Indice Nikkei: cos’è e come investire oggi

In questo articolo, parleremo di cos’è l’Indice Nikkei, come investire e se conviene. Una guida completa sull’Indice Nikkei, dunque, per saperne di più e posizionarsi nel modo migliore possibile per i propri investimenti.

Infatti, devi sapere che grazie al trading online puoi investire anche sugli indici azionari. I quali sono dei panieri che raccolgono i titoli afferenti ad una determinata area geografica o ad una determinata categoria merceologica.

Come antipasto, ti anticipiamo subito che l’indice Nikkei – nome completo Nikkei 225 – è l’indice che fa riferimento ai migliori titoli azionari quotati sulla Borsa di Tokyo.

Cosa significa ciò? Che puoi trovarci multinazionali come Sony, Canon, Panasonic, Nissan, Toyota, Honda e così via.

Il Giappone fin dal secondo dopoguerra, costituisce un paese in grande fermento economico. Che ha saputo riprendersi alla grande da pesanti recessioni economiche o disastri (l’esplosione nucleare di Fukushima, pesanti terremoti, uragani). Abbracciando una forma di società e di economia di tipo occidentale. Alla quale la Cina è arrivata in anni più recenti.

Oggi il Giappone ha perso terreno rispetto ad altre realtà asiatiche, come appunto la Cina o la Corea del sud. Ma resta pur sempre una economia da tenere sott’occhio.

Ecco quindi lo scopo di questo approfondimento sull’indice Nikkei 225.

Molti trader ne stanno approfittando utilizzando le piattaforme CFD certificate. Ad esempio con Capital.com (clicca qui per visitare il sito ufficiale) si hanno a disposizione strumenti molto utili per poter essere subito operativi sui principali indici azionari.Per saperne di più su Capital.com clicca qui per visitare il sito ufficiale.

Nikkei: cos’è

Cos’è l’indice azionario Nikkei? Il Nikkei 225, come detto, racchiude le 225 società “blue chip” quotate sulla Borsa di Tokyo (TSE).

Il valore medio dell’indice viene calcolato ogni giorno dal quotidiano Nihon Keizai Shinbun fin dal 1971. In particolare, il listino include i titoli a maggiori capitalizzazione espressi in Yen, mentre i 225 componenti vengono ricalcolati una volta l’anno in base alle loro performance.

Il Nikkei 225 include una miriade di settori. Cioè:

  1. Alimenti
  2. Tessile e abbigliamento
  3. Polpa e carta
  4. Sostanze chimiche
  5. Farmaceutica
  6. Prodotti petroliferi
  7. Prodotti in gomma
  8. Vetro e ceramica
  9. Prodotti in acciaio
  10. Metalli non ferrosi
  11. Macchinari
  12. Macchine elettriche
  13. Costruzione navale
  14. Automotive
  15. Strumenti di precisione
  16. Altri produttori
  17. Pesca
  18. Estrazione
  19. Costruzione
  20. Aziende commerciali
  21. Al dettaglio
  22. Bancario
  23. Securities
  24. Assicurazione
  25. Altri servizi finanziari
  26. Immobiliare
  27. Ferrovia / bus
  28. Altri trasporti terrestri
  29. Trasporto marittimo
  30. Trasporto aereo
  31. Magazzinaggio
  32. Comunicazioni
  33. Energia elettrica
  34. Gas
  35. Servizi

Ecco alcune tra le società più note a livello mondiale quotate nell’Indice Nikkei 225:

  • Honda Motor Co., Ltd. (Borsa di Tokyo: 7267)
  • Isuzu Motors Ltd. (Borsa di Tokyo: 7202)
  • Mazda Motor Corp. (Borsa di Tokyo: 7261)
  • Mitsubishi Motors Corp. (Borsa di Tokyo: 7211)
  • Nissan Motor Co., Ltd. (Borsa di Tokyo: 7201)
  • Suzuki Motor Corp. (Borsa di Tokyo: 7269)
  • Toyota Motor Corp. (Borsa di Tokyo: 7203)
  • Yamaha Motor Corp. (Borsa di Tokyo: 7272)
  • Bridgestone Corp. (Borsa di Tokyo: 5108)
  • Hitachi, Ltd. (Borsa di Tokyo: 6501)
  • Kyocera Corp. (Borsa di Tokyo: 6971)
  • Panasonic Corp. (Borsa di Tokyo: 6752)
  • Pioneer Corporation (Borsa di Tokyo: 6773)
  • Ricoh (Borsa di Tokyo: 7752)
  • Sony Corp. (Borsa di Tokyo: 6758)
  • TDK Corp. (Borsa di Tokyo: 6762)
  • Toshiba Corp. (Borsa di Tokyo: 6502)
  • Softbank Corp. (Borsa di Tokyo: 9984)
  • Konami Corp. (Borsa di Tokyo: 9766)
  • Tokyo Dome Corp. (Borsa di Tokyo: 9681)
  • Yahoo Japan Corp. (Borsa di Tokyo: 4689)

Andamento indice Nikkei

Nella sua storia, l’indice Nikkei ha vissuto diversi alti e bassi. Circoscrivendo l’analisi agli ultimi 5, vediamo che ha vissuto un lento rialzo tra marzo 2016 e febbraio 2020, passando da 17mila a 23mila Yen di valore.

Con l’esplosione della Pandemia Covid-19, il Nikkei 225 è crollato di poco sopra i 16mila Yen, ma ha poi innescato una evidente ripresa che lo ha portato sui 30mila Yen giusto dopo un anno dall’inizio della Pandemia.

Dunque, da ciò si evince come questo indice sia molto interessante e possa dare vita ad ottimi movimenti di prezzo per il trading CFD. E’ uno degli indici azionari migliori su cui investire.

Migliori broker per investire sull’indice Nikkei 225

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGIISCRIZIONE
Social trading, copy tradingCopy fundsISCRIVITI
Servizio CFDConto demo illimitatoISCRIVITI
Spread bassi, CFDSegnali gratisISCRIVITI
Bonus da 25€Conti Zero spreadISCRIVITI
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.

Investire sull’indice Nikkei: le domande frequenti

Cos’è l’Indice Nikkei 225?

Si tratta dell’indice azionario che racchiude i 225 titoli delle migliori società giapponesi quotate sulla Borsa di Tokyo.

Investire su questo indice, dunque, significa praticamente investire sull’economia del “Sol Levante”, data l’alta rappresentatività settoriale che include. Vale a dire ben 35 settori.

Quali società include l’Indice Nikkei 225?

Questo indice azionario include tante società molto note nel panorama mondiale, e anche nel nostro paese. Come Sony, Honda, Mitsubishi, Toyota, Panasonic, Canon, Hitachi, Pioneer, ecc.

Come investire sull’Indice Nikkei 225?

Il modo migliore per investire sull’Indice Nikkei 225 è farlo con il trading CFD. Così da poter sfruttare i cambi di valore dell’indice sia al rialzo che al ribasso.

I broker migliori per il trading online sull’Indice Nikkei 225 sono eToro e Plus500.

Nikkei e Nikkei 225: differenze

Non ci sono differenze tra Nikkei e Nikkei 225. Si riferiscono entrambi allo stesso indice azionario della Borsa di Tokyo. Semplicemente, Nikkei è un abbreviativo di Nikkei 225.

Come investire sul Nikkei con i CFD

Abbiamo detto nell’incipit che tramite i Contract for difference puoi investire anche direttamente sull’indice azionario Nikkei 225.

Ciò ti consentirà di posizionarti sia long che short, quindi di investire, e si spera guadagnare, sia sul rialzo del valore dell’indice sia sul ribasso. Naturalmente, dovrai essere bravo a fare le giuste valutazioni ed analisiti (tecnica e fondamentale).

Potrai anche sfruttare la Leva finanziaria, che ti permette di moltiplicare il tuo guadagno investendo molto meno inizialmente. Stando però attento al fatto che, in caso di previsione sbagliata, ti moltiplica anche la perdita. Col rischio che finisci col conto in rosso.

Ecco i migliori broker per investire sull’indice Nikkei 225.

eToro

Se vuoi fare trading CFD sull’indice Nikkei 225, eToro è un’ottima scelta.

Ecco le sue caratteristiche principali:

  • Account disponibili: 1
  • Deposito minimo: 200 euro
  • Conto demo: 100.000 euro
  • Servizi principali: Copy trading, Social trading, Copyportfolios,

eToroX

  • Licenze per operare: CySEC, ASIC, FCA

Puoi iniziare a investire sugli indici azionari con eToro cliccando qui.

66% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

OBRinvest

Il broker OBRinvest è anche esso una scelta ideale per il trading CFD sull’indice azionario Nikkei 225. ecco le principali caratteristiche:

  • Licenze per operare: CySEC
  • Account disponibili: 4
  • Deposito minimo: 250 euro
  • Conto demo: 100.000 euro
  • Servizi principali: eBook da scaricare, webinar organizzati da esperti, segnali di trading di Trading central, intelligenza artificiale Buzz

Puoi iniziare a fare trading sugli indici azionari con OBRinvest cliccando qui.

78,15% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Plus500

Il broker Plus500 ti consente come i precedenti di fare trading CFD sull’indice Nikkei 225 con queste principali caratteristiche:

  • Licenze per operare: CySEC e FCA
  • Account disponibili: 1
  • Deposito minimo: 100 euro
  • Conto demo: 40.000 euro (che si ricarica in automatico
  • Servizi principali: alert mail, assistenza in Live chat, +2.500 asset disponibili

Per iniziare a fare trading CFD sugli indici con Plus500 visita questa pagina.

72% dei conti al dettaglio CFD perde denaro.

Previsioni indice Nikkei

Il massimo raggiunto dall’indice azionario Nikkei 225 è stato 38.915,87 Yen, raggiunto il 29 dicembre 1989. In questo inizio 2021, come detto, ha toccato quota 30mila Yen a marzo. Ciò però lascia presumere che l’economia giapponese sia in grande spolvero e possa far registrare importanti ulteriori rialzi.

Indice Nikkei 225

Del resto, le società che vi fanno parte sono altisonanti e leader dei rispettivi settori di cui fanno parte. Sebbene occorra anche dire che molti di essi siano vecchie glorie, e in poche ancora primeggino. Come per esempio Toyota, che si gioca ogni anno con Volkswagen il titolo di casa automobilistica che ha venduto più auto nel mondo.

In diversi settori tra quelli presenti, inoltre, il Giappone non si impone a livello mondiale, circoscrivendo il suo prestigio internazionale soprattutto nel campo della tecnologia e dei motori. Basta vedere l’elenco delle società incluse nell’indice azionario Nikkei per accorgersene.

Difficile fare previsioni sull’Indice Nikkei 225, troppo spesso nel corso della sua storia di dare vita a grandi scalate, come improvvisi crolli. Del resto, ciò è lo specchio fedele dell’economia giapponese. Molto dinamica e reattiva.

Dunque, meglio professare prudenza su questo titolo, a maggior ragione in un anno ancora incerto come sarà il 2021. Il quale sarà ancora influenzato dalla Pandemia Covid-19, la cui risoluzione definitiva è ancora lontana dall’essere raggiunta.

Il trading CFD si mostra quindi ideale per un asset volatile come l’Indice Nikkei 225

Investire sul Nikkei conviene?

L’indice Nikkei è un asset molto volatile, che merita una certa attenzione. Come detto in precedenza, se si guarda al suo andamento storico, si vedono ottimi rialzi ma anche incredibili crolli.

Molto interessante è ciò che avvenne negli anni ‘80, quando si verificò una bolla finanziaria di dimensioni bibliche. Di quelle che il caso dot-com o dei sub-prime, appaiono ridicoli.

Infatti, nella seconda metà degli anni ’80, l’indice azionario Nikkei è aumentato di oltre il 900%. Toccando appunto il suo massimo storico di quasi 39mila Yen, mai più neanche visto col binocolo.

La bolla finanziaria che travolse il Giappone è legata a quella degli immobili, il cui prezzo andò fuori controllo. Anche per le grosse responsabilità della BoJ, la Bank of Japan. La banca centrale nipponica. Basta solo dire che i terreni nella sola Tokyo valevano più di quelli degli Stati Uniti messi insieme.

Il Giappone visse negli anni ‘90 una conseguente recessione, ma poi si è lentamente ripreso come suo solito dopo una grande batosta.

Al momento della scrittura, il valore dell’Indice Nikkei 225 ha raggiunto i 30mila Yen. Il che potrebbe lasciare presagire ad una nuova bolla in corso. Ma non è facile da dire.

Ecco la quotazione attuale del Nikkei 225 in questo grafico:

Quindi, approfittate dei rialzi e ribassi dell’indice Nikkei con il trading CFD.

Conclusioni

L’indice Nikkei 225 racchiude le 225 migliori società quotate sulla Borsa di Tokyo, ad oggi suddivise in 38 settori diversi. Quindi rispecchia fedelmente l’andamento dell’economia giapponese.

L’indice Nikkei 225 si è sempre caratterizzato per la sua volatilità ed instabilità. Dunque, il trading CFD può essere l’ideale per posizionarsi sia long che short a seconda dei casi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here