Migliori piattaforme di trading online [2021]

Scegliere la migliore piattaforma di trading online significa avere a disposizione un ambiente in cui accedere ai mercati in tutta sicurezza facendo tutte quelle operazioni che servono per fare trade di successo. Come scegliere ? Da dove partire ?

In questo post presentiamo una classifica o meglio un elenco di 5 piattaforme che vi consentono di negoziare sui mercati. Non è da prendere come una classifica vera e propria anche perchè ogni portale fornisce software diversi e presenta delle caratteristiche uniche. I traders professionisti magari utilizzerebbero un ordine diverso, tuttavia il nostro obiettivo è quello di fornire una guida.

OBRinvest

OBRinvest è un Broker che prevede 4 account. Come intuibile, ogni account prevede un importo per iscriversi più alto ma permette anche di ottenere più servizi e più guadagni.

Offre un Conto demo, la popolare piattaforma Metatrader 4 (nota pure come MT4),Video On Demand per formarsi ed una apprezzata Assistenza clienti.

OBRinvest si distingue per il fatto che offre i segnali di trading elaborati da una società prestigiosa come l’americana Trading Central. Avente, oltre una sede a New York, anche a Hong Kong e Parigi. Insignita per molti anni consecutivi dai prestigiosi Analytics Trading Awards.

Per provare i servizi di OBRinvest clicca qui.

Plus500

Plus500 è un broker che offre una piattaforma di trading molto bella con cui è possibile negoziare tramite un servizio in CFD. I contratti per differenza (CFD) consentono di risparmiare molto andando a contrattare sul prezzo piuttosto che acquistare beni fisici. Hanno il vantaggio di essere flessibili e di permettere di fare trading cfd in qualunque mercato come gli indici di borsa, le azioni, le commodities e le valute. Tutto in un unico ambiente, tutto con la garanzia della Cysec che ha dato la licenza a Plus500 per fornire i suoi servizi in Europa. Plus500 è quotata nel listino principale del London Stock Exchange.

Plus500 UK Ltd è autorizzata dalla Financial Conduct Authority (FCA) con licenza FRN 509909. Plus500 CY LTD è autorizzata and regolata dalla Cyprus Securities and Exchange Commission (Cysec) con Licenza No. 250/14. Parliamo dunque della piattaforma più affidabile che permette proprio a tutti di iniziare a fare trading cominciando da un conto demo. Le opinioni che trovate in giro su blog e forum sono infatti tutte positive.

E’ uno dei siti migliori  e per questo merita un posto alto nella nostra classifica delle migliori piattaforme di trading.

Per accedere alle promozioni fate click qui e aprite un conto per negoziare con Plus500.

Consultate anche la recensione di Plus500 per conoscere tutte le condizioni.

72% dei conti al dettaglio CFD perde denaro.

eToro

eToro è sicuramente una piattaforma di trading online adatta per i principianti ma non solo. Offre alcune funzionalità come il social trading che permette di copiare dai migliori traders iscritti sul sito. E’ stato il primo in Italia a introdurre queste funzioni ed innova continuamente la sua piattaforma webtrader.

Clicca qui per creare il tuo conto di trading su eToro.

Disclaimer: eToro è una piattaforma multi asset che consente dio investire sia in azioni che in criptovalute, e di fare trading sui CFDs.

Considera che i CFD sono strumenti complessi con un alto rischio di perdere denaro dovuto alla leva finanziaria.75% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro.

Criptoasset non sono regolati e possono subire ampie variazioni di prezzo, dunque non sono appropriati per tutti gli investitori. Il trading di criptoasset non è regolamentato da alcuna normativa Europea.

Le performance passate non sono indicatori di risultati futuri.

ComeFareTradingOnline

Il portale ComeFareTradingOnline rappresenta uno dei brand storici in fatto di piattaforme di trading online grazie ad un ottimo materiale formativo. Ogni giorno aiuta traders e aspiranti tali a capire le dinamiche del trading online e ad iniziare passo dopo passo a fare i primi investimenti.

E’ diviso in sezioni tematiche che sono dedicate al trading online, alle migliori piattaforme e a guide su forex e opzioni binarie.

Fineco

Il brand Fineco è conosciuto in Italia grazie al fatto di appartenere al gruppo bancario di Unicredit. Richiede l’associazione ad un conto corrente che ha comunque dei costi ma dispone di una ottima piattaforma di trading.

Tutti i servizi sono accessibili anche da smartphone e tablet e ci sono moltissimi mercati sui cui poter negoziare.

XM.com


XM è un broker che sta crescendo molto in Italia grazie alla sua attenzione verso la formazione dei clienti. Organizza spesso seminari gratuiti e webinar per imparare a fare trading online.
Ha delle caratteristiche che lo rendono unico come i conti Zero che sono stati lanciati da poco con zero pip di spread, una novità rivoluzionaria.
Clicca qui per iscriverti gratuitamente ad XM.com

Migliore piattaforma di trading

piattaforma-trading-online

Qual è la migliore piattaforma di trading in assoluto ? Alla luce delle considerazioni che abbiamo fatto è difficile esprimere un giudizio oggettivo perchè parliamo di siti e broker davvero validi. La scelta è un po’ personale e dipende da ciò che si cerca. Avete bisogno di un conto corrente associato ? Volete un broker snello ? Volete commissioni e spread bassi ?

A seconda della risposta a queste domande potete orientarvi nella scelta. Ad esempio Plus500 è una delle più utilizzate perchè ha dei costi davvero contenuti e richiede un deposito iniziale basso per iniziare a negoziare (è previsto un numero minimo di trader per i prelievi). In più il vantaggio dei CFD permette a tutti di tradare in tranquillità con investimenti poco onerosi. I meno esperti invece possono iniziare da altri siti che comunque assicurano tanta qualità. Tutte le migliori piattaforme di trading online hanno delle caratteristiche che devono essere valutate singolarmente per poter scegliere con sicurezza la migliore in assoluto sia per il forex che per le opzioni binarie.

Piattaforme di trading gratuite


Tutte le piattaforme di trading sono gratuite anche perchè a differenza delle banche non applicano ulteriori costi fissi. Questi possono essere dati dalle commissioni sulle transazioni o in altri costi applicati all’inizio. Broker come XM broker ad esempio hanno degli spread molto convenienti e dunque non vanificano i profitti fatti dal trader. OBRinvest addirittura non ce li ha nemmeno in quanto chi fa trading di opzioni binarie deve stare attento ai capitali che investe ed il broker incasserà solo i soldi derivanti dalle operazioni in perdita ovviamente in percentuale.

Piattaforme di trading italiane o straniere?

Molti dei traders italiani hanno difficoltà con l’inglese. Le piattaforme che abbiamo presentato nella nostra classifica hanno la licenza italiana CONSOB e hanno tantissimi strumenti rigorosamente in Italiano. Questo è molto importante sia per capire a fondo la piattaforma sia per parlare con il supporto tecnico dedicato che svolge le funzioni di help desk per cercare di aiutarvi se volete consigli o avete qualsiasi tipo di problema.

A meno che non siate dei professionisti è consigliabile cominciare a negoziare con piattaforme di trading italiane oppure di aprire più conti trading per bilanciare gli investimenti.

Le demo delle piattaforme di trading online

Chi si occupa di trading online ha spesso la necessità di sperimentare delle strategie oppure provare prima di iscriversi e fare il primo deposito. In questo caso tutti questi siti vi vengono incontro permettendovi di provare gratuitamente il loro software via web. A disposizione vi danno un conto virtuale con soldi non veri ma avete accesso a tutti i dati, a tutti i grafici e a tutte le informazioni che hanno tutti gli iscritti. Ovviamente i guadagni che farete sono virtuali ma vi possono dare delle indicazioni su come poter iniziare a fare sul serio.

Appassionato di economia e finanza, porto il mio parere indipendente sui temi economici di maggiore interesse. Nel 2008 sono diventato giornalista ed editore.

19 COMMENTS

  1. Diciamo che concordo in pieno con questa lista anche se avrei dato qualche punto in più a Plus500. Lo ritengo un sito davvero affidabile anche se consiglio di fare un pò di pratica perchè ha tantissime funzioni.

    La scelta è soggettiva ma io mi trovo bene anche perchè hanno una assistenza fantastica, ad ogni problema puoi contattare lo staff e questo per me è molto importante.

  2. Ciao Francesco,
    in effetti è da un pò che utilizzo anche io queste piattaforme. Voglio dire però a tutti i principianti di non farvi prendere la mano, ad esempio quando ho fatto il primo deposito ho ricevuto un bonus enorme ed ho avuto la tentazione di spenderlo subito.

    E’ conveniente fare trading con moderazione, poi quando diventate bravi i guadagni ci saranno sicuramente.

  3. Alla fine ogni trader usa la piattaforma con cui si trova meglio, personalmente stao usando quella di Markets anche se ho sentito dei pareri ottimi su Plus500 e anche 24option.

    Diciamo dipende dal settore in cui vuoi operare

  4. Alex scusami se esprimo una critica ma Plus500 è veramente il massimo, il bonus è molto più elevato e la piattaforma è molto curata nei dettagli. Sono sicuro che anche gli altri broker che usi sono fatti bene ma devo dire che da quando mi sono iscritto non la cambierei con nessuna!

    Poi sono gusti personali!

  5. Devo dire che il vostro articolo mi ha fatto capire molte cose interessanti. Dopo un periodo iniziale di studio sono passata al reale con 24option. Ne ho provati tanti e devo dire che probabilmente è quello più adatto a me. Per ora i risultati sono ottimi, sono molto soddisfatta!

  6. Ciao a tutti vi do del tu visto che siamo ormai intimi. Volevo capire una cosa, quant’è il costo mensile di ogni piattaforma. Ad esempio se compro a 50 e vendo a 48 si può investire in perdita ? Sono rimasto ancora agli investimenti tradizionali non capisco queste novità. Grazie a chi mi vorrà aiutare.

  7. Ciao Giovanni cerco di spiegartelo in parole povere. La differenza tra quanto compri e tu e quanto vendi attraversa la piattaforma è lo spread ed è quello che il broker incassa. Non hai nessuna commissione di nessun genere e puoi prelevare i guadagni quando vuoi.
    Puoi anche chiudere il conto di trading senza problemi. Ricordati però di dichiarare e pagarci le tasse, sui redditi mi pare si paghi il 26% per la nuova riforma Renzi. In ogni caso per la tassazione rivolgiti ad un commercialista

  8. Personalmente dopo varie prove mi trovo benissimo con Plus500 e 24Option, li uso entrambi sia per il trading in generale che per le opzioni e devo dire che mi trovo benissimo. Grazie ai vostri consigli

  9. Grazie per aver pubblicato quest’elenco di broker italiani, che dire condivido un pò tutto quello che è stato detto. Io uso da un pò di mesi sempre Markets che ha delle guide fatte veramente bene sopratutto per chi come me cercava una piattaforma facile da usare.
    Consigliatissimo!

  10. Salve, grazie per l’articolo avrei una domanda. Quale piattaforma conviene usare per operare sulla borsa italiana ?

    Grazie a chi vorrà rispondermi

  11. Ciao Frank, ti dico quella che uso io almeno all’inizio. Secondo me la migliore è quella di 24option che ha tutti i principali titoli della Borsa italiana ed anche di quelle estere. Ad esempio trovi i titoli di Apple, Facebook e Google per dirne alcuni.
    Eviterei personalmente Fineco con la quale devi aprire un conto e poi ha dei costi esagerati! Che senso ha buttare via i soldi ?

    Scegli una piattaforma di quelle classiche, versi e non ci sono sorprese. Io almeno la penso così!

  12. Ciao a tutti;
    sono molto incuriosito dal discorso, ma riguardo alle tasse mi sfugge una cosa: operando in titoli tramite la mia banca (IN ITALIA), questa (su mia scelta fatta all’origine) si trattiene la “cedolare secca” sugli utili (quindi sarà la banca a girare all’erario quanto gli compete e quello che mi verrà accreditato sarà il NETTO e non dovrò più pensarci su).
    Qui parliamo invece di operare da soli (che sia su piattaforme italiane o estere) e alla fine dell’anno, da bravi e onesti cittadini, riportare i guadagni nella dichiarazione dei redditi, è così?
    Grazie anticipato per il cortese chiarimento.

  13. Esatto Luigi è proprio così sta a te dichiarare i guadagni che otterrai facendo trading con una piattaforma online.

  14. Giusto, la scelta delle migliori piattaforme trading adatte al proprio stile è un passo dovuto per iniziare.

  15. Consiglio a tutti XM è davvero un broker rivoluzionario, hanno introdotto da poco i Conti zero con zero pip, nessuno ce li ha io mi trovo benissimo

  16. ciao io ti consiglio plus500 che è meglio. Magari inizia aprendo il conto ed esercitandoti con le demo versando un piccolo deposito. Io ho iniziato così e col tempo ho cominciato a muovere grossi volumi ma magari per te sarà diverso. L’esperienza reale non te la può insegnare nessuno sopratutto evita forum e cose del genere, prova tu stesso e poi mi dirai.

  17. Ragazzi penso sian normale per tutti iniziare lentamente, io stesso all’inizio ho sottovalutato l’importanza delle piattaforme trading online concentrandomi su altri aspetti. Ora per esempio uso esclusivamente Plus500 con altri software sul computer e riesco ad ottenere i miei risultati
    Quindi consiglio a chi è un principiante di usare magari altre piattaforme ma che siano di qualità per non fare i miei stessi errori.

  18. Ciao @trader 2016 io penso che tutto è soggettivo come la scelta di usare una specifica piattaforma di trading online. Ma è anche vero che molto spesso gli utenti sono attratti da condizioni non vere, per questo motivo meglio usare piattaforme autorizzate come quelle che propone l’articolo piuttosto che dare i propri soldi a chi promette cose impossibili. Grazie a tutto lo staff per proporre sempre ottimi spunti. Continuate così

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here