Borse e sterlina in rialzo, Remain favorito

Oggi è il gran giorno del referendum sulla Brexit e i mercati finanziari di tutto il mondo puntano sulla permanenza della Gran Bretagna nell’Unione Europea. Piazza Affari in forte crescita, bene i titoli bancari e le altre Borse europee, dopo che nella notte le piazze asiatiche avevano chiuso in territorio positivo. Anche la sterlina in rialzo e Remain, dunque, al momento favorito.

Mercati finanziari e sterlina

Il giorno del referendum nel Regno Unito è finalmente arrivato, con le quote dei bookmakers che assegnano un lieve vantaggio al Bremain sulla Brexit.

Il Ftse Mib di Piazza Affari, a pochi minuti dalla chiusura delle contrattazioni, sale di circa il 3%, Francoforte e Parigi guadagnano circa il 2%, Londra cresce dell’1,5%. I mercati dunque puntano sulla permanenza della Gran Bretagna nell’Ue. La sterlina nelle scorse ore ha toccato i massimi dell’anno sul dollaro (1,484 dollari) e sale dello 0,25% anche rispetto all’euro (1,3 euro).

Più timorosi i mercati obbligazionari, con lo spread Btp/Bund a 136,910 punti base, pressoché stabile e sulla stessa linea di chiusura di ieri (136,726). In tal caso sembra si preferisca attendere l’esito del referendum inglese. A Piazza Affari da segnalare i forti acquisti registrati nel comparto bancario. Molto bene Banca Popolare di Milano, in rialzo di oltre 7 punti percentuali, Ubi Banca (+5,5%), Mediobanca (+4,94%), Unicredit (+4,23%), Intesa Sanpaolo (+4,08%) e Banca Mps (+3,05%).

Crescita anche nel segmento del lusso, con Ferragamo, Moncler, Cucinelli e Luxottica tutte registrare guadagni compresi tra l’1 e il 3 per cento.

L’Asia scommette sul Remain

Nella notte anche i mercati asiatici avevano deciso di scommettere sul Remain, pur se in misura più moderata, in attesa dell’esito definitivo del voto. Hong Kong, Shanghai e l’indice Nikkei di Tokyo nella nottata hanno registrato rialzi compresi tra lo 0,5 e il punto percentuale.

Da segnalare che i volumi degli scambi sono però risultati piuttosto deboli, con lo yen in ribasso nei confronti delle principali valute.

Cambio euro-dollaro


Il cambio euro-dollaro continua a registrare in queste ore un rialzo misurato, toccando quota 1,14. Nelle prossime ore è comunque attesa una estrema volatilità e qualsiasi notizia legata al referendum britannico sarà capace di creare in pochi minuti intense ondate di ordini di acquisto o di vendita sul cambio EUR/USD.

Un moderato ottimismo per la permanenza del Regno Unito all’interno dell’Unione Europea ha infatti importanti effetti sul cambio euro-dollaro che ha intrapreso un trand rialzista, accodandosi alle stesse aspettative dei mercati finanziari. I seggi saranno aperti dalle ore 07:00 (08:00 in Italia) alle ore 22:00 (23:00) di giovedì 23 giugno 2016.

Il risultato del referendum sul futuro del Regno Unito nell’Unione Europa sarà però reso noto soltanto nella mattinata di venerdì 24 giugno.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here