5 azioni da comprare in settimana (secondo Societe Generale)

Il clima di elevata aleatorietà cher era conseguente all’avvicinarsi del referendum sulla Brexit (con esiti poi noti) non ha impedito certamente agli analisti di Societe Generale di poter effettuare qualche gradevole previsione su quel che potrebbe accadere nel corso delle prossime settimane in merito ad alcuni titoli che gli stessi osservatori ritengono sia opportuno comprare, andando ad arricchire il proprio portafoglio di interessanti occasioni.

Ma quali sono?

Come riassunto anche dal quotidiano Milano Finanza, che si è occupato del tema, in cima alla lista c’è Danone , società multinazionale operante nel settore alimentare, che Societe Generale premia con un rating buy, ponendo un target price a 75 euro, con margini di rialzo rispetto alle quotazioni attuali pari al 25 per cento. Alla base di tale riflessione vi sarebbe il fatto che le stime sui margini reddituali 2016 siano state riviste al rialzo. Si tenta conto che per il momento la prestazione del titolo sembra tenere, visto e considerato che negli ultimi 12 mesi la società, che capitalizza 36,3 miliardi di euro, ha perso solo un punto percentuale di capitalizzazione.

Altro rating buy per la Imperial Brands, colosso britannico del tabacco. Il giudizio positivo sembra essere in questo caso attribuito grazie ai cambiamenti che sono avvenuti nel management e all’alto rendimento della cedola (il dividendo è del 4,3 per cento nell’esercizio 2016 e del 4,8 per cento in quello successivo). Il prezzo obiettivo del titolo, che capitalizza 34 miliardi di sterline, è pari a 4.250 pence, in rialzo del 19 per cento rispetto alle quotazioni annuali. Negli ultimi 12 mesi la prestazione del titolo è già di per se piuttosto positiva, con rialzo del 9 per cento.

Il terzo titolo da inserire in portafoglio, secondo Societe Generale, è British Petroleum. Il colosso petrolifero ha un target price di 430 pence, con margini potenziali del 15 per cento rispetto alle quotazioni attuali. Il rating buy è derivato dall’analisi positiva sugli interventi di ristrutturazione, che starebbero conducendo a buoni risultati. La prestazione del titolo è decisamente negativa negli ultimi 12 mesi (- 15 per cento) ma secondo Societe Generale l’inversione di tendenza è vicino. La performance del titolo è attualmente pari a 70 miliardi di sterline.

Il quarto titolo individato dagli analisi è Schneider: il gruppo francese dovrebbe poter beneficiare dell’attesa ripresa del settore delle costruzioni in Europa (rimane forte negli Stati Uniti, in miglioramento in Cina). Il giudizio degli analisti è buy, con target price di 68 euro, con potenziale rialzo del 21 per cento rispetto alle quotazioni odierne. Negli ultimi 12 mesi la capitalizzazione del titolo (33 miliardi di euro) ha perso il 15 per cento sui listini di Borsa.

Ultimo titolo individuato è quello di Bt Group. Il titolo dell’azienda Tlc ha visto attribuirsi un rating buy (comprare) nonostante il rischio Brexit. Il titolo capitalizza 42,2 miliardi di sterline, con performance negativa del 3,5 per cento negli ultimi 12 mesi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here