Petrolio WTI volatile: giù sui minimi plurimensili e poi recupero

Settimana di forti oscillazioni per il prezzo del petrolio variante WTI, sceso sui minimi plurimensili a quota 33,64 dollari, per poi chiudere l’ottava a 37,43 dollari, in calo del 3,43%. Quotazioni del greggio che tra il minimo appena segnalato ed il close di Venerdì 6 Novembre hanno fatto in tempo a balzare fino ad un massimo intraday a quota 39,35 dollari.

Settimana, quindi, molto volatile, con scambi all’interno di un trading-range a 5 sedute molto ampio, racchiuso in ben 17 punti percentuali. La performance rispetto alla chiusura del Venerdì precedente è stata pari a +7,5%.

Prezzo del greggio piombato sui minimi dello scorso Maggio a causa dell’impennata dei contagi da Covid-19 che potrebbe compromettere i consumi della materia prima anche nella prima parte del 2021. A tal proposito, l’OPEC +, a trazione saudita a russa, nel prossimo meeting, in calendario il 30 Novembre, potrebbe decidere di prorogare gli attuali tagli alla produzione. L’aumento dell’offerta di petrolio, per 2 milioni di barili al giorno, previsto per il prossimo 1 Gennaio, potrebbe slittare di un ulteriore trimestre, lasciando invariata una chiusura dei rubinetti per 7,7 milioni di barili giornalieri.

La scorsa settimana è stato il premier russo in persona, Vladimir Putin, a dichiararsi disponibile ad un rinvio. La storica sigla che raccoglie molti dei maggiori Paesi produttori al mondo ed i suoi alleati ha inoltre dovuto fare i conti con il ritorno del petrolio libico sul mercato.

Un assist al prezzo del WTI è arrivato dal governo cinese che ha fatto sapere che entro il 2035 punterà a raddoppiare il proprio Prodotto Interno Lordo. Tale obiettivo renderà la Cina il primo consumatore di petrolio ed energia al mondo. Pechino ha inoltre fatto sapere che cercheràdi rafforzare la produzione di petrolio e gas, ma non mancherà di promuovere anche la produzione di energia pulita.

La spinta maggiore dai minimi settimanali è comunque arrivata grazie all’inaspettato calo delle scorte settimanale di greggio statunitense che, secondo le informazioni rilasciate dall’EIA (Energy Information Administration) sono scese di circa 8 milioni di barili.

Battuto nettamente il consensus degli analisti, che invece dava un aumento di 0,6 milioni di barili, in linea con le stime API (Amenrican Petroleum Institute). Gli stock di benzina, invece sono aumentati di circa 1,5milioni di unità, salendo oltre i -0,4 milioni di unità dei pronostici, ma meno delle stime API, pari a +2,45 milioni di unità. Infine, le scorte di distillati sono calate di 1,6 milioni di unità a dispetto della flessione di 0,6 milioni di unità anticipata dall’API e della contrazione di 2,8 milioni di unità attesa dagli analisti.

Molti trader ne stanno approfittando utilizzando le piattaforme CFD certificate. Ad esempio con ForexTB (clicca qui per visitare il sito ufficiale) si hanno a disposizione strumenti molto utili come i segnali per poter essere subito operativi sulle materie prime. Per saperne di più sui segnali clicca qui per visitare il sito ufficiale.

Andamento prezzo petrolio sul breve-medio periodo

Il grafico con time-frame giornaliero in alto ci mostra come il forte recupero messo in atto dal WTI si sia spinto ed abbia trovato una forte resistenza fino alla media mobile a 50 giorni (la prima linea dall’alto verso il basso sul grafico).

Il mancato break-out di EMA 50 ha provocato un brusco dietrofront che ha causato la discesa al di sotto delle medie mobili minori, a 25 e 10 giorni (rispettivamente la linea mediana e la prima linea dal basso verso l’alto sul grafico).

Sotto area 37 dollari, possibilità di rivedere i recenti minimi in area 35-34 dollari, persi i quali potrebbe attivarsi un pattern ribassista con target in area 31-30 dollari.

Oltre EMA 50, invece, possibili allunghi in area 41-42 dollari in prima battuta e successivamente verso area 43-44 dollari.

Modello di trading sul petrolio –wti – valido da 1 a 5 giorni

Il modello di trading Long si attiva con chiusura oraria oltre quota 37,54$ e consiglia di prendere i primi profitti a quota 37,77 e 38,15 dollari; stop loss in caso di discesa sotto quota 36,80$.

Mantenere o sovrappesare le operazioni rialziste in caso di break-out orario di quota 38,15$, per cercare di approfittare di eventuali allunghi in prima battuta a quota 38,53$ e successivamente a quota 38,77$; stoppare le operazioni in caso di ritorno sotto 37,43$ in chiusura oraria.

Insistere con nuove posizioni Long in caso di estensioni al rialzo sopra quota 38,77 in chiusura di candela oraria, per cercare di sfruttare ulteriori balzi in area 39,16 e 39,55 dollari, estesi in area 39,95$; stop loss in caso di ritorno sotto 38,15$ in close orario.

Suggeriti acquisti sulla debolezza in caso di affondo in area 34,69$, per tentare di sfruttare eventuali rimbalzi in area 35,26 e 35,62 dollari, estesi in area 36,20$; stop loss in caso di possibili flessioni sotto quota 34,13$ in chiusura daily.

Il modello di trading Short, invece, prende forma con chiusura oraria minore di quota 36,80$ e fissa i primi due obiettivi in area 36,43 e 36,20 dollari; stop loss in caso di recupero sopra 37,54$ in chiusura oraria.

Mantenere o incrementare le posizioni corte in caso di discesa sotto quota 36,20$ in chiusura di candela oraria, per tentare di ricoprirsi in primo luogo a quota 35,84$ e successivamente a quota 35,62$; stoppare le operazioni in caso di ritorno sopra quota 36,80$ in close orario.

Si consiglia insistere con nuove posizioni Short in caso di flessione sotto quota 35,62$ in chiusura di candela oraria, per sfruttare eventuali cali in area 35,26 e 34,90 dollari, estesi in area 34,69$; stoppare le operazioni in caso di recupero oltre quota 36,20 in close orario.

Short speculativi in caso di allungo in area 39,95$, per approfittare di eventuali prese di profitto in area 39,55 e 39,16 dollari, estese in area 38,53$; stop loss con close daily sopra quota 40,60$.

  1. Quali sono le migliori piattaforme per fare trading sul petrolio?

    Per iniziare è possibile utilizzare la piattaforma di eToro che grazie al copy trading permette di copiare dai migliori trader.
    Clicca qui per visitare il sito ufficiale di eToro

  2. Dove posso trovare informazioni dettagliate sul trading petrolio?

    Potete consultare la guida sul trading di materie prime sul nostro sito.

Responsabilità: Gli autori dei contenuti ed i responsabili di ilcorsivoquotidiano.net, dichiarano che i contenuti e le analisi su valute, azioni e qualunque tipo di strumento finanziario non devono essere considerate raccomandazioni di investimento. Tutte le considerazioni fatte dall'autore dell'articolo sono soggettive e dunque rientrano nelle opinioni personali e come tali devono essere considerate. Il contenuto dei post rispecchia l'opinione personale dell'autore e della redazione e sono scritte con finalità di informazione e non al fine di invogliare a fare trading o a investire su qualunque mercato finanziario/o strumento. Gli autori stessi e lo staff del sito non possiedono azioni di società quotate o asset finanziari oggetto delle analisi. Lo staff di ilcorsivoquotidiano.net non garantisce che i dati siano in tempo reale e che la periodicità delle analisi sia puntuale. L'attività di trading e di speculazione sui mercati finanziari o di investimento tramite strumenti derivati costituisce un rischio di perdita di capitali. Pertanto lo staff e gli autori non si assumono alcuna responsabilità legata a investimenti errati o decisione prese tramite analisi di qualsiasi genere trovate sul sito web. L’Utente, pertanto, si assume ogni responsabilità e non ritiene ilcorsivoquotidiano.net e tutti i suoi autori responsabili per eventuali perdite/danni diretti o indiretti che possano scaturire dalla lettura delle analisi, dalla loro inesattezza/e incompletezza oltre che accuratezza. Ogni utente che vuole investire sarà pertanto tenuto a informarsi assumendosi i rischi di eventuali investimenti non basandosi solo sulle analisi tecniche fornite da ilcorsivoquotidiano.net