Comprare azioni Adobe (ADBE): come investire e previsioni 2022

Per chi ha a che fare di frequente con i documenti in formato digitale, Adobe sicuramente sarà qualcosa di familiare. Si tratta infatti della società che da anni propone e implementa programmi per tale scopo. Una autentica multinazionale americana, tra i colossi informatici mondiali.

Essendo quotata in Borsa, in questo articolo ne cogliamo un altro aspetto: come comprare azioni Adobe (ADBE).

Cercheremo di conoscere meglio l’azienda, su quali broker conviene operare, i principali concorrenti di Adobe e le previsioni future sulle azioni dell’azienda.

Molti trader ne stanno approfittando utilizzando le piattaforme CFD certificate. Ad esempio con Capital.com (clicca qui per visitare il sito ufficiale) si hanno a disposizione strumenti molto utili per poter essere subito operativi sui titoli azionari.

Per saperne di più sugli strumenti di Capital.com clicca qui per visitare il sito ufficiale.

Adobe chi è

Chi è Adobe? Adobe Incorporated è una software house statunitense con sede principale a San Jose, in California. E’ stata fondata nel 1983 da John Warnock e Charles Geschke, che lasciarono la Xerox Co. per dedicarsi allo sviluppo del linguaggio PostScript e dei fonts.

Realizza programmi per video e grafica digitale. Ma anche per la digitalizzazione dei documenti.

Tra i suoi prodotti più noti ricordiamo:

  • After Effects, software di video compositing
  • Premiere Pro, piattaforma di montaggio video
  • Photoshop, programma di fotoritocco e grafica bitmap
  • InDesign e PageMaker, applicazioni di Desktop Publishing
  • Illustrator, applicazione per creare grafica vettoriale

Nel 2003 ha acquisito dalla fallita Syntrillium Software i diritti per il programma Cool Edit Pro. Diventato Adobe Audition.

Ma il vero cavallo di battaglia di Adobe è il formato di documento multipiattaforma PDF (Portable Document Format), per la digitalizzazione di documenti leggibili dai principali sistemi operativi, desk e in tempi più recenti mobile.

Comprare azioni Adobe

Tale formato è leggibile tramite il software gratuito Reader (inizialmente Acrobat Reader). E’ molto apprezzato anche per la estrema precisione con cui formatta il documento senza variazioni dovute a settaggi individuali del sistema dell’utente.

Nel 2005 ha rilevato Macromedia e Flash Player, programma usato per visualizzare i filmati ShockWave Flash (SWF). Soprattutto Macromedia è stata l’acquisizione più importante nel corso della sua esistenza. Società acquisita per 3,57 miliardi di dollari. Una operazione strategica, visto che quest’ultima è produttrice di estensioni per Dreamweaver (Mx Kollection, KTML, Mx Ajax Toolbox, Phakt, Mx Kart e molte altre).

Di recente sta rilanciando versioni più semplificate di alcuni programmi, per renderli accessibili anche agli utenti base, come Photoshop Elements e Premiere Pro Elements.

Altra importante acquisizione è stata quella di Magento, software per e-commerce.

Chi èSoftware che realizza programmi per video e grafica digitale.
💻 SettoreSoftware / Grafica
👍 SedeSan Jose, California
💻 QuotazioneBorsa di New York
👍 TickerADBE
🥇Migliore piattaforma per investire sul titoloeToro
🥇Miglior broker per trading azionarioCapital.com

Piattaforme per investire in azioni

Se vi interessa l’investimento in azioni potete utilizzare una di queste piattaforme regolamentate:

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGIISCRIZIONE
Copy trading su azioniCommissioni basseISCRIVITI
Intelligenza artificiale / MetatraderSpread ridottiISCRIVITI
Spread bassi, CFDSegnali di tradingISCRIVITI
Numerose azioniConti Zero spreadISCRIVITI
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.

si tratta dei broker migliori, registrati in Consob e con licenza dunque sicuri.

Azioni Adobe: dati societari

Vediamo i dati societari principali di Adobe.

Settore industriale

Realizzazione ed implementazione di prodotti informatici. Tra i principali:

  • Acrobat
  • Photoshop
  • Lightroom
  • Illustrator
  • Premiere Pro
  • Magento
  • After Effects

Management

  • Shantanu Narayen (Presidente e CEO)
  • John F. Murphy (CFO)
  • Abhay Parasnis (CTO)

Numeri principali:

  • Fatturato: 11,13 miliardi di USD (2019)
  • Utile netto: 2,95 miliardi di USD (2019)
  • Dipendenti: 22.634 (2020)

Dove comprare azioni Adobe

Adobe è quotata sul Nasdaq, con ticker ADBE. Il modo migliore per provare a speculare sul titolo è il trading CFD, poiché questi ultimi consentono di investire sia long che short in base alle previsioni. Dunque, speculare sia quando il prezzo di un asset sta calando sia quando il suo valore sta aumentando.

Altri vantaggi sono i costi contenuti, la possibilità di usare la Leva finanziaria e il fatto di investire indirettamente su un titolo.

Detto ciò, vediamo quali sono i migliori broker per il trading CFD sulle azioni ADOBE.

Comprare azioni Adobe con eToro

Il broker eToro è molto attento a quelle che sono le più interessanti opportunità offerte dalla borsa americana. Soprattutto i titoli informatici, notoriamente più volatili e quindi capaci di regalare i profitti più interessanti. Ma, di contro, anche i rischi maggiori.

Ecco un esempio di acquisto di Adobe su eToro:

Azioni Adobe su eToro

eToro si lascia preferire per i servizi che offre, come il copy trading e il social trading. Ma anche perché offre la possibilità di investire su asset già preconfezionati, che includono diversi titoli aggregati in un paniere: gli smart portfolios.

Il broker eToro ha ridotto drasticamente di recente il deposito minimo richiesto, giusto a 50 euro contro i 200 che ha previsto per anni. Mentre per quanto concerne le commissioni, ricordiamo che sui trades aperti impone solo lo spread. E le commissioni sono in generale inferiori alla media del mercato.

Chiudono il quadro riepilogativo le licenze possedute: CySEC, rilasciata a Cipro. FCA, rilasciata in Gran Bretagna. ASIC, rilasciata in Australia.

Registrati gratuitamente su eToro cliccando qui.
66% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Comprare azioni Adobe con Capital.com

Il broker Capital.com è invece una piattaforma di trading inglese, con tanti servizi, come i segnali di trading, l’intelligenza artificiale integrata nella piattaforma nativa (sebbene dia anche la possibilità di usare Metatrader), una app pensata per esercitarsi senza rischi: Investmate.

Capital.com ha le medesime licenze di eToro e si lascia preferisce anche per il quadro complessivo dei costi. Molto interessante poi il deposito minimo, di soli 20 euro, per accedere al conto base.

Il broker è molto attento anche alla formazione dei suoi trader. E così, oltre alla succitata app, ricordiamo anche un conto demo di 10mila euro virtuali e i corsi gratuiti organizzati dalla sua Accademy.

Puoi registrarti gratis su Capital.com cliccando qui.
79.17% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Comprare Adobe con FP Markets

FP Markets è invece un broker australiano, che opera nei paesi grazie alla licenza CySEC.

Qui il deposito minimo è di 100 euro, Ecco alcune caratteristiche di questa piattaforma di trading del continente oceanico:

  • Forex: 60+ coppie di valute
  • Azioni: 10,000+ titoli azionari
  • Materie Prime: diversa scelta, tra cui Oro, petrolio, argento, ecc.
  • Trading con spreads bassi a partire da 0,0 pips
  • Esecuzione rapida da una struttura server NY4
  • Liquidità di alto livello e prezzi bassi, 24/5
  • Nessun dealing desk e nessuna riquotazione

Questi invece i servizi offerti:

  • Accesso ai corsi di formazione FP Markets sul Forex Trading
  • Piattaforme: Metatrader 4 (MT4) e Metatrader 5 (MT5), WebTrader e app mobili per iPhone e dispositivi Android
  • Portale clienti avanzato per monitorare il tuo trading in tempo reale
  • Server Virtuali Avanzati ( VPS), soluzioni per Expert advisors (EAs), scalping e auto-trading

Il trader mette anche a disposizione un conto demo da 100mila euro.

Apri ora il tuo conto demo su FP Markets da qui.
71.2% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

XTB

Il broker XTBè un’altra piattaforma di trading molto interessante. No richiede un deposito minimo per operare. Ti consente di avere accesso a oltre 5400+ Mercati finanziari, di poter beneficiare di una formazione completa con seminari, webinar, materiali scritti, incontri “one to one” ed eventi con specialisti del settore. Tutti gli incontri dedicati alla formazione sono gratuiti.

La Piattaforma è innovativa, il supporto offerto è veloce e altamente qualificato

Anche qui troverai una piattaforma di trading spread-only e con commissioni basse.

Un altro punto di forza sono le molteplici licenze possedute. Ben 12 al momento della scrittura.

Iscriviti ora su XTB cliccando qui.
72% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Modello di Business e prodotti Adobe

Adobe ha un modello di business di mercato segmentato, con lievi differenze tra i segmenti di clientela. L’azienda rivolge le sue offerte a privati, piccole/medie imprese e imprese che desiderano utilizzare i media digitali e i servizi di marketing per scopi diversi.

Adobe offre tre proposte di valore principali:

  1. accessibilità
  2. innovazione
  3. marchio/stato

L’azienda crea accessibilità offrendo un’ampia varietà di opzioni. I clienti possono accedere al suo software da qualsiasi dispositivo, inclusi computer, tablet, smartphone e televisori. Inoltre, oltre alle sue offerte originali, ha acquisito una serie di concorrenti, che le hanno consentito di aggiungere molte nuove funzionalità al suo portafoglio.

Ad esempio, l’acquisto della rivale Macromedia nel 2005 ha permesso di aggiungere Adobe ColdFusion, Adobe Contribute, Adobe Captivate, Adobe Acrobat Connect, Adobe Director, Adobe Dreamweaver, Adobe Fireworks, Adobe Flash, FlashPaper, Adobe Flex, Adobe FreeHand, Adobe HomeSite, Adobe JRun , Adobe Presenter e Adobe Authorware alla sua linea di prodotti.

L’azienda ha abbracciato l’innovazione fin dall’inizio. Per molto tempo, il suo PostScript è stato l’unico linguaggio di descrizione delle pagine disponibile per ambienti con più computer, come le reti di uffici aziendali. Inoltre, ha creato Display PostScript, un’offerta rivoluzionaria perché il linguaggio poteva comunicare direttamente con lo schermo di un computer anziché tramite una stampante.

Consente inoltre agli utenti di controllare la grafica sullo schermo. Il portfolio di Adobe include anche prodotti innovativi come l’editor di immagini PhotoShop, il programma di disegno Illustrator e il visualizzatore Acrobat.

Si autodefinisce il leader globale nel marketing digitale e nelle soluzioni multimediali. Elabora più di quaranta trilioni di transazioni di dati all’anno attraverso i suoi prodotti software-as-a-service.

Infine, ha ottenuto numerosi riconoscimenti, tra cui il posizionamento nella lista dei “100 Best Corporate Citizens” di CR Magazine (2015) e l’indice FTSE4Good (2015).

I principali canali di Adobe sono il sito Web e la vendita diretta. Acquisisce inoltre clienti tramite rivenditori, distributori, sviluppatori di software, integratori di sistemi, fornitori di software indipendenti, rivenditori a valore aggiunto e produttori di apparecchiature originali (OEM). L’azienda promuove la sua offerta attraverso le sue pagine di social media, pubblicità online, partecipazione a fiere e conferenze e sponsorizzazioni di eventi.

Il rapporto con i clienti di Adobe è personalizzato. Assiste i clienti nei seguenti modi:

  1. Servizi di consulenza – L’azienda mantiene un team di servizi professionali che progetta e implementa soluzioni per i clienti. Utilizza anche partner come integratori di sistemi, rivenditori, agenzie digitali e partner di soluzioni per fornire servizi di consulenza.
  2. Customer Success Account Management – L’azienda fornisce Customer Success Manager per i suoi clienti più grandi. I gestori lavorano con loro individualmente per soddisfare esigenze uniche.
  3. Supporto tecnico – L’azienda offre supporto aziendale e servizi di manutenzione a prodotti in abbonamento e clienti con licenza perpetua. Offerte specifiche includono supporto tecnico e aggiornamenti e miglioramenti del prodotto. Offre anche opzioni a breve termine come il supporto per incidenti a pagamento.
  4. Servizi di formazione – L’azienda offre una selezione completa di servizi di formazione, inclusi programmi di corsi in aula e virtuali forniti dai suoi professionisti della formazione e partner.

Nonostante questo orientamento, esiste anche una componente self-service. Il sito Web di Adobe include opzioni di apprendimento self-service, tutorial e risposte alle domande frequenti. C’è anche un forum in cui i clienti possono interagire con altri utenti.

Grafico Azioni Adobe

Ecco il grafico in tempo reale sull’andamento delle azioni Adobe (ADBE):

Competitors di Adobe

Oltre all’analisi tecnica che predilige l’approfondimento dei grafici, molto importante è anche l’analisi fondamentale.

Per la quale dobbiamo dare un’occhiata alle principali notizie che possono riguardare la società in questione. Oltre che i suoi principali concorrenti, visto che molto dipende anche dallo stato dell’arte degli altri.

Restando strettamente nel settore in cui opera la società, vediamo quali sono le principali aziende concorrenti di Adobe:

  • Google
  • IBM
  • Oracle
  • Amplitude
  • CleverTap
  • Glassbox
  • Kissmetrics
  • ContentSquare (ClickTale)

Possiamo comunque dire che Adobe gode di una certa leadership, con un’unicità di alcuni servizi e programmi.

Previsioni Adobe 2022-2025

Quali sono le previsioni sulle azioni Adobe? Il titolo ha conosciuto, come molti altri del settore informatico, una incredibile crescita durante la Pandemia. Tanto da arrivare a sfiorare i 670 dollari americani verso metà novembre 2021.

Di lì però un rimbalzo molto forte, che ha portato le azioni Adobe sotto il supporto dei 500 dollari a febbraio 2022, col rischio che la discesa possa ancora proseguire.

Come accaduto per altri titoli, probabilmente siamo in una fase di assestamento dopo la grande crescita. Ma siamo ancora ben lontani dal supporto che il titolo aveva prima che scoppiasse il covid-19, intorno ai 370 dollari americani.

Vediamo quali target price Adobe dovrebbe toccare nei prossimi anni:

  • 2022: 530 USD
  • 2023: 610 USD
  • 2024: 650 USD
  • 2025: 720 USD

Comprare azioni Adobe: le FAQ

Cos’è Adobe?

Adobe Incorporated è una software house statunitense con sede principale a San Jose, in California. E’ stata fondata nel 1983. Da allora realizza programmi per video e grafica digitale. Ma anche per la digitalizzazione dei documenti.

Diverse le acquisizioni nei suoi 40 anni di esistenza. Tra le principali, quella di Macromedia e Magento.

Conviene investire sulle azioni Adobe?

La società ha registrato una forte crescita durante la pandemia, vedendo raddoppiare il valore del titolo in un anno e mezzo. Ora è in una fase di discesa, probabilmente dovuta ad un assestamento.

Col trading CFD è possibile comunque approfittare sia dei rialzi che dei ribassi, molto frequenti in titoli volatili come quelli informatici.

Dove fare trading CFD?

E’ possibile fare trading CFD su broker con licenza come quelli proposti nell’articolo.

Azioni Adobe: riepilogo

Conclusioni

Chi di noi non ha mai aperto o creato un file PDF? In quanti non abbiamo mai provato a cimentarci con Photoshop?

Questi ed altri programmi appartengono allo sterminato universo di Adobe, una società americana nata a San Jose nel 1983, specializzata proprio in programmi per la realizzazione di video ed immagini.

Adobe, come altri titoli informatici, ha visto più che raddoppiare il suo valore nel corso della Pandemia Covid-19. Passato com’è da circa 330 dollari americani a 678. Per poi subire un forte rimbalzo, viaggiando al momento della scrittura intorno ai 470 dollari.

Col trading CFD è possibile comunque approfittare sia dei rialzi che dei ribassi, molto frequenti in titoli volatili come quelli tecnologici.

Ad esempio è fondamentale iniziare dalle piattaforme che offrono demo gratuite. Vi segnaiamo i link ufficiali mediati dal nostro server in modo da garantirvi iscrizione e accesso sicuri:

Sono le piattaforme più usate in Italia, con conti gratuiti demo senza alcuna limitazione.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here