Commodities Trading: come fare trading sulle materie prime 2022

In questa guida parliamo di commodities trading ovvero il trading applicato alle materie prime.

Le materie prime sono quelle che utilizziamo nella vita di tutti i giorni. Gli idrocarburi fossili che utilizziamo per riscaldarci, avere corrente elettrica, spostarci con la auto. Ma anche i prodotti agricoli che mangiano, così come gli accessori che indossiamo o gli utensili che utilizziamo.

Orbene, le materie prime, che nel trading sono meglio conosciute con l’inglesismo “commodities” possono essere anche importanti asset per il trading online.

Ed è proprio di questo che ci occuperemo in questo articolo, approfondendo il tema e cercando di capire come investire sulle commodities.

Commodities trading: cosa significa

Cosa significa commodities trading? Significa praticare il trading online sulle materie prime. Quindi, investire mediante una piattaforma online su una serie di materie prime che hanno un proprio valore. E al trader toccherà azzeccare la previsione sul suo andamento, se è al rialzo o al ribasso.

Commodities trading

Le commodities si dividono in 2 grandi famiglie, in base alla loro reperibilità:

  • Hard: se per il loro reperimento si necessita la trivellazione del sottosuolo. Parliamo quindi di idrocarburi fossili o metalli preziosi
  • Soft: se il loro reperimento avviene sul suolo, come i prodotti agricoli o la carne (prodotti da allevamento)

❓ Cosa significaPraticare il trading online sulle materie prime
💰CaratteristicheNumerose opportunità / Commissioni basse / Rischio medio-basso
✅ Tipi di investimentoCFD su Petrolio o Metalli (Oro / Argento) o ETF sulle materie prime
💰 Migliore piattaforma per investire in commoditiesCapital.com
📚 Migliore piattaforma con strumenti avanzatiFP Markets

Migliori piattaforme per iniziare

Di seguito un elenco delle migliori piattaforme per investire sui mercati:

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGIISCRIZIONE
Social trading, copy tradingCopy fundsISCRIVITI
Servizio CFDConto demo illimitatoISCRIVITI
Spread bassi, CFDSegnali gratisISCRIVITI
Bonus da 25€Conti Zero spreadISCRIVITI
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.

Come fare trading commodities

Per fare trading commodities dobbiamo scegliere una piattaforma per operare, meglio nota come broker. La cui scelta deve ricadere su un sito che abbia regolari licenze per operare, costi ridotti e una serie di servizi che mettano a proprio agio il trader.

Quanto all’investimento vero e proprio, è possibile farlo in tre modi diversi:

  • puntare direttamente sulla materia prima in questione e le sue oscillazioni di prezzo
  • optare per le azioni delle società quotate in borsa che si occupano di materie prime
  • investire sugli ETF, Exchange traded fund che possono incorporare diverse materie prime al loro interno, replicandone il valore (ad esempio gli ETF sul Petrolio)

E’ sempre comunque consigliabile fare prima un po’ di pratica, se è la prima volta che si fa trading commodities. E in questo ci può venire in soccorso un simulatore di trading come un conto demo, proprio perché costituito da denaro virtuale.

Occorre poi sapere che ogni materia prima risponde a dei fattori esterni che possono pesantemente influenzare il prezzo. Parliamo cioè di analisi fondamentale.

Per gli idrocarburi fossili come petrolio, gas o carbone, i fattori esterni da tenere in considerata sono quelli geopolitici poiché ogni stato può modificare i prezzi in base alla propria situazione politica interna e ai rapporti con gli altri paesi forniti (al momento della scrittura, per esempio, c’è il rischio gas russo per la crisi in Ucraina). Ma anche fattori legati alle tecnologie, perché magari l’incalzare di forme di energia alternativa possono mettere a repentaglio la loro supremazia futura.

Per i metalli preziosi, per esempio, un fattore che può incidere sono gli abitudini dei consumi. Per esempio l’oro potrebbe perdere di appeal in favore dell’argento. Poi ci sono quei metalli che sono diventati molto importanti per alcuni settori industriali, come il palladio per il settore automobilistico.

Per quanto concerne i prodotti agricoli e da allevamento, anche qui possono entrare in scena fattori come le abitudini alimentari, ma anche i fattori climatici che possono influenzare il reso dei raccolti, ecc.

Un altro fattore da tenere presente nella propria analisi fondamentale è il tasso di interesse e il dollaro USA. Tassi di interesse bassi favoriscono lo sviluppo economico e nuovi investimenti (aumentando il consumo di materie prime). Controllare l’andamento del dollaro USA è importante perché quasi tutte le materie prime vengono comprate e vendute in dollari americani.

Dove fare Commodities trading

Vediamo quali sono i migliori broker per fare trading sulle materie prime.

eToro

Il broker eToro permette di aprire un conto di trading demo o con soldi reali sulla propria piattaforma. Nel primo caso, avrai a disposizione un conto demo di 100mila euro virtuali. Nel secondo caso, ti servirà un deposito minimo di 50 euro.

Per piazzare un ordine su eToro servono questi passaggi:

  1. accedere o creare un account sul sito del broker: www.etoro.com/it/
  2. dirigersi nella sezione Mercati dal menù laterale
  3. scegliere “materie prime” per vedere la lista di commodities disponibili
  4. scegliere la materia prima che avete intenzione di comprare o vendere
  5. selezionare il tasto “Investi”
  6. scegliere dalla schermata che appare le opzioni “VENDI” o “ACQUISTA” a seconda del tipo di operazione che volete effettuare (rispettivamente un investimento al ribasso o rialzo)
  7. inserire l’unità o l’importo (in dollari) relativo alla quantità di materia prima su cui volete investire
  8. ricordarsi di impostare il livello di stop loss e take profit, così come la leva finanziaria da utilizzare
  9. confermare il tutto selezionando “Imposta ordine”

Ad esempio per investire sul Gold, ecco un esempio:

Investire in oro su eToro

Inoltre, in questa schermata si possono anche visualizzare gli importi relativi alle commissioni overnight per tenere aperta la propria posizione durante la notte (visibili in basso nella schermata).

Su eToro si possono usare gli ETF, acronimo di “exchange traded funds”. Si tratta di fondi che sono quotati in borsa e che vengono negoziati come i normali titoli azionari.

Lo scopo di un fondo ETF è quello di replicare l’andamento di un asset indice azionario, di materie prime, titoli obbligazionari o anche un paniere di asset differenti (legati magari a un determinato settore industriale).

Fare trading di materie prime è un ottimo modo per diversificare il proprio portafoglio di investimenti. Sulla piattaforma di trading di eToro sono disponibili vari tipi di ETF, tra i quali spiccano per esempio:

  • ETF SPDR Gold (ticket: GLD), che replica l’andamento del prezzo dell’oro
  • ETF iShares Silver Trust (ticket: SLV), che replica l’andamento del valore dell’argento
  • ETF Teucrium Corn Fund (ticket: CORN), che replica l’andamento del prezzo del mais
  • ETF Teucrium Wheat Fund (ticket: WEAT), che replica l’andamento del valore del grano

Se invece si vuole investire sulle azioni di una società quotata in borsa che si occupa di materie prime, su eToro troverai società come:

  • BP (ticker: BP.L), ovvero la BP plc (conosciuta prima come British Petroleum), una delle principali società che opera nel campo dell’estrazione del petrolio
  • Barrick Gold (ticker: GOLD), che rappresenta la più grande società di estrazione dell’oro al mondo
  • Southern Copper Corp (ticker: SCCO), una delle principali società produttrici di rame nel mondo
Puoi creare il tuo conto demo su eToro cliccando qui.
66% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Capital.com

Il broker Capital.com è un’altra ottima scelta per fare trading. Offre la tecnologia avanzata di I.A. (intelligenza artificiale). Se il trader prende una serie di decisioni basandosi su bias, l’innovativa SmartFeed mette a sua disposizione materiale selezionato per lui. La rete neurale analizza i comportamenti all’interno dell’App, suggerisce video, articoli e notizie per migliorare la propria strategia di investimento.

Con Capital.com puoi fare trading con un margine e negoziare tramite Cfd sulle principali commodities, anche con un capitale limitato.

La piattaforma web permette ai trader di dare forma alle proprie analisi di mercato e consente previsioni con indicatori tecnici. Capital.com fornisce anche aggiornamenti live e diverse tipologie di grafici disponibili su desktop, iOS e Android.

Capital.com dà particolare importanza alla sicurezza. Autorizzata da CySEC e da FCA, agisce nel rispetto di tutte le normative e dà sempre la precedenza alla sicurezza dei dati dei propri clienti. La società consente il ritiro dei soldi 24/7 e conserva i fondi dei trader in conti bancari separati.

Sul broker troverai anche un grafico molto dettagliato per l’analisi tecnica, con oltre 70 tra indicatori ed oscillatori di trading.

Apri ora il tuo conto gratuito su Capital.com cliccando qui.
79.17% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

FP Markets

FP Markets si è ricavato una nicchia nel mercato del trading delle commodity in Australia, ma anche nei paesi Ue grazie alla licenza CySEC. Offre l’esperienza di trading ideale.

Ottieni esposizione ai contratti future e scegli tra un’ampia gamma di prodotti, beneficiando al contempo delle più moderne tecnologie in tempo reale e dei prezzi disponibili per le commodity. Se scegli di fare trading sui CFD su commodity con FP Markets, hai accesso ai prezzi delle commodity in tutto il mondo, con notevole velocità d’esecuzione, slippage al minimo, liquidità profonda e spread ridotti.

Fai trading di CFD su un’ampia gamma di commodity globali, inclusi oro, argento e petrolio, con un broker globali regolamentato che ti dà accesso a varie classi di asset sulla stessa piattaforma o gamma di piattaforme, nonché strumenti di gestione del rischio sofisticati e strumenti di trading.

Ecco alcuni dei vantaggi del commodities trading su FP Markets:

  • Leva fino a 500:1
  • Scegli tra una vasta gamma di materie prime come energie, metalli e prodotti agricoli.
  • Entra ed esci dalle posizioni quando desideri, 24/5, su quasi tutti i mercati delle materie prime.
  • Possibilità di fare trading in qualsiasi direzione che ritieni possa prendere il mercato andando corto o lungo e massimizzando le opportunità di trading.
  • Nessuna manipolazione dei prezzi, nessuna riquotazione e nessun dealing desk
  • Hedging dei rischi: limita il rischio dei tuoi investimenti con asset di alto valore come oro e argento
  • Approfitta di margini bassi e operazioni a basso costo, senza compromessi nell’esecuzione.

FP Markets offre anche la piattaforma Metatrader 4 (MT4). Disponibile su piattaforme desktop e mobile. Ecco cosa otterrai:

  • Spread a partire da 0.0 pip e leva fino a 500:1
  • Interfaccia personalizzabile, compresi i colori degli indicatori tecnici Streaming dei prezzi in tempo reale su conti reali e demo e crittografia dei conti a 128 bit per un trading sicuro. Expert Advisors (EA)
  • Notifiche personalizzabili
  • Compatibile con dispositivi iOS, Android e Mac
  • Assistenza clienti multilingue 24/7
Per aprire un conto gratis su FP Markets clicca qui.
71.2% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Commodity significato

Già tra il 4500 – 4000 a.C. avveniva lo scambio di materie prime, quando tutte le transazioni venivano registrate su tavolette di argilla includendo il numero di materie scambiate e la data di consegna (una prima forma di contratti futures).

Tra il XI e il XIII secolo il trading di commodities cominciò a crescere, ma si dovrà aspettare il 1602 per vedere l’apertura del primo exchange di materie prime, ovvero la Borsa di Amsterdam.

Amsterdam sarà anche teatro della prima bolla finanziaria della storia, sui prezzi dei tulipani. Apartire poi dal 1864, il commodity trading sbarcò alla Chicago Board of Trade, il più antico exchange di opzioni e contratti futures negli Stati Uniti.

Da lì in avanti, il mercato delle materie prime continuò a crescere fino ad arrivare ai giorni nostri, dove chiunque può investire sulle materie prime grazie alle piattaforme di trading.

Come detto, esistono differenti categorie di materie prime:

  • metalli preziosi, come oro, argento, palladio, platino, ecc.
  • risorse energetiche come il petrolio o gas naturale
  • prodotti agricoli come il grano, il caffè o lo zucchero
  • bestiame d’allevamento, in primis la carne

Commodity market

Ecco i principali mercati delle materie prime:

  • New York Board of Trade (NYBOT)
  • Chicago Mercantile Exchange (CME)
  • New York Mercantile Exchange (NYMEX)
  • Intercontinental Exchange (ICE)
  • CBOT – Chicago Board of Trade (CBOT)

Commodities quotazioni

La quotazione delle materie prime cambia in base alle loro caratteristiche. Ci sono materie prime oggetto di frequenti oscillazioni, come gli idrocarburi fossili. E quelle più lente come l’oro.

Vediamo le quotazioni in tempo reale di due commodities molto ricercate come Petrolio e Oro.

Quotazione commodity Petrolio

Quotazione commodity Oro

Previsioni Commodities 2022-2025

Quali sono le previsioni sulle commodities per i prossimi anni? Sono tanti i fattori in campo che incidono, come detto, in base a tanti fattori che cambiano a seconda della materia prima in questione.

Occorre seguire le dinamiche geopolitiche, un clima che sta profondamente cambiando, l’andamento del dollaro che esprime il prezzo degli scambi internazionali, come vanno i mercati azionari, dato che metalli preziosi come l’oro sono detti beni rifugio e aumentano di prezzo quando i mercati finanziari crollano.

Commodities trading: le domande frequenti

Cosa sono le commodities?

Si tratta delle materie prime, che si dividono in hard e soft in base al tipo di reperibilità che richiedono.

Conviene investire sulle commodities?

Sono un ottimo modo per diversificare il proprio portafoglio, nella consapevolezza anche che alcune di esse sono correlate in modo positivo o negativo. Quindi, bisogna anche saper selezionare le materie prime in base a ciò per non rischiare effetti indesiderati sul proprio money management.

Come investire sulle commodities?

Il trading CFD è ideale perché si basa su contratti derivati che ne replicano il valore, quindi il trader può trarre profitto sia quando i prezzi aumentano, sia quando i prezzi diminuiscono.

Commodities trading: riepilogo

Conclusioni

Il mercato delle commodities è vivo fin dalla notte dei tempi, sebbene un primo mercato internazionale è nato ad inizio 1600 ad Amsterdam.

Oggi il trading CFD consente di investire sulle materie prime tramite piattaforme online, stando attenti ad accurate analisi tecnica e fondamentale. Anche perché ad incidere sul loro prezzo sono diversi fattori, anche climatici e geopolitici. Senza dimenticare che diverse commodities sono tra loro correlate, in modo diretto o indiretto.

Per il commodities trading è preferibile affidarsi a broker regolamentati.

Ad esempio è fondamentale iniziare dalle piattaforme che offrono demo gratuite. Vi segnaiamo i link ufficiali mediati dal nostro server in modo da garantirvi iscrizione e accesso sicuri:

Sono le piattaforme più usate in Italia, con conti gratuiti demo senza alcuna limitazione.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here