Jack Dorsey lascia Twitter e punta su Bitcoin con BLOCK

Come annunciato nei giorni scorsi Jack Dorsey, il CEO di Twitter si è dimesso dalla sua posizione lasciando il testimone a Parag Agrawal.

Alla base della decisione del consiglio non sembrano esserci diversità di vedute nel futuro di Twitter o altro. Dorsey si occuperà da oggi della sua nuova società Square che è stata rinominata in Block per essere al passo con il settore in crescita delle criptovalute.

Con una lunga lettera di addio ai dipendenti pubblicata in un tweet il visionario Jack ha dunque lasciato la guida del popolare social, il più importante in ambito criptovalute.

Ma di cosa si occupa Block nello specifico? E cosa a che fare con Bitcoin? Lo vediamo in questo approfondimento.

Bitcoin è una delle criptovalute più importanti, con uno dei tassi di crescita più alti. Se volete investire sulle criptovalute è possibile utilizzare anche la piattaforma di eToro (clicca qui per attivare una demo gratis).

E’ una piattaforma molto popolare anche per la sua popolare funzionalità di Copy Trading, uno strumento che permette di copiare automaticamente le posizioni dei trader più bravi. Per attivare un conto demo bastano soli 50€ per iniziare.

Per operare con le criptovalute su eToro vai qui sul sito ufficiale.
66% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Square diventa Block e punta tutto su Bitcoin

Ma cos’è Square? La piattaforma di pagamenti digitali Square Inc (NYSE: SQ) opera da anni nel settore dei pagamenti finanziari.

I cambiamenti in atto nel settore delle criptovalute hanno reso necessario un cambio di paradigma ed una attenzione maggiore verso la blockchain.

Per questo motivo la società, di cui Jack Dorsey è co-fondatore, ha annunciato che cambierà nome in Block.A cosa punta Block? Si punta su Bitcoin e a realizzare lo scambio decentralizzato, una cosa che ancora non è possibile con le attuali tecnologia. La mission di Block non cambierà, ha dichiarato Dorsey.

Per questo motivo come parte del rebranding Block punta forte su tbDEX. Cos’è tbDEX?

Si tratta di un exchange decentralizzato che mira a realizzare scambi con transazioni più sicure ed economiche rispetto a quelli tradizionali. Rispetto a quelli tradizionali è basato su un consenso che si basa su messagistica.

Riuscirà Square a portare Bitcoin su DEX? Lo scopriremo nel prossimo futuro, non tanto lontano. Intanto vediamo come ha reagito la quotazione di Square in Borsa:

La rivoluzione di Bitcoin su DEX?

Il tentativo di Block è quello di rivoluzionare il settore per abbracciare il mondo Bitcoin e crypto e renderlo disponibile al grande pubblico.

Inizialmente Square era nata come una società di pagamenti digitali offrendo anche servizi di lending per le piccole imprese. All’inizio del 2021 Square ha anche a acquisito la popolare piattaforma di streaming Tidal ed un’altra società finanziaria Afterpay.

Una mossa, quella del re-branding, che arriva subito dopo le dimissioni di Dorsey da Twitter.

Riuscirà tbDEX a portare Bitcoin nella finanza decentralizzata? Attualmente i DEX che operano principalmente su blockchain come Solana o Matic consentono transazioni trustless

tbDEX dovrebbe consentire uno scambio decentralizzato leggermente diverso cercando di unire il mondo delle fiat tradizionali e le criptovalute, principalmente Bitcoin. Come sappiamo oggi molti utenti sono confusi a causa delle tante problematiche da conoscere nell’acquistare crypto, fare swap e finanziare pool di liquidità.

Se ci aggiungiamo il fatto che ci sono molte blockchain la confusione per l’utente medio rimane.

Rendere queste transazioni il più semplice possibile sarà la sfida per Block.

Conclusioni

Le previsioni prima elencate non vogliono essere un consiglio di investimento. Come sappiamo i mercati sono estremamente volatili come tutte le criptovalute.

Fatta questa premessa, resta da chiedersi come sfruttare i possibili rialzi di Bitcoin o di altre criptovalute.

Vi aggiorneremo sulle notizie su Bitcoin. Per chi è agli inizi consigliamo di investire in criptovalute con broker regolamentati come ad esempio eToro. Ecco le caratteristiche che lo rendono una scelta interessante:

  • commissioni basse
  • spread minimi
  • conto demo gratuito e illimitato
  • possibilità di copiare le operazioni dei migliori investitori
Puoi iniziare a negoziare sulle principali criptovalute con eToro cliccando qui.
66% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here