogna accumulare un capitale, abbastanza alto da poter essere investito per generare un buon profitto. Chiaramente per accumulare questo capitale è possibile lavorare e costruire un’entrata secondaria, come ad esempio quella del trading online.

Tutti possono investire con successo?

Sì, oggi è possibile investire con buoni risultati, anche partendo da zero. Per farlo è possibile scegliere una delle tante piattaforme di investimento e trading, che oltre ad essere semplici ed intuitive, permettono di iniziare con capitali contenuti.

Ci si può fidare dei corsi per vivere di rendita?

Nella maggior parte dei casi, purtroppo no. Gli autori di questi corsi (costosissimi) hanno bisogno dei tuoi soldi per vivere, loro non vivono di rendita.

Vivere di rendita

Conclusioni

Come abbiamo visto, vivere di rendita è un obiettivo raggiungibile e alla portata di tutti.

L’importante è maturare una buona esperienza, imparare ad investire e seguire alla lettera i tre passi fondamentali, ovvero guadagnare, risparmiare e investire. Detto questo, bisogna anche ricordare che, se decidete di vivere di rendita, avete davanti un percorso duro, fatto anche di sacrifici, studio e impegno.

Non basta aprire un conto su un’app di trading e eseguire operazioni a caso, ma sono necessari formazione e conoscenza dei mercati.

In questa guida abbiamo indicato alcune delle migliori piattaforme per investire, che offrono anche formazione e materiale per imparare. Inoltre si tratta di broker di trading regolamentati e sicuri. Diffidate da piattaforme non autorizzate o da sedicenti guru che promettono grandi guadagni, senza grossi sforzi.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di ilcorsivoquotidiano.net, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di ilcorsivoquotidiano.net non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene ilcorsivoquotidiano.net e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da ilcorsivoquotidiano.net